Francesco II d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco II d'Este
Francesco II duca di Modena.jpg
Duca di Modena e Reggio
Stemma
In carica 1662 - 1694
Predecessore Alfonso IV d'Este
Successore Rinaldo d'Este
Nascita Modena, 2 gennaio 1660
Morte Sassuolo, 6 settembre 1694
Casa reale Coat of arms of the House of Este (1239).svg Este
Padre Alfonso IV d'Este
Madre Laura Martinozzi
Consorte Margherita Maria Farnese
Ducato di Modena e Reggio
Este
Armoiries Este 1727.svg

Cesare
Figli e nipoti
Alfonso III
Figli
Francesco I
Alfonso IV
Francesco II
Rinaldo
Francesco III
Figli
Ercole III
Figli
Modifica

Francesco II d'Este (Modena, 1660Sassuolo, 6 settembre 1694) fu duca di Modena e Reggio dal 1662 al 1694. Era figlio del duca Alfonso IV d'Este e di Laura Martinozzi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenuto duca e sovrano di Modena a soli 2 anni, sotto la reggenza della madre Laura Martinozzi. La spodestò nel 1674, al compimento del quattordicesimo anno, su istigazione del cugino Cesare Ignazio. In un quadro politico europeo dove l'Inghilterra appariva indebolita dalle lotte intestine, l'Austria si trovava impegnata con tutte le sue forze contro i Turchi e la Spagna era entrata in piena decadenza, sempre più risultava invasiva l'egemonia del Re di Francia, Luigi XIV.

Il Ducato modenese in quelle contingenze storiche propendeva per la Francia, ma l'arroganza di Luigi XIV portò ad umiliare a più riprese il duca e gli altri Stati europei, finché questi, e soprattutto Austria e Piemonte, non furono costretti a reagire muovendogli guerra. Francesco II, dopo molte esitazioni, decise per la neutralità, scelta che però non gli evitò di dover subire gli acquartieramenti imperiali.

Francesco II, preferendo delegare le incombenze di governo al cugino Ignazio, consolidò per sé fama di uomo di grande cultura e amò soprattutto la musica (fu eccellente suonatore di violino). Seppe incoraggiare, quale mecenate, molti artisti e le stamperie musicali, .

Nel 1692, sposò la cugina Margherita Maria Farnese, principessa di Parma, dalla quale non ebbe figli.

La sua salute declinò tuttavia gradatamente (soffriva di gotta e poliartrite) sicché si spense nella reggia di Sassuolo all'età di 34 anni, assistito dal sempre fedele cugino Cesare Ignazio e da colui che diverrà il suo successore e prossimo duca di Modena, l'allora cardinale Rinaldo.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Francesco II d'Este Padre:
Alfonso IV d'Este
Nonno paterno:
Francesco I d'Este
Bisnonno paterno:
Alfonso III d'Este
Trisnonno paterno:
Cesare d'Este
Trisnonna paterna:
Virginia de' Medici
Bisnonna paterna:
Isabella di Savoia
Trisnonno paterno:
Carlo Emanuele I di Savoia
Trisnonna paterna:
Caterina Michela d'Asburgo
Nonna paterna:
Maria Farnese
Bisnonno paterno:
Ranuccio I Farnese
Trisnonno paterno:
Alessandro Farnese
Trisnonna paterna:
Maria d'Aviz
Bisnonna paterna:
Margherita Aldobrandini
Trisnonno paterno:
Giovanni Francesco Aldobrandini
Trisnonna paterna:
Olimpia Aldobrandini
Madre:
Laura Martinozzi
Nonno materno:
Girolamo Martinozzi
Bisnonno materno:
Vincenzo Martinozzi
Trisnonno materno:
Giovanni Battista Martinozzi
Trisnonna materna:
Bianca Lanci
Bisnonna materna:
Margherita Marcolini
Trisnonno materno:
Matteo Marcolini
Trisnonna materna:
Tommasa Bertozzi
Nonna materna:
Laura Margherita Mazzarino
Bisnonno materno:
Pietro Mazzarino
Trisnonno materno:
Girolamo Mazzarino
Trisnonna materna:
Margherita de Franchis-Passavera
Bisnonna materna:
Ortensia Buffalini
Trisnonno materno:
Giulio Buffalini
Trisnonna materna:
Francesca Bellone

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L.A. Muratori, Delle antichità estensi, II, Modena 1740, p. 594
  • E.J. Luin, Repertorio dei libri musicali di… F. II d'E. nell'Archivio di Modena, in LaBibliofilia, XXXVIII (1936), pp. 418–445
  • G. Beltrami, Il Ducato di Modena tra Francia e Austria, in Atti e mem. della Dep. di storia patria per le antiche prov. modenesi, s. 8, IX (1957), pp. 100–142
  • M.C. Nannini, Gli Estensi di Modena, Modena 1959, pp. 29–81; Id., Umanità e pietà di un duca di Modena: F. II d'E., Modena 1961
  • M.C. Nannini, F. II d'E. e L.A. Muratori, in Atti e mem. della Dep. di storia patria per le prov. modenesi, s. 9, II (1962), pp. 213–216
  • L. Amorth, Modena capitale, Milano 1967, pp. 144–158; G. Chiappini, Gli Estensi, Milano 1967, pp. 423–436
  • A. Namias, Storia di Modena, Bologna 1987, pp. 402–413; A. Venturi, La reale Galleria estense in Modena, Modena 1989, pp. 279–295
  • P. Golinelli - G. Muzzioli, Storia illustrata di Modena, a cura di, Milano 1990, II.
  • Alessandro Cont, Sotto tutela: il sovrano bambino in Italia (1659–1714),

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Modena e Reggio Successore
Alfonso IV 1662-1694 Rinaldo I
Controllo di autoritàVIAF: (EN5740096 · ISNI: (EN0000 0000 8353 3654 · LCCN: (ENn90667496 · GND: (DE119386445 · BNF: (FRcb15011854f (data) · ULAN: (EN500354229 · BAV: ADV12341152