Sersale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sersale
comune
Sersale – Stemma Sersale – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
Sindaco Salvatore Torchia (Progetto Sersale) dall'11-06-2017
Territorio
Coordinate 39°01′N 16°44′E / 39.016667°N 16.733333°E39.016667; 16.733333 (Sersale)Coordinate: 39°01′N 16°44′E / 39.016667°N 16.733333°E39.016667; 16.733333 (Sersale)
Altitudine 740 m s.l.m.
Superficie 53,3 km²
Abitanti 4 797[1] (30-06-2012)
Densità 90 ab./km²
Comuni confinanti Cerva, Cropani, Magisano, Petronà, Sellia Marina, Zagarise
Altre informazioni
Cod. postale 88054
Prefisso 0961
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 079130
Cod. catastale I671
Targa CZ
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti sersalesi
Patrono Santa Maria del Carmine
Giorno festivo 16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sersale
Sersale
Sersale – Mappa
Posizione del comune di Sersale all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Sersale è un comune italiano di 4.797 abitanti della provincia di Catanzaro, in Calabria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Cascata Campanaro

Di notevole valore escursionistico e paesaggistico è l'Area Naturalistica Valli Cupe con i suoi canyon, le cascata del fiume Campanaro e le cascate del fiume Crocchio. Il Canyon Valli cupe è unico in Europa nel suo genere e custodisce la rarissima felce bulbifera. Tra le innumerevoli cascate quella dell'Inferno con le sue profonde gole e i vetusti platani orientali è una delle più suggestive.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione ufficiale di Sersale risale al 3 agosto del 1620, per merito di 13 coloni di Serrastretta. Dopo pochissimi anni dalla fondazione il borgo aveva attirato decine e decine di famiglie provenienti in gran parte dalla cittadina dei fondatori e da Scigliano, centro della Presila cosentina che qualche secolo prima aveva dato origine a Serrastretta.

La zona dove ora sorge Sersale era già abitata in estate da pastori provenienti dal Reventino, infatti sembra che due edifici dell'attuale centro storico esistessero già nel 1538.

La storia del territorio di Sersale affonda le radici nel periodo greco e romano, come dimostrato dagli scavi archeologici nelle località Borda e Marina di Sersale. Di una certa rilevanza sono degli sporadici ritrovamenti del periodo preistorico.

Del periodo medievale risalgono i monasteri italo-greci dei Santi Tre Fanciulli del IX secolo in località Casalini-Castania, Santa Maria della Sana, dello stesso periodo e fra i più importanti in Calabria sito nell'omonima località sulle pendici del Monte Raga, e San Nicola in località Trebisina-San Nicola nel 1230 trasformato in castello dai conti Falluch di Catanzaro per ordine di Federico II.

Nel monastero dei Santi Tre Fanciulli il 1217 soggiornò per un certo periodo papa Onorio III.

In località Monacaria dove ora rimangono pochissimi resti sorgeva l'importante monastero florense di Santa Maria d'Acquaviva o di Monacaria costruito nel 1194, direttamente da Gioacchino da Fiore insieme al discepolo Pietro da Cosenza. Anche se rimangono poche tracce fu considerato uno dei più importanti monasteri florensi del massiccio silano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione comunale[modifica | modifica wikitesto]

L'amministrazione comunale vede come sindaco l'avvocato Salvatore Torchia in carica dall'8 maggio 2012 e protratto dall'11 giugno 2017

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio della città è l'A.S. Sersale, fondata nel 1975, è stata promossa in Serie D il 9 aprile 2016 vincendo il campionato di Eccellenza Calabrese insieme alla Coppa Italia Dilettanti Calabria, alla Supercoppa Calabria e alla Coppa Disciplina. Disputerà, nella stagione calcistica 2017/18, in quanto retrocessa, il campionato di Eccellenza calabrese

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2012.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN130232258 · BNF: (FRcb12653626k (data)
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calabria