Proctite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Proctite
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 098.7, 556.2, 569.49
ICD-10 (EN) K51.2, K62.7, K62.8

La proctite è una malattia infiammatoria dell'intestino retto. Quando si localizza anche al sigma prende il nome di proctosigmoidite.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Le sue cause possono essere molteplici. La proctite può essere di eziologia ignota (p. es., proctite ulcerosa o morbo di Crohn) o può derivare da malattie trasmesse sessualmente (p. es., gonorrea, sifilide, di solito secondaria; Chlamydia trachomatis; herpes simplex; citomegalovirus [CMV]) o da altre infezioni (p. es., Campylobacter, Shigella, Salmonella). Può essere associata a un pregresso uso di antibiotici. Altre cause di proctite includono la radioterapia e la sindrome di "diversione" che si verifica in pazienti che hanno il retto intatto con una colostomia o un'ileostomia. I germi patogeni trasmessi sessualmente producono proctiti molto più spesso nei maschi omosessuali. I pazienti immunodepressi sono particolarmente a rischio per le infezioni da herpes simplex e da CMV. In alcuni pazienti, le proctiti aspecifiche evolvono verso la colite ulcerosa cronica o rappresentano una complicanza della malattia di Crohn.

In alcuni casi le proctiti ci complicano in proctocoliti e queste possono essere causate da allergie alimentari, sono chiamate: Proctocoliti indotte dalle proteine alimentari [1].

Clinica[modifica | modifica sorgente]

Il paziente lamenta un sanguinamento rettale o la secrezione di muco. Le proctiti dovute a gonorrea, herpes simplex o CMV possono causare un dolore anorettale. La diagnosi richiede una proctoscopia o una sigmoidoscopia, che possono rivelare una mucosa rettale infiammata. La diagnosi viene posta mediante uno striscio e una coltura della parete rettale per batteri, funghi e virus patogeni; il test di Tzanck per la visualizzazione microscopica di cellule giganti multinucleate; i test sierologici per la sifilide; e la ricerca nelle feci del Clostridium difficile. A volte è necessaria una biopsia della mucosa. La valutazione degli altri tratti dell'intestino con l'endoscopia o l'rx può essere necessaria in alcuni pazienti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Boné J, Claver A, Guallar I, Plaza AM.Allergic proctocolitis, food-induced enterocolitis: immune mechanisms, diagnosis and treatment. Allergol Immunopathol (Madr). 2009 Jan-Feb;37(1):36-42. Review.PMID 19268060.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina