Casali del Manco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casali del Manco
comune
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Cosenza-Stemma.png Cosenza
Amministrazione
Sindaco Maria Vercillo[1][2] (Commissario prefettizio)
Data di istituzione 5 maggio 2017
Territorio
Coordinate
Superficie 168,95[3] km²
Abitanti 10 112[4] (30-11-2016)
Densità 59,85 ab./km²
Comuni confinanti Pietrafitta, Aprigliano, Cosenza, Rovito, Celico, Spezzano della Sila, San Giovanni in Fiore, Longobucco
Altre informazioni
Cod. postale 87050
Prefisso 0984
Fuso orario UTC+1
Targa CS
Nome abitanti casalini

Casali del Manco è un comune italiano di 10 112[4] abitanti della provincia di Cosenza, in Calabria. È stato istituito il 5 maggio 2017 dalla legge regionale n.11 del 2017[5], a seguito dell'approvazione di un referendum tenutosi il 26 marzo 2017 il quale prevedeva la fusione dei comuni di Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo e Trenta. Sebbene nel penultimo comune la consultazione popolare abbia dato esito negativo, è stato deciso comunque l'accorpamento di quest'ultimo al nuovo ente.[6][7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine Casali si riferisce alle antichissime origini risalenti a prima dell'anno 1000. Il Casale è una comunità, in passato con proprie forme di organizzazione amministrativa. Fino ai nostri giorni ha subito modifiche e cambiamenti sia di dipendenza amministrativa (come le Baglive) che territoriali.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Universitas Casalium.

Nonostante questi profondi cambiamenti le diverse comunità hanno mantenuto una loro identità culturale. Ancora fino al 1800 i casali compresi nei 5 comuni di cui si è detto sopra erano 14: Spezzano Piccolo, Macchia, Macchisi; Serra Pedace (fino al 1837 accorpato a Pedace), Pedace, Iotta, Perito, Trenta, Magli, Feruci, Scalzati, Cribari, Casole Bruzio, Verticelli. Quasi tutti hanno mantenuto tradizioni e identità meno Macchisi (conurbato con Spezzano Piccolo) e Iotta (conurbato con Pedace) che hanno di fatto perso ogni caratteristica identitaria. Fino ai primi anni del 1800 in ognuno dei Casali si svolgevano regolari assemblee pubbliche (chiamate Università), ed atti di antichi e antichissimi notai ne registravano i verbali con tanto di delibere, interventi e decisioni e che testimoniano, ancora oggi, la vivacità della vita partecipata delle diverse comunità.

Il 26 marzo 2017 i cittadini di Pedace, Casole Bruzio, Serra Pedace, Trenta e Spezzano Piccolo hanno deciso con un referendum la fusione dei precedenti comuni nel nuovo comune di Casali del Manco.[8]

Voci collegate[modifica | modifica wikitesto]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.prefettura.it/cosenza/contenuti/Incarichi_conferiti_al_personale_non_dipendente_anno_2017-5495357.htm
  2. ^ Decreto Prefettizio N. 35389 del 10/05/2017 [1]
  3. ^ Derivato dalla fusione dei precedenti comuni.
  4. ^ a b Somma degli abitanti dei comuni precedenti. Bilancio demografico, ISTAT. URL consultato il 5 maggio 2017.
  5. ^ Delibera Regionale [2]
  6. ^ Pietro Bellantoni, Casali del Manco, ecco l'iter per la nascita del Comune unico, Corriere della Calabria, 3 maggio 2017. URL consultato il 5 maggio 2017.
  7. ^ Via libera al nuovo Comune di Casale del Manco Consiglio regionale approva la fusione tra cinque paesi, Il Quotidiano del Sud, 4 maggio 2017. URL consultato il 5 maggio 2017.
  8. ^ "Referendum, la Presila cosentina dice “Si” alla fusione dei cinque comuni in “Casali del Manco”", articolo del 27 marzo 2017 su QuiCosenza.it.