Nicolò Maria d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicolò Maria d'Este
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Adria
Nato 1450?, Ferrara
Consacrato vescovo 1487
Deceduto 5 agosto 1507, Ferrara

Nicolò Maria d'Este (Ferrara, 1450? – Ferrara, 5 agosto 1507) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio naturale di Gurone d'Este, che a sua volta era figlio naturale del marchese di Ferrara Niccolò III d'Este e della sua amante Filippa della Tavola.

Nel 1483 venne nominato prevosto di Bondeno, abate commendatario di Santa Maria di Gavello (Rovigo) e rettore dell'ospitale di San Giacomo in Valdilamola. Nel 1484 morì il padre Gurone, abate commendatario di Nonantola e i monaci ne designarono successore il figlio Niccolò, senza però che l'elezione avesse effetto.

Nel 1487 divenne vescovo di Adria. L'ordinazione episcopale fu impartita il 12 agosto 1487 da Filasio Roverella, arcivescovo di Ravenna, assistito dai vescovi Filippo Contorni di Urbino e Battista de' Canonici di Faenza; presenti alla cerimonia lo zio, duca Ercole, la duchessa Eleonora e gli zii Sigismondo d'Este, Rinaldo e Alberto. Lo stesso anno accompagnò il nipote Ippolito di otto anni dal re d'Ungheria e Boemia Mattia Corvino a ricevere l'episcopato di Strigonio. Mattia era marito di Beatrice, sorella di Eleonora, quindi zio acquisito del fanciullo[1].

Compì numerosi viaggi in Italia e all'estero e nel 1492 fu a Roma per l'elezione di papa Alessandro VI. Dal 1502 ricoprì la carica di governatore del Patrimonio di San Pietro, con sede a Viterbo.

Morì a Ferrara il 5 agosto 1507.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ebbe tre figli naturali:

  • Niccolò
  • Gurone (?-1556)
  • Ercole

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

  • arcivescovo Filasio Roverella
  • vescovo Niccolò d'Este (12 agosto 1487)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [Giovanni Girolamo Monferrato de' Calcagnini?], Vita del cardinale Ippolito I. d'Este scritta da un anonimo con annotazioni, Milano, Coi tipi di Paolo Ripamonti Carpano, 1843, p. 8. URL consultato il 12 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Bishop Nicolò Maria d’Este †, su The Hierarchy of the Catholic Church. Current and historical information about its bishops and dioceses, 11 Nov 2015. URL consultato il 13 maggio 2017.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Immagine Blasonatura
Ornements extérieurs Evêques.svg
Blason Nicolas III d'Este (1383 - 1441).svg
Nicolò Maria d'Este
Vescovo di Adria

Stemma di Casa d'Este (l'inquartato di Nicolò III, lo stesso usato da Gurone, padre di Nicolò Maria). Lo scudo, accollato a una croce astile vescovile d'oro, posta in palo, è timbrato da un cappello con cordoni e nappe di verde. Le nappe, in numero di dodici, sono disposte sei per parte, in cinque ordini di 1, 2, 3.

Controllo di autoritàVIAF (EN84967553 · ISNI (EN0000 0000 7834 9684 · GND (DE129007900 · BNF (FRcb125732408 (data) · BAV ADV12229200