Portale:Alpinismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portale dell'Alpinismo

Portale:Alpinismo - Progetto:Alpinismo - Il Rifugio - Categoria:Alpinismo

Icona Introduzione

L'alpinismo è una disciplina sportiva che si basa sul superamento delle difficoltà incontrate durante la salita di una montagna. L'ascesa alpinistica può avvenire su roccia, neve, ghiaccio o percorsi misti, utilizzando anche tecniche di arrampicata su roccia o arrampicata su ghiaccio.

L'etimologia della parola rimanda alle Alpi e ai primi tentativi di scalata delle sue maggiori vette.

Qui di seguito troverete trattati gli argomenti:

  • Alpinisti: gli alpinisti più importanti per la storia dell'alpinismo e gli ultimi eventi
  • Luoghi: i luoghi simbolo per l'alpinismo
  • Attrezzatura e tecnica
  • Arrampicata su ghiaccio
Pix.gif
Icona Immagine del giorno
Una cordata di alpinisti impegnata sul Supercouloir, sulla parete est del Mont Blanc du Tacul
Pix.gif


Alpinisti
Icona Alpinista in evidenza
Ueli Steck.jpg

Ueli Steck (Langnau im Emmental, 4 ottobre 1976) è un alpinista e arrampicatore svizzero. È divenuto famoso per le sue solitarie e record di velocità su impegnative pareti delle Alpi. Ha stabilito record di velocità sulle pareti nord dell'Eiger, del Cervino e delle Grandes Jorasses.

Il più giovane di tre fratelli, Ueli Steck si è avvicinato allo sport con l'hockey su ghiaccio, ricoprendo il ruolo di difensore. A dodici anni, con la prima ascensione in montagna e qualche anno più tardi con l'arrampicata, scopre la sua nuova passione. Nel 1995, a 18 anni, sale per la prima volta la nord dell'Eiger per la via Heckmaier. Seguono molte salite sulle Alpi che gli permettono nel 2001 di effettuare la prima spedizione extra-europea sul Pumori, nella cui parete ovest apre una nuova via. La sua crescente fama gli permette di lasciare il lavoro da carpentiere e di fare dell'alpinismo una professione.

Leggi la voce...

Pix.gif
Icona Ultimi eventi
  • 9 ottobre 2013 lo svizzero Ueli Steck ha salito in solitaria la parete sud dell'Annapurna lungo una nuova via direttissima, tentata nel 1992 da Jean-Christophe Lafaille e Pierre Beghin fino a 7.500 m. Steck ha impiegato solo 28 ore tra andata e ritorno dal campo base avanzato, raggiungendo la vetta di notte.
  • Luglio 2013 i fratelli austriaci Hansjörg e Matthias Auer e lo svizzero Simon Anthamatten hanno compiuto la prima ascensione dell'inviolata cima est del Kunyang Chhish, di 7.400 metri nel Karakorum pakistano. La salita è avvenuta lungo la parete sud-ovest di 2.400 metri, con difficoltà di misto fino all'M4/M5. La vetta è stata raggiunta il 19 luglio.
  • 18-20 maggio 2013 il britannico Kenton Cool ha realizzato il primo concatenamento di Nuptse, Everest e Lhotse, senza passare dal campo base. Partito sabato 18 maggio, ha prima salito il Nuptse, quindi dopo una pausa al Colle Sud, ha raggiunto la vetta dell'Everest nella notte tra sabato e domenica. Dopo una nuova pausa al Colle Sud ha attaccato il Lhotse lunedì pomeriggio. Su Everest e Lhotse era accompagnato da Dorje Gylgen Sherpa. Ha utilizzato corde fisse e ossigeno supplementare.
  • 14 gennaio 2013 L'austriaco Markus Pucher ha compiuto la prima salita in free solo e seconda solitaria assoluta della via dei Ragni sul Cerro Torre. L'alpinista ha impiegato 3 ore e 15 minuti dal bivacco sotto il Colle della Speranza alla vetta (5 ore e 40 minuti totali per la salita e la discesa).
Pix.gif


Icona Alpinisti per periodo

Dal 1786 al 1870

Christian AlmerMelchior AndereggJacques BalmatJean-Antoine CarrelMichel CrozDouglas William FreshfieldAdolphus Warburton MooreMichel Gabriel PaccardHorace-Bénédict de SaussureQuintino SellaHorace WalkerEdward Whymper

Dal 1870 alla 1ª guerra mondiale

Alexander BurgenerWilliam Auguste CoolidgeAngelo DibonaHans DülferJames EcclesAlbert Frederick MummeryTita PiazPaul PreussÉmile ReyGuido ReyGeorg Winkler

Tra le due guerre mondiali

Pierre AllainThomas Graham BrownRiccardo CassinRenato ChabodEmilio ComiciBruno DetassisGiusto GervasuttiDomenico RudatisGino SoldàEmil SollederRenzo VidesottBatista VinatzerWillo Welzenbach

Dal dopoguerra agli anni sessanta

Armando AsteHermann BuhlWalter BonattiChris BoningtonRené DesmaisonKurt DiembergerMaurice HerzogLouis LachenalCesare MaestriPierre MazeaudGaston RébuffatLionel Terray

Anni settanta e ottanta

Jean-Marc BoivinRenato CasarottoTomo ČesenGianni CominoPatrick GabarrouAlessandro GognaGian Carlo GrassiHans KammerlanderFranc KnezJerzy KukuczkaErhard LoretanReinhold MessnerGian Piero MottiMichel PiolaChristophe ProfitKrzysztof Wielicki

Dagli anni novanta ad oggi

Valerij BabanovPatrick BerhaultCatherine DestivelleChristoph HainzSteve HouseAlexander HuberThomas HuberGerlinde KaltenbrunnerJean-Christophe LafailleSimone MoroEdurne PasabanUeli SteckDenis Urubko
Pix.gif


Luoghi dell'alpinismo
Icona Asia

Himalaya

Ottomila: AnnapurnaBroad PeakCho OyuDhaulagiriEverestGasherbrum IGasherbrum IIK2KangchenjungaLhotseMakaluManasluNanga ParbatShisha Pangma
Altre: Ama DablamChangabangChogolisaJannuMeruNuptsePumoriShivlingThalay SagarTorri di Trango
Pix.gif
Icona Americhe

Patagonia

Cerro ChalténCerro TorreCordigliera del Paine
Pix.gif
Icona Montagna in evidenza
Il Petit Dru visto da nord-ovest
Pix.gif


Icona Alpi e Appennini

Alpi Graie

Massiccio del Monte Bianco: Aiguille Blanche de PeutereyAiguille Noire de PeutereyAiguille VerteAiguilles du DruAiguille du FouAiguille du MidiDente del GiganteGrand CapucinGrand Pilier d'AngleGrandes JorassesLes DroitesMonte BiancoMont Blanc du TaculMonte MauditTour Ronde
Altre : Gran Paradiso, Grande Casse

Alpi Pennine

Massiccio del Monte Rosa: LyskammMonte BreithornParete est del Monte RosaParete valsesiana del Monte RosaPunta DufourPunta GnifettiPunta NordendPunta Zumstein
Altre : Cervino, Weisshorn

Alpi Cozie

Monviso

Alpi Marittime

Corno Stella

Prealpi lombarde

Grigna settentrionaleGrignettaPresolanaResegone

Alpi Retiche

Dolomiti di BrentaOrtlesPizzo BadilePizzo Bernina

Dolomiti

FurchettaGruppo del CatinaccioGruppo del SellaMarmoladaMonte CivettaPale di San MartinoPelmoSass dla CruscSassolungoTre Cime di Lavaredo

Alpi bernesi

EigerJungfrau

Alpi del Delfinato

AilefroideBarre des ÉcrinsMeijeMonte PelvouxPic d'OlanPic Sans Nom

Appennini

Gran SassoMajellaSirente-VelinoMonti SibilliniMonti della LagaTerminillo

Pix.gif


Attrezzatura e tecnica
Icona Attrezzatura in evidenza
Klim crampons.jpg

I ramponi sono attrezzi appartenenti all'equipaggiamento alpinistico utilizzati per la progressione su ghiaccio o neve ghiacciata.

