Punta Gnifetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Punta Gnifetti
Punta Gnifetti.JPG
Versante ovest della Punta Gnifetti
Stati Italia Italia
Svizzera Svizzera
Regione Piemonte Piemonte
Vallese Vallese
Provincia Vercelli Vercelli
Altezza 4.554 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°55′38″N 7°52′37″E / 45.927222°N 7.876944°E45.927222; 7.876944Coordinate: 45°55′38″N 7°52′37″E / 45.927222°N 7.876944°E45.927222; 7.876944
Altri nomi e significati Signalkuppe (tedesco)
Cima del segnale
Data prima ascensione 9 agosto 1842
Autore/i prima ascensione Giovanni Gnifetti, Cristoforo Ferraris, Cristoforo Grober, Giacomo e Giovanni Giordani, Giuseppe Farinetti e due portatori
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Punta Gnifetti
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Pennine
Sottosezione Alpi del Monte Rosa
Supergruppo Gruppo del Monte Rosa
Gruppo Massiccio del Monte Rosa
Codice I/B-9.III-A.2

La Punta Gnifetti (4.554 m s.l.m. - Signalkuppe in tedesco) è una delle vette più alte del massiccio del Monte Rosa nelle Alpi Pennine e si trova sul confine italo-svizzero. Interessa i comuni di Alagna Valsesia e Zermatt.

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

La montagna porta il nome di Giovanni Gnifetti, parroco di Alagna Valsesia che per primo l'ha raggiunta. Il nome tedesco Signalkuppe (cima del segnale) deriva dalla presenza di un obelisco roccioso che ne caratterizzava l'aspetto prima che venisse demolito durante la costruzione del rifugio.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La Punta Gnifetti (in secondo piano) e la Punta Zumstein (in primo piano) dalla Punta Dufour.

La Punta Gnifetti costituisce un punto orografico di primaria importanza. Dalla vetta partono tre creste montuose: una va verso nord e passando per la Punta Zumstein conduce alla Punta Dufour; un'altra va verso sud-ovest e conduce alla Punta Parrot, al Ludwigshöhe e poi al Colle del Lys; la terza infine scende verso est e forma la cosiddetta Cresta Signal.

La vetta, per la sua particolare collocazione ed in condizioni di buona visibilità, può essere osservata da buona parte della pianura padana. Dal 1893 vi si trova il Rifugio Regina Margherita.

Sulla vetta della montagna sul lato nord del rifugio è collocato il punto geodetico della rete primaria IGM denominato 029901 Punta Gnifetti[1].

Prima ascensione[modifica | modifica sorgente]

La prima ascensione fu compiuta il 9 agosto 1842 dal parroco di Alagna Giovanni Gnifetti con Cristoforo Ferraris, Cristoforo Grober, Giacomo e Giovanni Giordani, Giuseppe Farinetti e due portatori. Giovanni Gnifetti aveva già tentato l'ascesa il 26-27 luglio 1834, il 28-29 giugno 1836 e il 12 agosto 1839.[2]

Salita alla vetta[modifica | modifica sorgente]

La Punta Gnifetti è la vetta più frequentata di tutto il gruppo del Monte Rosa per il suo accesso relativamente facile e per la presenza del Rifugio Regina Margherita sulla vetta, il più alto in Europa.

È possibile salire sulla Punta Gnifetti utilizzando la via normale italiana che passa dal colle del Lys. Si può partire da Alagna Valsesia oppure da Gressoney-La-Trinité. Dopo aver raggiunto i rifugi Giovanni Gnifetti e Mantova (eventualmente servendosi degli impianti funiviarii che si trovano in entrambe le vallate), si risale con attenzione il crepacciato ghiacciaio del Lys fino al Colle del Lys. Superatolo, ci si dirige facilmente verso il Colle Gnifetti e quindi alla vetta.

Un'altra via di salita molto interessante e frequentata, ma alpinistica ed impegnativa, è la Cresta Signal. La si percorre dopo aver pernottato alla Capanna Luigina Resegotti, che può essere raggiunto da Alagna oppure da Macugnaga.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ cfr: Scheda informativa del punto geodetico. URL consultato il 14-03-2011.
  2. ^ Saglio e Boffa, op. cit., pp. 241-242
  3. ^ Saglio e Boffa, op. cit., pp. 246-248

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]