Diritti LGBT in Somalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nel paese è tuttora vigente la pena di morte nei confronti delle persone LGBT.

Storia del diritto penale somalo[modifica | modifica wikitesto]

Sotto l'impero ottomano[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1858, l'Impero ottomano legalizzò i rapporti sessuali tra individui dello stesso sesso e, di conseguenza, ciò avvenne anche nel territorio somalo.[1]

Sotto l'impero britannico[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'indipendenza da parte degli inglesi, il codice penale indiano del 1860 veniva applicato nella somalia britannica e, di conseguenza, l'omosessualità venne nuovamente criminalizzata.[2]

Sotto il regime fascista italiano[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1940 l'Italia conquistò la Somalia britannica e, dal momento che l'omosessualità era legale in Italia dal 1890, divenne, di conseguenza, legale in Somalia. Nel 1941 la Gran Bretagna riconquistò la Somalia riproponendo le leggi sul reato di sodomia.[1]

Dopo l'indipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1964 entrò in vigore il nuovo codice penale nella Repubblica. Il codice affermava che "Chiunque abbia rapporti carnali con una persona dello stesso sesso sia punito, qualora l'atto non costituisca un crimine più grave, con una reclusione da tre mesi a tre anni. Quando l'atto commesso è un atto di lussuria differente da un rapporto carnale, la pena inflitta diminuisce di un terzo ».

Repubblica di Somalia[modifica | modifica wikitesto]

Ai sensi dell'articolo 409 del codice penale somalo introdotto nel 1973 (tuttora vigente), un rapporto sessuale con una persona dello stesso sesso è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni. Un "atto di lussuria" diverso dal rapporto sessuale è punito da due mesi a due anni di carcere. Ai sensi dell'articolo 410 del codice penale somalo, un provvedimento supplementare di sicurezza può accompagnare le sentenze per atti omosessuali, ciò consiste, di solito, nella sorveglianza da parte delle forze dell'ordine per impedire una qualunque azione recidiva. in alcune aree del paese vige la pena di morte per le persone LGBT.[1]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività e relazioni sessuali legali No (carcere o pena di morte)
Parità dell'età di consenso No
Leggi anti-discriminazione sul lavoro No
Leggi anti-discriminazione nella fornitura di beni e servizi No
Leggi anti-discriminazione in tutti gli altri settori No
Matrimonio egualitario No
Unione civile No
Adozione No
Autorizzazione a prestare servizio nelle forze armate No
Diritto di cambiare legalmente sesso No
Surrogazione di maternità No
Permessa la donazione di sangue per le persone omosessuali No

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c STATE-SPONSORED HOMOPHOBIA (PDF), su old.ilga.org (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2016).
  2. ^ LEGISLATIVE DECREE NO. 5 OF 16 December 1962 (PDF), su somalilandlaw.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]