Fagnano Castello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fagnano Castello
comune
Fagnano Castello – Stemma Fagnano Castello – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Cosenza-Stemma.png Cosenza
Amministrazione
Sindaco Giulio Tarsitano (Trasparenza e legalità) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 39°34′N 16°03′E / 39.566667°N 16.05°E39.566667; 16.05 (Fagnano Castello)Coordinate: 39°34′N 16°03′E / 39.566667°N 16.05°E39.566667; 16.05 (Fagnano Castello)
Altitudine 516[1] m s.l.m.
Superficie 29,67 km²
Abitanti 3 957[2] (30-04-2012)
Densità 133,37 ab./km²
Frazioni Cafaro, Carbonaro, Ferraro, Mallamo, Mirabella, Policarette, Rinacchio, San Lauro, Sant'Angelo
Comuni confinanti Acquappesa, Cetraro, Malvito, Mongrassano, San Marco Argentano, Santa Caterina Albanese
Altre informazioni
Cod. postale 87013
Prefisso 0984
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 078051
Cod. catastale D464
Targa CS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 951 GG[3]
Nome abitanti fagnanesi
Patrono san Sebastiano
Giorno festivo 20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fagnano Castello
Fagnano Castello
Posizione del comune di Fagnano Castello all'interno della provincia di Cosenza
Posizione del comune di Fagnano Castello all'interno della provincia di Cosenza
Sito istituzionale

Fagnano Castello è un comune di 3.957 abitanti della provincia di Cosenza.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del nome Fagnano Castello è tuttora fonte di discussione e intorno ad essa sono state formulate varie ipotesi. Vincenzo Padula, nell'opera Protogea, ipotizzava che l'etimologia di Fagnano potesse essere ricondotta alla lingua ebraica e fosse correlata alla morfologia montana del suo territorio[4]; per Padula, infatti, l'"agnano" di Fagnano sarebbe da ricondurre all'ebraico "hanan", nebbia, nube.

Gerhard Rohlfs, il glottologo tedesco grande conoscitore del meridione d'Italia, trova l'origine del nome nell'espressione latina Fannianum Praedium (proprietà di Fannius)[5].

Sono presenti tracce in una località privata situata in una zona montuosa del luogo che fanno pensare alla presenza di un antico torrione, (molto probabilmente questa costruzione, durante il periodo dell'unità d'Italia, era ancora presente) le uniche prove dell'esistenza di questo edificio sono alcuni scavi, risalenti al 2009, che hanno portato alla luce delle fondamenta circolari, che sono state identificate come la base di questo torrione. Come accennato in precedenza, molto probabilmente, questo torrione dopo il 1861 era ancora in piedi, questo perché il nome Castello è stato aggiunto per distinguere Fagnano, da altri paesi omonimi in Italia.

Origine del nucleo urbano[modifica | modifica wikitesto]

Anche intorno alla nascita di Fagnano Castello esistono diverse teorie e leggende. Una delle tanti vuole che il paese sia stato fondato da alcuni abitanti in fuga da Malvito dopo aver ucciso il Principe del quale non accettavano la tirannia. Ma dopo alcuni studi, condotti dall'Architetto Gennaro Sinimarco il quale ha scritto anche un libro al riguardo: "Fagnano Castello La Storia dal 989 al 2009", si è evinto, che è vero che alcuni abitanti di Malvito sono scappati dal loro paese, ma la comunità fagnanese era già presente da tempo sul territorio, a conferma dell'ipotesi sono stati rinvenute alcune monete risalenti alla seconda guerra punica su cui è "stampata" la dicitura "Fannius et Fili".

Nel 1214 e nel 1230 Fagnano Castello è stato colpito da gravissimi sismi che lo distrussero.

Fagnano Castello subì diverse dominazioni tra le quali quella sveva, quella dei Principi di Bisignano e quella del Principe di Sant'Agata. Compresa nel cantone di Acri, ai tempi della Repubblica Partenopea, col nuovo assetto amministrativo dato dai francesi al regno di Napoli, all'inizio del XIX secolo, fu inclusa dapprima, quale università, nel cosiddetto governo di Mottafollone e poi tra i comuni del circondario di San Marco Argentano, nella cui giurisdizione fu mantenuta anche dalla legge di riforma borbonica. La storia post-unitaria si confonde con quella del resto della penisola. Sul finire degli anni venti del Novecento le furono annesse Malvito e Santa Caterina Albanese, che tornarono a essere autonome nel 1934. Tra le testimonianze storico-architettoniche figurano le chiese dell'Immacolata e di San Pietro, rifatte in età barocca, su edifici di culto precedenti.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Persone legate a Fagnano Castello[modifica | modifica wikitesto]

Eventi e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

A Fagnano si organizzano eventi e manifestazioni sia a carattere laico che a carattere religioso.

