Diritti LGBT in Belgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il territorio del Belgio avvolto dai colori della bandiera arcobaleno.

I diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) in Belgio sono considerati tra i più progressisti in Europa e nel mondo[1]. L'attività sessuale tra persone dello stesso sesso è stata legalizzata nel 1795, con un'uguale età del consenso, tranne che dal 1965 al 1985. Dopo la concessione fatta alle coppie dello stesso sesso dei benefici nazionali dell'unione civile nell'anno 2000, il Belgio è divenuto il secondo paese al mondo ad aver legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2003.

L'adozione da parte di coppie dello stesso sesso è stata completamente legalizzata nel 2006 ed è equalizzata con quella dell'adozione da parte di coppie di sesso opposto e le coppie lesbiche possono accedere alla fecondazione in vitro. Protezioni contro la discriminazione basata sull'orientamento sessuale sono in vigore in materia di occupazione, alloggi e abitazioni pubbliche e private sono state altresì adottate a partire dal 2003, mentre a favore dell'espressione dell'identità di genere dal 2014. I transessuali sono stati autorizzati a cambiare legalmente il loro genere (scienze sociali) in determinate circostanze dal 2007.

Il Belgio è stato spesso ufficialmente indicato come uno dei paesi più gay friendly del mondo[2], cone recenti sondaggi d'opinione indicanti che la maggioranza dei cittadini sostiene il matrimonio e l'adozione da parte degli omosessuali. Tra i capi di governo del Belgio, Elio di Rupo (2011-14), nonché presidente del partito Socialista (Belgio) è un uomo apertamente gay ed è stato uno degli unici tre primi ministri in tutto il mondo ad essersi auto-identificato come LGBT. Pascal Smet, l'ex ministro fiammingo dell'istruzione (nel secondo governo Peeters) e attuale ministro di Bruxelles, è anch'egli apertamente gay[3].

Legislazione riguardante l'attività sessuale tra persone dello stesso sesso[modifica | modifica wikitesto]

Gay Pride a Bruxelles nel 2015.

L'attività sessuale tra persone dello stesso sesso è legale dal 1795 (quando il paese era un possedimento francese)[4]. L'articolo 372 del codice penale stabilisce l'età del consenso a 16 anni, indipendentemente dall'orientamento sessule e /o di genere (scienze sociali); questo è stato per breve tempo aumentato a 18 per gli atti omosessuali tra il 1965 e il 1985 con l'aggiunta e la successiva abrogazine dell'art. 372bis del codice. Ciò è stato fatto inserire ecaggiungere da un emendamento del deputato Freddy Terwagna alla legge dell'8 aprile 1965, in materia di protezione dei giovani.

Un disegno di legge presentato nel giugno 1982 dal deputato Luc Van den Bossche indicante l'abrogazione dell'articolo è stato approvato dalla Camera dei rappresentanti (Belgio) il 13 maggio 1983. Il Senato (Belgio) in via definitiva acconsentì nel giugno 1985; l'articolo 372bis è stato quindi abrogato dalla legge del 18 giugno 1985[5][6].

Riconoscimento delle relazioni omosessuali[modifica | modifica wikitesto]

Il Belgio è diventato il secondo paese al mondo a riconoscere il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2003 (dopo i Paesi Bassi)[7]. Le coppie dello stesso sesso poseggono gli stessi diritti civili delle coppie formate da persone di sesso opposto.

Celebrazione di un matrimonio omosessuale.

L'adozione e la pianificazione familiare[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Omogenitorialità.

Le coppie dello stesso sesso hanno ottenuto gli stessi diritti delle coppie di sesso opposto sul tema dell'adozione fin dal 2006[8]; inoltre le coppie lesbiche possono pure ottenere l'accesso alla fecondazione in vitro.

In generale il diritto di adozione viene regolato a livello federale, mentre la procedura di adozione è gestita dai governi della comunità. Tra il 2006 e il 2014 56 coppie di gay e due coppie di lesbiche hanno adottato sul piano nazionale un bambino nela comunità fiamminga del Belgio (delle Fiandre). Nel corso dello stesso periodo almeno 12 bambini sono stati adottati a livello nazionale nella comunità francofonna del Belgio, per un totale di 70 adozioni nazionali LGBT nel paese in quel periodo[9].

Partecipante della subcultura leather al Pride di Bruxelles del 2015.

Servizio militare[modifica | modifica wikitesto]

Alle persobne LGBT non viene vietato di svolgere il servizio militare.

Protezioni contro la discriminazione e i crimini d'odio[modifica | modifica wikitesto]

La legge contro la discriminazione datata 25 febbraio 2003[10] include le protezioni contro la discriminazione basata sul sesso e l'orientamento sessuale. La legge è stata sostituita da una del tutto simile nel 2007[11].

Le legislazioni anti-discriminazione del 2003 e del 2007 stabiliscono anche un aggravio di pena per i reati motivati dall'odio (vedi crimini d'odio) sulla base di, tra gli altri, del sesso e dell'orientamento sessuale.

Il 29 novembre 2013 il governo federale Di Rupo ha approvato un ampliamento della legge contro la discriminazione per includere l'identità di genere e l'espressione del genere; è stata approvata dal parlamento federale del Belgio ricevendo l'assenso reale il 22 maggio 2014[12][13][14].

Il 22 dicembre 2014 la giuria della corte d'assise di Liegi ha trovato quattro persone colpevoli dell'omicidio di Ihsane Jarfi, crimine motivato dall'omofobia; è questo il primo caso belga in cui un delitto è stato ufficialmente qualificato come esser stato motivato dall'odio sulla base dell'orientamento sessuale[15].

Diritti transgender[modifica | modifica wikitesto]

La legge del 2007 riguardante la transessualità[16] concede ai belgi il diritto di cambiare il proprio genere di appartenenza legalmente, alle condizioni che la persona in questione abbia una "convinzione interiore costante e irreversibile di appartenere al sesso opposto a quello indicato nel certificato di nascita" e che "il corpo fisico si trova adattato al sesso opposto per quanto possibile e giustificato dal punto di vista medico". Ciò significa che è richiesta la sterilizzazione.

Nel periodo 2002-2012 si è avuta una media annua di 31 uomini e 14 donne che hanno cambiato ufficialmente il loro genere legale, con un aumento dal momento in cui la legge del 2007 è entrata in vigore[17]. Prima della legge del 2007 un cambiamento del genere era possibile solamente atrraverso una sentenza del tribunale.

Tra gli ospedali belgi, ma anche a livello internazionale, l'ospedale universitario di Gand (Gent UZ) è noto per la sua specializzazione in chirurgia di riassegnazione del sesso; per esempio molte persone transgender francesi vanno lì a causa di una mancanza di accettazione presso gli ospedali in Francia[18].

A partire dal 2015 il governo Michel, con il ginecolo del Gent UZ Elke Sleurs (affiliato all'alleanza Neo-Fiamminga) nella sua qualità di segretario di stato per le pari opportunità, prevede di modificare la legge del 2007 al fine di rimuovere il requisito medico per poter ottenere un cambiamento di genere legale[19]. Il disegno di legge fatto approvare dal consiglio dei ministri del 9 dicembre 2016 entrerebbe in vigore nel 2018[20][21].

Condizioni di vita[modifica | modifica wikitesto]

Le persone LGBT sono generalmente ben accettati socialmente in Belgio in cui vi è una forte comunità gay con numerosi locali associati; un sondaggio (statistica) svolto dall'Unione europea ha dimostrato che il 62% dei belgi sostengono l'estensione del matrimonio per gli omosessuali a tutta l'Europa[22].

Donazione di sangue[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini non possono donare il sangue, questo per massimizzare la sicurezza delle trasfusioni[23].

La polemica sui maschi gay donatori di sangue è una questione politica, condivisa dai partiti, dai rappresentanti per la salute pubblica e dalle maggiori associazioni LGBT[24][25][26][27].

Nel 2016 il ministro per la salute Maggie de Block ha promesso di rivalutare la legge utilizzando le più recenti scoperte scientifiche. Nel mese di novembre 2016 è stato annunciato che la politica verrà modificata entro il corso del 2017, rendendo così possibile per i maschi omosessuali la possibilità di donare il sangue, se non avessero avuto rapporti sessuali da almeno 12 mesi[28].

