Diritti LGBT in Tunisia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I contorni dell'Tunisia avvolti dai colori della bandiera arcobaleno

In Tunisia le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, secondo un rapporto dell'ILGA del 2008, devono affrontare difficoltà e problemi giuridici che gli altri cittadini non incontrano: tutti gli atti sessuali compiuti tra persone adulte dello stesso sesso rimangono completamente illegali all'interno del paese[1].

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività e relazioni sessuali legali No (Penalità: fino a 3 anni di reclusione)
Parità di età del consenso No
No
Leggi anti-discriminazione nella fornitura di beni e servizi No
Leggi anti-discriminazione in tutti gli altri settori (inclusa discriminazione indiretta ed espressioni d'odio) No
Matrimonio omosessuale No
Riconoscimento delle coppie omosessuali No
Adozione sia singola sia congiunta da parte di coppie omosessuali No
Autorizzazione a prestare servizio nelle forze armate No
Diritto di cambiare legalmente sesso No
Surrogazione di maternità per le coppie omosessuali maschili No
Accesso alla fecondazione in vitro per le donne lesbiche No
Permesso di donare il sangue No

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniel Ottosson, State-sponsored Homophobia: A world survey of laws prohibiting same sex activity between consenting adults (PDF), International Lesbian and Gay Association (ILGA), maggio 2008, pp. Page 7. URL consultato il 12 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2009).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]