  • Le principali manifestazioni a carattere religioso sono:
  Festa di San Sebastiano, Patrono del paese (20 gennaio): per secoli in questo giorno, oltre ai festeggiamenti religiosi e laici, si teneva anche la più grande fiera dell'anno, principalmente incentrata sulla compravendita di bestiame 
  Festa della Natività della Beata Vergine Maria (8 settembre): nasce nel lontano 1854, allorché il paese pregò la Madonna affinché fermasse la peste che minacciava Fagnano, promettendole in cambio per sempre una festa a Lei dedicata proprio in questo giorno.
  • Le principali manifestazioni laiche sono:
  La Sagra della Castagna
  Il Blues&vento
  Il Palio dei Rioni


Sagra della Castagna[modifica | modifica wikitesto]

La sagra viene organizzata ogni anno nell'ultimo weekend di ottobre. Il paese, in particolare il centro storico, è invaso da eventi che si svolgono da mattina a sera. La sagra è caratterizzata dalla presenza di stand pieni di prodotti tipici e dolci di castagno, esposizioni di artigiani locali (falegnami, sarti, fabbri, sediai, calzolai, etc.), piccoli concerti di musica popolare tenuti da artisti di strada ed esibizioni di compagnie di Teatro di Strada.

Particolarmente apprezzato dai turisti è lo stand delle caldarroste che distribuisce gratuitamente il frutto della castagna, cotto su fuoco in una grande casseruola bucata, per tutta la durata della Sagra.

Nel 2015 si è tenuta la XXXII Edizione.

Blues&vento[modifica | modifica wikitesto]

Il Blues&vento, è una manifestazione musicale nata nell'agosto del 2007 per volontà dell'associazione culturale FagnanoInVento[7]. FagnanoInVento opera sul territorio del Comune di Fagnano Castello per promuovere una serie di attività culturali (concerti, presentazioni di libri, mostre, attività ludiche, ecc.) che, al di là del valore artistico intrinseco, fungono da strumenti di aggregazione sociale e tentano di restituire convivialità alla vita di un piccolo borgo attanagliato da problemi sociali e dallo spopolamento dettato dalla marginalità geografica e economica che affliggono tutto il territorio calabrese. L'idea di un evento basato sul Blues nasce dalla rivoluzionarietà che tale genere incarna, una musica di lotta e di ribellione che ha rappresentato una seppur limitata rivalsa della popolazione afroamericana oltre Atlantico in tempi bui della storia e che l'accomunano con la voglia di riscatto che informa le diverse espressioni di musica di tradizione popolare dell'Italia meridionale.
Artisti internazionali che hanno solcato il palco del Blues&vento: Michael Burks (2011), Matt Schofield (2012), Matthew Lee (2013), Sven Hammond Soul (2014), Mighty Mo Rodgers (2015).

Il Palio dei Rioni[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione è del 1993. I giochi non stati organizzati, purtroppo, tutti gli anni, ma sono comunque ripresi con l'edizione del 2015 tenutasi dal 12 luglio al 4 agosto dello stesso anno.

Il Comune è stato suddiviso in 6 rioni che sono rappresentati ognuno da un animale e da un colore: l'Aquila (rosso), il Cinghiale (bianco), il Falco (blu), la Lepre (giallo), il Lupo (verde) e la Volpe (arancione).

Il Palio si svolge in piena estate. Principali eventi del palio sono i giochi nuovi e antichi, in cui si sfidano i vari rappresentanti dei Rioni, e 8 feste che si tengono in 8 serate diverse: la cerimonia di apertura (organizzata da tutti i rioni), 6 feste organizzate dai singoli rioni e la serata finale con cerimonia di premiazione e chiusura (organizzata anch'essa da tutti i rioni). Durante ogni festa sono previsti dei giochi per i quali vengono assegnati dei punteggi ai vari rioni. La serata finale è quella che di solito prevede il maggior numero di giochi.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Le edizioni disputate finora sono 10:

Anno Vincitore
1993 Rione Lupo
1994 Rione Lepre
1995 Rione Lupo
1996 Rione Lupo
1997 Rione Falco
1998 Rione Lupo
1999 non disputato
2000 non disputato
2001 non disputato
2002 non disputato
2003 non disputato
2004 non disputato
2005 Rione Lupo
2006 Rione Cinghiale
2007 Rione Cinghiale
2008 non disputato
2009 non disputato
2010 non disputato
2011 non disputato
2012 non disputato
2013 non disputato
2014 non disputato
2015 Rione Falco
2016 -

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.comuni-italiani.it, Fagnano Castello: Clima e Dati Geografici.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2012.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Vincenzo Padula, Protogea, ovvero l'Europa preistorica, Napoli: Stabilimento tipografico di P. Androsio, 1871, p. 383.
  5. ^ Gerhard Rohlfs, Dizionario toponomastico e onomastico della Calabria: prontuario filologico-geografico della Calabria, Ravenna: Longo, 1974.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Associazione Culturale nata nel febbraio 2009 sul territorio comunale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]