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività sessuale omosessuale legale Yes (a partire dal 1795)
Uguale età del consenso Yes (tranne che negli anni 1965–1985)
Leggi anti-discriminazione sul posto di lavoro Yes (dal 2003)
Leggi anti-discriminazione nella fornitura di beni e servizi Yes (dal 2003)
Leggi contro la discriminazione in tutte le altre aree (inclusa la discriminazione indiretta e i crimini d'odio) Yes (dal 2003)
matrimonio tra persone dello stesso sesso Yes (dal 2003)
Riconoscimento attraverso unione civile delle coppie dello stesso sesso Yes (dal 2000)
Adozione da parte di coppie dello stesso sesso sia comune che singola Yes (dal 2006)
Ai gay viene permesso di servire nelle forze armate Yes
Diritto di cambiare legalmente genere di appartenenza Yes (dal 2007)
Accesso alla fecondazione in vitro per le coppie lesbiche Yes
Genitorialità automatica per entrambi i coniugi dopo la nascita Yes (dal 2015)
Maternità surrogata commerciale per le coppie gay No (non esplicitamente regolato dalla legge)
Donazione del sangue possibile per gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini Yes / No (Attualmente divieto per tutta la vita, verrà modificato entro il 2017 con un periodo di differimento di un anno)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, ilga-europe.org. URL consultato il 14 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2014).
  2. ^ http://www.businessinsider.com/worlds-most-gay-friendly-countries-2013-3?op=1
  3. ^ Alan Hope, Tougher against gay-bashing, su Flanders Today, 28 giugno 2011. URL consultato il 29 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2011).
  4. ^ State-sponsored Homophobia A world survey of laws prohibiting same sex activity between consenting adults
  5. ^ (NL) (FR) Strafwetboek / Code pénal
  6. ^ (NL) Wetsvoorstel tot opheffing van de artikelen 372bis en 377, derde lid, van het Strafwetboek, Senate
  7. ^ Major legal consequences of marriage, cohabitation and registered partnership for different-sex and same-sex partners in Belgium
  8. ^ Belgium passes gay adoption law
  9. ^ 58 binnenlandse adoptiekinderen naar holebigezin in Vlaanderen, ZIZO-Online, 5 agosto 2015.
  10. ^ 25 FEBRUARI 2003. - Wet ter bestrijding van discriminatie (...) / 25 FEVRIER 2003. - Loi tendant à lutter contre la discrimination (...)
  11. ^ Wet van 10 mei 2007 ter bestrijding van bepaalde vormen van discriminatie / Loi de 10 mai 2007 tendant à lutter contre certaines formes de discrimination
  12. ^ Federale regering breidt antidiscriminatiewet uit met genderidentiteit en -expressie, ZIZO-Online, 29 novembre 2013.
  13. ^ Betere bescherming dankzij uitbreiding discriminatiewet naar genderidentiteit en genderexpressie, Federal Public Service Justice, 29 novembre 2013.
  14. ^ Wetsontwerp tot wijziging van de wet van 10 mei 2007 ter bestrijding van discriminatie tussen vrouwen en mannen met het oog op de uitbreiding ervan naar genderidentiteit en genderexpressie, Senate
  15. ^ Daders eerste homofobe moord in België veroordeeld, De Standaard, 22 dicembre 2014.
  16. ^ (Dutch) Wet van 10 mei 2007 betreffende de transseksualiteit; (French) Loi du 10 mai 2007 relative à la transsexualité
  17. ^ Transseksuele personen in België – 2012, Institute for the equality for women and men
  18. ^ Française Chloë wil in Gent geslachtsoperatie ondergaan, deredactie.be, 14 luglio 2014.
  19. ^ Staatssecretaris voor Gelijke Kansen Elke Sleurs wil af van medische eis in transgenderwet, ZIZO-Online, 13 gennaio 2015.
  20. ^ België schaft in 2018 medische eis voor transgenders af, ZiZo Online, 8 dicembre 2016.
  21. ^ It’s soon to become easier to change sex, Flandersnews.be, 8 dicembre 2016.
  22. ^ Europe Split On Gay Marriage
  23. ^ (FR) Avis du CSH relatif à la sécurisation maximale de la collecte et de la transfusion sanguine (CSH 8094). (PDF), Brussels, FPS Health Belgium, 18 febbraio 2005. URL consultato il 24 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2011).
  24. ^ La lutte contre l'interdiction du don de sang par les homosexuels - FDF, FDF. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  25. ^ Don de sang : les homos toujours à l'index, Arc-en-ciel Wallonnie. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  26. ^ Don de sang impossible pour les homosexuels: Ecolo demande à Onkelinx d'agir, La Libre Belgique, 3 settembre 2009. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  27. ^ Zoé Genot, Homo/Don de sang : Onkelinx reconnait que le dossier avance lentement... !, zoegenot.be, May 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  28. ^ http://www.demorgen.be/binnenland/homo-s-mogen-binnenkort-bloed-geven-maar-enkel-als-ze-twaalf-maanden-geen-seks-hebben-gehad-b24b3e7a/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]