Quelli "classici" sono costituiti da punte metalliche che vengono mantenute solidali agli scarponi grazie a un intreccio di cinghie che sono poi strette da una o più fibbie. I ramponi di stampo moderno (detti ramponi ad attacco rapido) sono invece dotati, nella parte anteriore, di un segmento in acciaio destinato a porsi nel corrispondente incavo degli scarponi da ghiaccio a suola rigida e, nella parte posteriore, di un meccanismo a scatto che ne consente il fissaggio.

Leggi la voce...

Pix.gif
Icona Tecnica in evidenza

Lo stile alpino (in inglese alpine style) è un particolare stile di ascensione alpinistica di una montagna che non fa uso di:

  • ossigeno supplementare
  • portatori d'alta quota
  • corde fisse
  • campi preinstallati.

Oltre il campo base tutto il materiale è trasportato dagli alpinisti stessi e quindi si deve trattare di un equipaggiamento particolarmente leggero. La salita viene inoltre effettuata in un unico tentativo, senza nel frattempo far ritorno al campo base lasciando la parete attrezzata.

L'alpinista austriaco Hermann Buhl effettuò con Kurt Diemberger nel 1957 la prima ascensione del Broad Peak (8047 m s.l.m., nel Karakorum), diventando così il primo salitore di due 8000. Per motivi organizzativi, la spedizione si trovò senza portatori prima del campo base; Buhl reimpostò l'organizzazione, affrontando la salita come se si fosse trattato di un'ascensione nelle Alpi occidentali italiane, senza appoggi esterni, senza ossigeno supplementare e con attrezzatura relativamente leggera.

Leggi la voce...

Pix.gif


Icona Voci di riferimento

Attrezzatura

Base: CaschettoLampada frontaleSacco a peloScarponeZaino
Neve e ghiaccio: Ghette da nevePelle di focaPiccozzaRacchette da neveRamponiVite da ghiaccio
Protezione: BloccanteChiodo da rocciaCordaDiscensoreFrenoFriendImbragaturaMoschettoneNut

Tecniche e discipline

Tecniche: Campo baseCordataCapocordataDiscesa in corda doppiaPendoloPunto di ancoraggioSostaStile alpinoTiro di corda
Discipline: ArrampicataArrampicata su ghiaccioCamminata nordicaDry-toolingSci alpinismoSnowboard alpinismoTorrentismo

Pix.gif


Arrampicata su ghiaccio
Icona Principali competizioni
Pix.gif
Icona Atleta in evidenza

Harald Berger (Linz, 31 ottobre 1972Hintersee, 20 dicembre 2006) è stato un arrampicatore, alpinista e guida alpina austriaco. Ha praticato l'arrampicata in falesia, il bouldering, le vie lunghe e l'arrampicata su ghiaccio.

Ha cominciato ad arrampicare a quattordici anni facendo bouldering vicino a casa. Finite le scuole superiori si è trasferito a Salisburgo dove si è dedicato a varie discipline, dall'arrampicata sportiva a quella su ghiaccio e allo sci alpinismo. Dal 2002 ha partecipato alla Coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio vincendone tre edizioni, nel 2002, 2003, e 2006. Sul misto ha salito vie di difficoltà fino all'M13 e ha scalato cascate di ghiaccio in tutto il mondo.

Leggi la voce...

Pix.gif
Icona Ultimi eventi
  1. Alexey Tomilov - Angelika Rainer
  2. Valentyn Sypavin - Anna Gallyamova
  3. HeeYong Park - WoonSeon Shin
  1. Maxim Tomilov - Angelika Rainer
  2. Alexey Tomilov - Anna Gallyamova
  3. Hee Yong Park - Lucie Hrozova
Pix.gif


Elenchi
Icona Alpinisti
Pix.gif
Icona Associazioni alpinistiche
Pix.gif
Icona Sentieri e alte vie
Pix.gif
Icona Tecniche e discipline alpinistiche‎
Pix.gif


Icona Portali correlati
Pix.gif