Colecistite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Colecistite
Sede colpita Cistifellea
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 575.0, 575.1
ICD-10 (EN) K81

La colecistite è un'infiammazione della colecisti causata dalla presenza di un calcolo incuneato nell'infundibolo della colecisti. Il calcolo ostruendo il deflusso della bile oltre a dare colica biliare, infiamma la colecisti.La colecistite può essere acuta o cronica.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

La causa più frequente che blocca lo scorrimento della bile è la calcolosi biliare, ma anche la discinesia biliare può causare la colecistite.[1]

Segni e sintomi[modifica | modifica wikitesto]

Dolore addominale generalizzato, vomito, [[indigestione, ittero e febbre.[1]

Diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

Alla diagnosi si arriva con l'ecografia dell'addome ed esami del sangue. Gli esami ematochimici possono essere alterati con i globuli bianchi e il fibrinogeno che si alzano e può comparire febbre. All'ecografia addome la colecisti appare ispessita rispetto al normale e all'esame obiettivo può comparire il Segno di Blumberg in caso di irritazione peritoneale.

Complicanze[modifica | modifica wikitesto]

La colecistite è una complicanza frequente della colelitiasi e se non trattata può portare a perforazione della colecisti stessa e peritonite. La colecisti è seguita da neoplasie del pancreas, colangiocarcinoma e pancreatiti.[1]

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Colecistectomia previa terapia con antibiotici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Angelo Barbato, Guida pratica alla salute, Milano, 2002, p. 55.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Barbato, Guida pratica alla salute, Milano, 2002.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina