Giovanni Simeone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Simeone
Giovanni Simeone 2016-17.jpg
Simeone con il Genoa nel 2017
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 180 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Napoli
Carriera
Giovanili
2008-2013River Plate
Squadre di club1
2013-2015River Plate26 (2)
2015-2016Banfield34 (12)
2016-2017Genoa35 (12)
2017-2019Fiorentina74 (20)
2019-2021Cagliari71 (18)
2021-2022Verona35 (17)
2022-Napoli4 (1)
Nazionale
2015Argentina Argentina U-2014 (12)
2016Argentina Argentina olimpica4 (0)
2018Argentina Argentina5 (1)
Palmarès
Transparent.png Campionato sudamericano Under-20
Oro Uruguay 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 settembre 2022

Giovanni Pablo Simeone Baldini (Buenos Aires, 5 luglio 1995) è un calciatore argentino, attaccante del Napoli, in prestito dal Verona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Buenos Aires,[1][2] è figlio di Diego Simeone, ex calciatore, e della modella Carolina Baldini.[3] È soprannominato El Cholito, diminutivo del soprannome del padre (El Cholo).[4] Anche i fratelli Gianluca e Giuliano hanno intrapreso la carriera calcistica.[5][6]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca come centravanti, dimostrando buone doti da opportunista e una buona freddezza sottoporta, nonostante la statura non particolarmente elevata fa del colpo di testa una delle sue armi migliori, grazie alla sua buona velocità in contropiede e in progressione può anche giocare come esterno offensivo su entrambe le fasce.[7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi, Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Si mette in evidenza nel settore giovanile del River Plate, approdando in prima squadra.[5] A 20 anni, nonostante l'interesse dei club italiani, si trasferisce al Banfield segnando 12 gol in campionato.[8]

Nell'estate 2016 arriva in Europa, venendo acquistato dal Genoa[9] per 3 milioni.[10][11] Esordisce in Serie A il 18 settembre, nella partita che vede i liguri sconfitti per 2-0 dal Sassuolo.[12][13] Una settimana più tardi, realizza il suo primo gol portando i rossoblu in vantaggio sul Pescara (la gara termina 1-1).[14] Il 27 novembre è protagonista della vittoria contro la Juventus, in cui segna una doppietta nel 3-1 finale.[15][16] Quattro giorni dopo, va in gol per la prima volta in Coppa Italia sbloccando il punteggio nella sfida col Perugia (vinta 4-3 dalla sua squadra).[17]

Il giovane argentino si impone tra le rivelazioni del campionato,[18] contribuendo alla salvezza del Grifone,[19] nonostante un calo di rendimento nel girone di ritorno.

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2017 è acquistato dalla Fiorentina per 18 milioni di euro.[20] La prima stagione in maglia viola è molto positiva con un bottino di 14 gol e con l'apice della sua prima tripletta nel campionato italiano, il 29 aprile 2018 al Franchi, che permette ai gigliati di battere per 3-0 il Napoli:[21] il risultato costa, di fatto, ai partenopei la possibile conquista dello scudetto.[22]

Nella seconda annata, al contrario, offre un rendimento negativo che lo porta a realizzare solo 6 gol in campionato,[23][24] con la Fiorentina che otterrà la salvezza solo all'ultima giornata;[25] in Coppa Italia si segnala per la doppietta nella goleada 7-1 inflitta alla Roma a Firenze.[26]

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2019 Simeone si trasferisce al Cagliari con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 16 milioni di euro.[27][28] Il 1º settembre esordisce con la maglia dei sardi nella partita persa in casa contro l'Inter (1-2).[29] Il 15 settembre, in casa del Parma, segna il suo primo gol nella gara vinta per 3-1 dai sardi.[30] Dopo una prima parte di stagione altalenante,[31][32] al rientro dal lockdown va a segno per 4 gare consecutive, andando per la terza volta in doppia cifra per un totale di 12 reti complessive.[33]

L'anno successivo inizia bene per lui (che segna pure una doppietta nel successo per 2-3 contro il Torino),[34] per poi calare alla distanza, terminando la stagione con 6 gol segnati.[35]

Verona[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato pochi minuti per il Cagliari nella partita con lo Spezia, il 26 agosto 2021 viene ceduto al Verona con la formula del prestito oneroso da 1 milione di euro e il diritto di riscatto fissato a 12 milioni.[36][37][38] Il 13 settembre, gioca da titolare la partita in casa del Bologna. Il successivo 25 settembre trova il primo gol, aprendo le marcature nella partita in casa del Genoa.[39] Il 24 ottobre realizza la sua prima quaterna della carriera, segnando i 4 gol del Verona nella sfida casalinga vinta per 4-1 contro la Lazio;[40] conferma il buon avvio di stagione,[41] anche realizzando la doppietta decisiva nel successo casalingo 2-1 sulla Juventus. Chiude la sua prima stagione a Verona con 17 reti segnate in 35 presenze.[42] Il 13 giugno 2022 il Verona trova un accordo con il Cagliari, proprietaria del cartellino dell'argentino, venendo quindi riscattato a tutti gli effetti.[43][44]

Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 agosto 2022 viene ufficializzato il suo passaggio al Napoli in prestito con diritto di riscatto,[45] che diventa obbligo al verificarsi di determinate condizioni sportive.[46] Sceglie di indossare la maglia numero 18.[47] Debutta con i partenopei il 28 agosto seguente, in occasione del pareggio per 0-0 in casa della Fiorentina, sua ex squadra, subentrando a Victor Osimhen nell'ultimo quarto d'ora del match. Il 7 settembre fa il suo debutto anche in Champions League, nuovamente subentrando ad Osimhen, e dopo pochi minuti sigla anche il suo primo gol nella competizione e con la maglia azzurra, contribuendo alla vittoria per 4-1 dei partenopei sul Liverpool.[48] Il 18 settembre decide il match vinto a San Siro contro il Milan, segnando il gol del definitivo 1-2, il primo in Serie A con il Napoli.[49]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Messosi in luce con l'Under-20 argentina,[8] viene convocato per le Olimpiadi 2016.[50]

Nel 2018, il commissario tecnico Scaloni lo chiama per la prima volta in nazionale maggiore.[51] Debutta il 7 settembre, realizzando un gol nell'amichevole con il Guatemala vinta 3-0.[52]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 4 ottobre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Argentina River Plate PD 17 2 CA 2 0 CS 0 0 - - - 19 2
2014 PD 7 0 CA - - CS 4 2 - - - 11 2
gen.-giu. 2015 PD 3 0 CA - - CL 0 0 SA+RS 0 0 3 0
Totale River Plate 27 2 2 0 4 2 0 0 33 4
giu.-dic. 2015 Argentina Banfield PD 18 7 CA 1 0 - - - - - - 19 7
gen.-giu. 2016 PD 16 5 CA 1 0 - - - - - - 17 5
Totale Banfield 34 12 2 0 - - - - 36 12
2016-2017 Italia Genoa A 35 12 CI 2 2 - - - - - - 37 14
Totale Genoa 35 12 2 2 - - - - 37 14
2017-2018 Italia Fiorentina A 38 14 CI 2 0 - - - - - - 40 14
2018-2019 A 36 6 CI 4 2 - - - - - - 40 8
Totale Fiorentina 74 20 6 2 - - - - 80 22
2019-2020 Italia Cagliari A 37 12 CI 0 0 - - - - - - 37 12
2020-2021 A 34 6 CI 1 0 - - - - - - 35 6
Totale Cagliari 71 18 1 0 - - - - 72 18
2021-2022 Italia Verona A 35 17 CI 0 0 - - - - - - 35 17
2022-2023 Italia Napoli A 4 1 CI 0 0 UCL 3 2 - - - 7 3
Totale carriera 279 82 13 4 7 4 0 0 299 90

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-9-2018 Los Angeles Argentina Argentina 3 – 0 Guatemala Guatemala Amichevole 1 Ammonizione al 90+1’ 90+1’
12-9-2018 East Rutherford Colombia Colombia 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 85’ 85’
11-10-2018 Riad Argentina Argentina 4 – 0 Iraq Iraq Amichevole - Ingresso al 57’ 57’
16-10-2018 Gedda Brasile Brasile 1 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 88’ 88’
20-11-2018 Mendoza Argentina Argentina 2 – 0 Messico Messico Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
Totale Presenze 5 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

River Plate: Final 2014

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

River Plate: 2014
River Plate: 2015
River Plate: 2015

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay 2015

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay 2015 (9 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Simeone, su legaseriea.it. URL consultato il 12 luglio 2020.
  2. ^ Filmato audio Serie A, Approfondimento su Simeone - Magazine - Serie A TIM 2016/17, su YouTube, 4 novembre 2016, a 1 min 58 s.
  3. ^ Giovanni Simeone e il segreto di papà Diego, su sportal.it, novembre 2016.
  4. ^ (ES) Simeone: ¿Por qué le dicen "Cholo" al técnico de Atlético?, su elcomercio.pe, 27 maggio 2016.
  5. ^ a b Calcio, River Plate: figlio 16enne di Simeone in prima squadra, su repubblica.it, 2011.
  6. ^ (ES) Tres futbolistas y un biberón... ¿Conoces a los hijos de Simeone?, su hola.com, 30 settembre 2016.
  7. ^ Giovanni Sardelli, Fiorentina, è il Cholito ma sembra il Pipita. Pioli: "È perfetto per noi", su gazzetta.it, 30 aprile 2018.
  8. ^ a b Niente Italia per il figlio di Simeone: va in prestito al Banfield, su gazzetta.it, 7 luglio 2015.
  9. ^ Simeone ufficiale, Venerdì conferenza, su genoacfc.it, 18 agosto 2016. URL consultato il 24 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  10. ^ Martin Mazur, Genoa, in arrivo Simeone junior: "Il cognome non è un peso", su gazzetta.it, 31 luglio 2016.
  11. ^ Genoa, Simeone jr si presenta: "Ma non chiamatemi El Cholito, m'ispiro a Icardi", su repubblica.it, 19 agosto 2016.
  12. ^ Sassuolo-Genoa 2-0 con super Defrel. E c'è l'esordio di Simeone jr, su gazzetta.it, 18 settembre 2016. URL consultato il 24 luglio 2020.
  13. ^ Genoa, Simeone: "Brucia perdere una partita in questo modo", su primocanale.it, 18 settembre 2016.
  14. ^ Alessio Da Ronch, Genoa-Pescara 1-1: Manaj risponde a Simeone, su gazzetta.it, 25 settembre 2016.
  15. ^ Gessi Adamoli, Nel nome del padre c'è un altro Simeone sulla via dello scudetto, in la Repubblica, 28 novembre 2016, p. 40.
  16. ^ Emanuele Gamba, Nervosa, molle e caotica la Juve del dopo Coppa a lezione dal Genoa, in la Repubblica, 28 novembre 2016, p. 40.
  17. ^ Gessi Adamoli, Un Genoa batticuore Simeone non si ferma, poi c'è super Pandev per brindare in Coppa, in la Repubblica, 2 dicembre 2016, p. 18.
  18. ^ Filippo Grimaldi, Serie A, Simeone jr: “Al Genoa come a casa. Papà e Juric stessi occhi di tigre”, su gazzetta.it, 7 dicembre 2016.
  19. ^ Fabrizio Turco, Genoa-Torino 2-1, Rigoni e Simeone firmano la salvezza, su repubblica.it, 21 maggio 2017.
  20. ^ Fiorentina, preso Simeone. Al Genoa vanno 18 milioni, su gazzetta.it, 16 agosto 2017.
  21. ^ Benedetto Ferrara, Viola, la partita perfetta. Simeone inarrestabile, tre gol per stupire, in la Repubblica, 30 aprile 2018, p. 4.
  22. ^ Gianluca Strocchi, Fiorentina-Napoli 3-0: Simeone affonda gli azzurri, lo scudetto si allontana, su repubblica.it, 29 aprile 2018.
  23. ^ Angelo Giorgetti, Fiorentina: Simeone-Chiesa, un caso da risolvere, su lanazione.it, 11 novembre 2018. URL consultato il 24 luglio 2020.
  24. ^ Simeone ha deluso la Fiorentina: in estate sarà addio?, su calciomercato.com. URL consultato il 24 luglio 2020.
  25. ^ Fiorentina-Genoa 0-0: annoiati e contenti, viola e rossoblù restano in serie A, su repubblica.it, 26 maggio 2019. URL consultato il 24 luglio 2020.
  26. ^ Coppa Italia, Fiorentina-Roma 7-1: Chiesa show, giallorossi travolti, su gazzetta.it. URL consultato il 24 luglio 2020.
  27. ^ Simeone è del Cagliari!, su cagliaricalcio.com, 30 agosto 2019. URL consultato il 30 agosto 2019.
  28. ^ Andrea Dessì, È fatta per Simeone al Cagliari: firma con clausola rescissoria, su calciocasteddu.it, 30 agosto 2019. URL consultato il 21 gennaio 2021.
  29. ^ Stefano Silvestri, Le pagelle di Cagliari-Inter 1-2: Sensi incanta, Lukaku prezioso, Nainggolan lotta, su eurosport.it, 1º settembre 2019. URL consultato il 24 luglio 2020.
  30. ^ Francesco Carci, Parma-Cagliari 1-3, Ceppitelli e Simeone sbloccano i sardi, su repubblica.it, 15 settembre 2019. URL consultato il 24 luglio 2020.
  31. ^ Fantacalcio, il calo senza fine di Simeone: 1 gol e 7 insufficienze nelle ultime otto, su fantacalcio.it, 14 gennaio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  32. ^ Matteo Culurgioni, La metamorfosi di Simeone sta in poche parole, su cagliarinews24.com, 2 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  33. ^ Fantacalcio, Simeone segna in 4 gare di fila in Serie A: non era mai successo, su fantacalcio.it, 2 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  34. ^ Cagliari, che Simeone: 4 gol in 5 giornate, come l’Atletico di papà, su gazzetta.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  35. ^ Cagliari, panchine e spezzoni: c’è ancora posto per Simeone?, su centotrentuno.com, 13 maggio 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  36. ^ Simeone all’Hellas Verona, su cagliaricalcio.com, 26 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  37. ^ Benvenuto in gialloblù, Cholito!, su hellasverona.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  38. ^ Giacomo Dessì, Simeone-Verona, prestito con diritto di riscatto, su Calcio Casteddu, 26 agosto 2021. URL consultato il 31 gennaio 2022.
  39. ^ Simeone ritrova il gol dopo sei mesi: l'ultima volta aveva segnato alla Juventus, su tuttomercatoweb.com, 25 settembre 2021. URL consultato il 24 ottobre 2021.
  40. ^ Fabio Bianchi, Verona, è un Simeone da pazzi! Il Cholito segna 4 gol e asfalta la Lazio, su gazzetta.it, 24 ottobre 2021. URL consultato il 24 ottobre 2021.
  41. ^ Dario Saltari, Il calciatore di ottobre 2021: Giovanni Simeone, su ultimouomo.com, 5 novembre 2021.
  42. ^ Serie A, Verona-Juventus 2-1: Simeone si scatena, Allegri vede le streghe, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 18 giugno 2022.
  43. ^ Simeone all’Hellas Verona, su cagliaricalcio.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  44. ^ Giovanni Simeone è ufficialmente gialloblù, su hellasverona.it. URL consultato il 18 giugno 2022.
  45. ^ Il Napoli ufficializza l'acquisto di Giovanni Simeone, su sscnapoli.it, 18 agosto 2022. URL consultato il 18 agosto 2022.
  46. ^ Giovanni Simeone si trasferisce al Napoli, su hellasverona.it, 18 agosto 2022. URL consultato il 18 agosto 2022.
  47. ^ @simeonegiovanni ha scelto il numero di maglia, su twitter.com, 18 agosto 2022. URL consultato il 18 agosto 2022.
  48. ^ Napoli-Liverpool 4-1: Zielinski, Anguissa e Simeone firmano la notte magica degli azzurri, su repubblica.it, 7 settembre 2022. URL consultato l'8 settembre 2022.
  49. ^ Milan-Napoli 1-2: gol di Politano, Giroud e Simeone, su gazzetta.it, 18 settembre 2022. URL consultato il 18 settembre 2022.
  50. ^ (ES) "Somos responsables de todo", su ole.com.ar, 10 agosto 2016.
  51. ^ (ES) Tres jugadores de River, a la Selección, su cariverplate.com.ar, 17 agosto 2018. URL consultato il 24 luglio 2020.
  52. ^ Adriano Seu, Amichevoli, Argentina-Guatemala 3-0: Simeone subito a segno. L'Uruguay travolge il Messico con un super Suarez, su gazzetta.it, 7 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]