Indigestione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L’ Indigestione è un termine generico che racchiude una moltitudine di disturbi nati nella parte superiore dell’addome. Tale disturbo può essere transitorio o continuato nel tempo.

Racchiude in sé fenomeni correlati quali la pirosi gastrica, il rigurgito e la dispepsia. Nella maggior parte dei disturbi notati solo una piccola percentuale mostra danni come stenosi o ulcere.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Il motivo principale della nascita dell'indigestione è da riscontrarsi in malattie del reflusso gastroesofageo, dispepsia, o malattie più gravi.

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

Nell’indigestione possiamo riscontrare, come sintomi: asma, nausea, laringite, apnee notturne, vomito, bronchite cronica, polmoniti da aspirazione, alitosi, singhiozzo, carie dentali, mal di stomaco.

Fattori di rischio[modifica | modifica sorgente]

Sono elementi che possono portare ad un'indigestione e quindi da tenere sotto controllo preventivo:

  • Aumento del contenuto gastrico, fattori fisici e aumentata pressione nello stomaco. Tali fattori sono causati da eventi passeggeri, quali errata o anomala postura, o rinconduicibili ad assunzione di cibo non corretto e spesso sproporzionato all'individuo.
  • Perdita del tono dello sfintere esofageo della parte inferiore (questa a differenza dei precedenti causata soprattutto da malattie o dal fumo).

Terapie[modifica | modifica sorgente]

Oltre alla cura per la prevenzione del reflusso gastroesofageo, con una dieta equilibrata e con assoluto divieto di assunzione di sostanze tossiche come fumo e alcool, possono essere utilizzati dei normali antiacidi. Le tecniche chirurgiche come la procedura di Belsey, devono essere impiegate solo in casi estremi, quando le persone non reagiscono alla terapia comune.

Per gli individui sopra i 45 anni, è utile controllare con esami se il responsabile dell’indigestione possa essere il batterio noto come l’Helicobacter pylori.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Harrison, Principi di Medicina Interna (il manuale - 16ª edizione), New York - Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-2459-3.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina