Scultura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Scultore" rimanda qui. Se stai cercando la costellazione, vedi Scultore (costellazione).
Trapezophoros con due grifoni che sbranano una cerva. Scultura in marmo policromo (IV sec. a.C.). Rinvenuta ad Ascoli Satriano (FG) è considerata un'opera unica nel suo genere di cui non esistono precedenti analoghi.[1]
Scultura, dettaglio da una formella del Campanile di Giotto a Firenze

La scultura è l'arte di dare forma ad un oggetto partendo da un materiale grezzo o assemblando tra loro differenti materiali. Con il termine scultura si indica anche il prodotto finale, ovvero qualsiasi oggetto tridimensionale ottenuto come espressione di ispirazione artistica. Come molti altri termini riguardanti il mondo dell'arte anche il concetto di scultura si è evoluto nel tempo.

È possibile modellare un oggetto per addizione o sottrazione, e questo dipende dal tipo di materiale usato:

  • nel caso di legno o marmo, ad esempio, si sottrae, cioè si scolpisce intagliando, incidendo o asportando con uno strumento idoneo parte della materia;
  • quando invece si utilizza argilla o un materiale simile, si opera per addizione, aggiungendo man mano materia a quella iniziale. Similmente quando si saldano parti inizialmente divise, come strutture metalliche unite con un processo di saldatura o materiali diversi uniti grazie a collanti.

Tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Per un artista, la scelta del materiale con cui realizzare un'opera, deriva dalla tecnica che intende adoperare.

Lo scrittore Plinio il Vecchio divide l'arte plastica in fusoria, plastica e sculptura.

L'arte fusoria consiste nel fondere i metalli, l'arte plastica invece propone di modellare materiali malleabili, infine la sculptura si riferisce all'intaglio della pietra o dei materiali duri.

Le tecniche scultoree si dividono in due tipi:

  • Tecniche dirette
  • Tecniche indirette

Le tecniche dirette si riferiscono a:

Le tecniche indirette si riferiscono invece a:

  • Copia in pietra con l'uso del pantografo
  • Copia in cartapesta, creta, gesso, cemento ecc.
  • Fusione a cera persa
  • Creazione di opere con stampanti 3d, a partire da uno scan tridimensionale o da un progetto digitale.

Materiali tradizionali[modifica | modifica wikitesto]

David di Michelangelo, probabilmente la più conosciuta scultura, (Galleria dell'Accademia).

I materiali tradizionalmente usati nella scultura sono:

Materiali moderni[modifica | modifica wikitesto]

Particolare di una scultura in marmo di età romana

Nell'arte moderna si possono ottenere oggetti tridimensionali, quindi in senso lato "scultorei", anche attraverso una serie di materiali assemblati tra i più svariati (prelievo), e anche attrevarso elementi concettuali. Tra i materiali utilizzati dall'arte moderna si trovano:

Forme[modifica | modifica wikitesto]

Alcune forme della scultura sono:

Il surrealismo descriveva come "scultura involontaria" quella fatta quando si manipola qualcosa senza pensarci, ad esempio quando si piega una graffetta fermacarte o si arrotola un biglietto del cinema.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Isman, p. 81.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85119004 · GND (DE4046277-8 · BNF (FRcb11933241b (data) · NDL (ENJA00573617
Scultura Portale Scultura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scultura