Alessandro Gogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alessandro Gogna (Genova, 29 luglio 1946) è un alpinista, guida alpina e storico dell’alpinismo italiano di fama internazionale[1][2][3][4].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È uno dei protagonisti dell'alpinismo italiano [5][6][7][8][9], che ha vissuto e documentato nella sua evoluzione, dalle grandi vie classiche aperte salendo le pareti più lunghe con scarponi rigidi e chiodi, all'arrampicata vissuta come nuova forma di movimento fine a sé stesso su pareti nelle quali ricercare le difficoltà.

La vita e le imprese[modifica | modifica sorgente]

Gogna è partito dalle pareti delle Alpi Liguri e delle Dolomiti, passando per le montagne di tutto il mondo e scalando in tutti gli ambienti dove un alpinista si possa cimentare. È autore di almeno 500 prime ascensioni (nelle Alpi e negli Appennini).

È stato fondatore e per anni membro attivo e trainante di Mountain Wilderness [10], di cui è ancora tra i garanti internazionali [11][12]

Principali scalate[modifica | modifica sorgente]

  • 1967: Scarason (Alpi Liguri), parete NE, prima ascensione
  • 1968: Pizzo Badile, parete NE, via Cassin, prima invernale
  • 1968: Grandes Jorasses, parete N, via Cassin, prima solitaria
  • 1969: Grand Capucin, parete SE, Diretta dei Ragni, prima invernale
  • 1969: Monte Rosa, parete E di Macugnaga, via dei Francesi, prima solitaria
  • 1969: Cervino, prima ascensione del Naso di Z’Mutt
  • 1970: Grivola, parete NE, via Cretier, prima invernale
  • 1970: IIa Pala di S. Lucano, parete SW, prima ascensione
  • 1970: Marmolada di Rocca, parete S, prima ascensione via diretta
  • 1971: Pilier d'Angle, per cresta integrale di Peutérey, prima invernale
  • 1971: Cima di Terranova (Civetta), parete NW, via diretta, prima ascensione
  • 1972: IIIa Pala di San Lucano, parete S, prima ascensione
  • 1972: Brenta Alta, spigolo NE, prima ascensione
  • 1972: Grandes Jorasses, parete S, prima ascensione
  • 1972: Aiguille de Leschaux, parete NE, via diretta, prima ascensione
  • 1974: IIa Pala di San Lucano, parete E, prima ascensione
  • 1974: IVa Pala di San Lucano, parete S, prima ascensione
  • 1974: Campanile dei Zoldani (Moiazza), parete W, via diretta, prima ascensione
  • 1974: Palazza (Monti del Sole), parete SW, prima ascensione
  • 1981: Guglia di Goloritzé, prima ascensione assoluta
  • 1984: Liss dal Pesgunfi (Val Màsino), parete E, prima ascensione
  • 2005: Cima di Pino Sud (Col Nudo), parete E, prima ascensione

Spedizioni[modifica | modifica sorgente]

Attività varie[modifica | modifica sorgente]

  • Conferenziere (400 conferenze in Italia e all'estero, dal 1968 ad oggi).
  • Circa 200 articoli su giornali e riviste a diffusione nazionale.
  • Tour leader di una ventina di trekking in Asia ed Africa, dal 1972 al 1978.
  • Ideatore e coordinatore di alcune importanti iniziative ambientali, come Marmolada Pulita, Free K2 [15], Proteggi il Bianco, Aquila Verde, Save the Glaciers, Levissima forEverest [16], Bonifica CAI del Ghiacciaio del Baltoro [17], ecc.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Alessandro Gogna è autore di oltre 40 libri[18], tradotti in varie lingue; tra gli altri ha vinto il Premio Bancarella Sport

  • Gogna, A., Grandes Jorasses Sperone Walker (Tamari, Nordpress, 1999) [19]
  • Gogna, A., Un alpinismo di ricerca (Dall’Oglio, 1975)
  • Gogna, A. Reinhold Messner, K2 (De Agostini, 1980) [20]
  • Gogna, A., La parete (Zanichelli, 1981)
  • Gogna, A., Cento nuovi mattini (Zanichelli, 1981)
  • Gogna, A., Mezzogiorno di pietra (Zanichelli, 1982)
  • Gogna, A., Rock story (Edizioni Melograno, 1983)
  • Gogna, A., Cento pareti di ghiaccio nelle Alpi (Zanichelli, 1984)
  • Gogna, A., A piedi in Valtellina (De Agostini, 1984)
  • Gogna, A., Dal Pizzo Badile al Bernina (Zanichelli, 1986)
  • Gogna, A., Sentieri verticali (Zanichelli, 1987)
  • Gogna, A., Mesolcina - Spluga (CAI - TCI, 1999)
  • Gogna, A., K2. Uomini. Esplorazioni. Imprese [21][22]
  • Gogna, A., I Grandi Spazi delle Alpi (collana di 8 volumi) [23][24]
  • Gogna, A., Le Montagne più belle (11 volumi), La Stampa - Priuli&Verlucca, 2006 e 2008 [25]
  • Gogna, A., La verità obliqua di Severino Casara (con Italo Zandonella, Priuli&Verlucca, 2009) [26][27]
  • Gogna, A., Insieme in vetta (con Alessandra Raggio, Mondadori, 2014)[28]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Breve biografia su Sussidiario.net
  2. ^ Articolo in pdf su Alpine Club gennaio 2002
  3. ^ Documento su American Alpine Club
  4. ^ Articolo su Il Giornale.it
  5. ^ Citazione su montagna.org
  6. ^ Citazione su Gruppo Gism.it
  7. ^ Articolo si Il giornale.it
  8. ^ Articolo su Planet Mountain.com
  9. ^ Intervista su Il sussidiario.net
  10. ^ Articolo su mountainwilderness.it
  11. ^ Articolo su mountainwilderness.it
  12. ^ en. pdf su mountainwilderness-agg.org
  13. ^ Articolo su montagna.org
  14. ^ Articolo su espresso.repubblica.it
  15. ^ Recensione del libro FREE K2 La prima avventura in soccorso delle grandi montagne della terra
  16. ^ Articolo su repubblica.it
  17. ^ Articolo su Cai.it
  18. ^ Recensione libri di A. Gogna
  19. ^ Recensione Grandes Jorasses Sperone Walker
  20. ^ Recensione libro K2 Premio Bancarella Sport
  21. ^ Recensione K2 Uomini, esplorazioni, imprese
  22. ^ K2, Uomini, recensioni, imprese
  23. ^ Recensione su priulieverlucca.it
  24. ^ Recensione su priulieverlucca.it
  25. ^ Recensione su priulieverlucca.it
  26. ^ Trentinofestival.it
  27. ^ RecensioniDiLibri.it
  28. ^ Libri Mondadori

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]