Patrick Gabarrou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Patrick Gabarrou soprannominato il Gab (Évreux, 19 luglio 1951) è un alpinista e guida alpina francese. È uno dei più forti alpinisti francesi degli anni '80 e '90 con 300 prime ascensioni.[1] Molte di queste vie si trovano nel gruppo del Monte Bianco: ha aperto ben sei nuove vie sulla parete nord delle Grandes Jorasses e altri itinerari divenuti dei classici come Divine Providence sul Grand Pilier d'Angle o il Supercouloir sul Mont Blanc du Tacul. Atleta polivalente, ha tracciato vie su roccia, ghiaccio e misto, contribuendo soprattutto all'evoluzione dell'arrampicata su ghiaccio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La parete est del Grand Pilier d'Angle su cui sale Divine Providence aperta da Gabarrou e François Marsigny nel 1984

Originario della Normandia si è dedicato al calcio fino ai diciassette anni. Ha scoperto l'alpinismo a quindici anni quando un gruppo di compagni del Liceo ha organizzato un campeggio a Le Chazelet, nelle Alpi del Delfinato. Nel 1973 si è laureato in filosofia alla Sorbona e parallelamente è divenuto guida alpina.[2][1] È stato presidente di Mountain Wilderness dal 1990 al 1994 ed è presidente onorario della sezione francese.[3]

Sposato e con una figlia, oltre alla sua attività di alpinista Patrick tiene delle conferenze in cui racconta le sue esperienze ed ascensioni.

Salite sulle Alpi[modifica | modifica sorgente]

Nel seguente elenco sono riportate alcune delle salite più significative di Patrick Gabarrou sulle Alpi.[4]

  • Via Bonatti - Aiguilles du Dru - 1972 - Salita con Henri Belair
  • Via Brown - Aiguille de Blaitière - 1972 - Salita invernale con Alain Nicollet
  • Goulotte Albinoni-Gabarrou - Mont Blanc du Tacul - luglio 1974 - Prima salita con Jean-Pierre Albinoni[5]
  • Supercouloir - Mont Blanc du Tacul - 18-20 maggio 1975 - Prima salita con Jean-Marc Boivin[6]
  • Boivin-Gabarrou - Les Droites - 2-3 agosto 1975 - Prima salita con Jean-Marc Boivin[7]
  • Boivin-Gabarrou - Aiguille Verte - 25 settembre 1975 - Prima salita con Jean-Marc Boivin[8]
  • Via Gabarrou-Suzuki - Aiguille Blanche de Peuterey - 28 luglio 1975 - Prima salita con Masalu Suzuki[9]
  • Direttissima Gabarrou-Silvy - Aiguille Sans Nom - 1978 - Prima salita con Philippe Silvy
  • Goulotte Nord - Dente del Gigante - 26 giugno 1979 - Prima salita con Bernard Muller[10]
  • Goulotte Gabarrou-Marsigny (o Super Goulotte) - Barre des Écrins - 31 luglio 1980 - Prima salita con François Marsigny, 1200 m/ED[11]
  • Via Gabarrou-Steiner - Monte Maudit/Spalla nord-est - 7 giugno 1981 - Prima salita con Pierre-Alain Steiner[12]
  • Hypercouloir del Brouillard - Monte Bianco - 13-14 maggio 1982 - Prima salita con Pierre-Alain Steiner[13]
  • Direttissima Gabarrou-Long - Pilastro Rosso di Brouillard - 28-29/07/1983 - Prima salita con Alexis Long[14]
  • Abominette - Monte Bianco - 25 aprile 1984 - Prima salita con Christophe Profit e Sylviane Tavernier[15]
  • Frêneysie Pascal - Monte Bianco - 20-21 aprile 1984 - Prima salita con François Marsigny[15]
  • Divine Providence - Grand Pilier d'Angle - 5-8 luglio 1984 - Prima salita con François Marsigny (la via verrà liberata da Alain Ghersen e Thierry Renault nel 1990)[16][17]
La parte finale del Supercouloir, la goulotte aperta da Gabarrou e Jean-Marc Boivin nel 1975
  • Cascata di Notre Dame - Monte Bianco - 14-15 ottobre 1984 - Prima salita con François Marsigny[18]
  • Fantomastic - Monte Bianco - 4-5 aprile 1985 - Prima salita con François Marsigny[15]
  • Direttissima punta Walker - Grandes Jorasses - 1986 - Prima salita con Hervé Bouvard
  • Direttissima punta Margherita - Grandes Jorasses - 1992 - Prima salita con Christian Appertet
  • Aux amis disparus - Cervino / Naso di Zmutt - 1992 - Prima salita con Lionel Daudet
  • Oméga - Petites Jorasses - 24-25 marzo 1994 - Prima salita con Ferran Latorre[19]
  • Dies Irae - Punta Gnifetti - 29-30 marzo 1994 - Prima salita con Ferran Latorre[20]
  • Directe pour Tobias - Punta Gnifetti - 7-9 agosto 1998 - Prima salita con Christophe Ducros, via dedicata allo scomparso alpinista Tobias Heymann[20]
  • Free Tibet - Cervino / Naso di Zmutt - 2000 - Prima salita con Cesare Ravaschietto
  • Padre Pio Prega per tutti - Cervino / Picco Muzio - 2002 - Prima salita con Cesare Ravaschietto[21]
  • A Lei - Grandes Jorasses - 2003 - Prima salita con Philippe Batoux e Benoît Robert
  • Heidi - Grandes Jorasses - 17-21 marzo 2005 - Prima salita con Philippe Batoux e Christophe Dumarest[22]
  • Jean Chri - Monte Bianco - 2007 - Prima salita con Christophe Dumarest, sale il Pilastro Nascosto del Freney, dedicata all'amico scomparso Jean-Christophe Lafaille[23]
  • Hugues d'en haut - Grandes Jorasses - 2008 - Prima salita con Michel Coranotte, dedicata all'amico scomparso Hugues d'Aubarede[24]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (FR) Antoine Chandellier, Patrick Gabarrou: 60 ans et toujours premier de cordée, ledauphine.com, 29 ottobre 2011. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  2. ^ Patrick Gabarrou, up-climbing.com, 17 novembre 2009. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  3. ^ (FR) Patrick Gabarrou, mountainwilderness.fr. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  4. ^ (FR) Réalisations majeures et expéditions, patrickgabarrou.com. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  5. ^ Damilano, op. cit., p. 134
  6. ^ Damilano, op. cit., p. 142
  7. ^ Damilano, op. cit., p. 122
  8. ^ Damilano, op. cit., p. 134
  9. ^ Damilano, op. cit., p. 209
  10. ^ Damilano, op. cit., p. 276
  11. ^ Constant, op. cit., p. 128
  12. ^ Labande, op. cit., p. 98
  13. ^ Labande, op. cit., p. 72
  14. ^ Labande, op. cit., p. 74
  15. ^ a b c Damilano, op. cit., p. 238
  16. ^ North east side of Grand Pilier d'Angle, summitpost.org. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  17. ^ Divine Providence, up-climbing.com, 28 ottobre 2008. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  18. ^ Labande, op. cit., p. 73
  19. ^ Damilano, op. cit., p. 204
  20. ^ a b Monte Rosa: Punta Gnifetti, il moderno Est, ossolaclimbing.org, 10 marzo 2010. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  21. ^ (EN) Lindsay Griffin, Area Notes 2002 in The Alpine Journal, 2003, p. 231. URL consultato il 12 luglio 2012.
  22. ^ Grandes Jorasses: nuova via per Gabarrou, Batoux, Dumarest, planetmountain.com, 1-4-2005. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  23. ^ (EN) Lindsay Griffin, Dumarest and Gabarrou climb Hidden Pillar of Freney, alpinist.com, 23-10-2007. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  24. ^ G.Jorasses: via per Hugues, vittima del K2, montagna.tv, 24 settembre 2008. URL consultato il 28 dicembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • François Labande, Monte Bianco Vol. 1 Guida Vallot, Edizioni Mediterranee, 1988. ISBN 8827202390.
  • (FR) François Damilano, Neige, glace et mixte - Tome 1, JMEditions, 2005. ISBN 978-2952188111.
  • (FR) François Damilano, Neige, glace et mixte - Tome 2, JMEditions, 2006. ISBN 978-2952188135.
  • (FR) Sébastien Constant, Ascensions en neige et mixte - Tome 1, Editions Constant, 2009. ISBN 978-2918970002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]