Sindrome del pubo-rettale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindrome del pubo-rettale
(155) Stylized depiction of action of puborectalis sling.png
Codici di classificazione
ICD-10 (EN) K59.8

La sindrome del pubo-rettale riguarda la difficoltà dei muscoli rettali a contrarsi o anche ad assenza totale di contrazioni, causato a sua volta da una deficienza motoria della fionda del pubo-rettale, portando alla persona che ne soffre una difficoltà defecatoria. Non mostrano sintomi di particolare rilievo e si manifesta solitamente con l'ulcera solitaria del retto

Esami[modifica | modifica sorgente]

Terapia[modifica | modifica sorgente]

Il trattamento di scelta si chiama "Biofeedback" che consiste in esercizi svolti durante lo stesso esame manometrico (effettuato per la diagnosi). La persona, grazie alla visione sul monitor dei suoi sforzi, può riuscire a comprendere al meglio l'esito dei suoi esercizi e migliorare le contrazioni anali. Nei casi più gravi viene iniettata della tossina botulinica.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Renzo Dionigi, Chirurgia basi teoriche e Chirurgia generale, Milano, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 978-88-214-2912-5.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina