Contardo d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Contardo d'Este

Pellegrino

Nascita Ferrara 1216
Morte Broni 16 aprile 1249
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione 27 settembre 1628
Santuario principale Basilica di San Pietro a Broni
Ricorrenza 16 aprile
Attributi abito da pellegrino iacopeo
Patrono di Broni, compatrono di Modena

San Contardo d'Este (Ferrara, 1216Broni, 16 aprile 1249) è stato un religioso italiano, venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della famiglia Estense
Basilica di San Pietro a Broni

Era probabilmente il figlio naturale di Azzo VII d'Este, marchese di Ferrara[1]. Alcuni studiosi indicano il padre in Aldobrandino I d'Este[2].

Visse in santità e penitenza. Seguendo le orme della sorella Beatrice, che divenne monaca e fondò il Monastero di Sant'Antonio in Polesine, Contardo nel 1249 vestì l'abito del penitente e volle intraprendere la visita dei luoghi sacri. Pellegrino diretto a Santiago di Compostela, mentre passava per Broni probabilmente con l'intenzione di salpare dalla Liguria, si fermò su una collina per riposarsi e fu colpito da un malore.

Contardo morì a Broni il 16 aprile 1249 e venne tumulato nella chiesa parrocchiale.

Allo studio della sua vita ha dedicato molta parte del suo lavoro di ricerca la scrittrice ferrarese Gianna Vancini.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Il culto di san Contardo fu approvato da papa Paolo V.

La memoria liturgica è celebrata il 16 aprile.

Dal Martirologio Romano: "A Broni presso Pavia, commemorazione di san Contardo, pellegrino, che scelse una vita di estrema povertà e morì colpito da una malattia mentre era in cammino per Compostela".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. D'Este, Tav. VIII, Torino, 1835.
  2. ^ Memorie estensi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Ughi, Dizionario storico degli uomini illustri ferraresi, Ferrara, 1804.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. D'Este, Torino, 1835, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN252296047