Diritti LGBT in Portogallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una fusione tra la bandiera arcobaleno e quella portoghese

I diritti delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender) in Portogallo sono leggermente differenti rispetto a quelli delle persone eterosessuali in quanto lo stato tutela ampiamente le persone LGBT.

Il Portogallo possiede delle leggi estese in materia di protezione dalle discriminazioni ed è uno dei pochi paesi del mondo a contenere un divieto di discriminazione basata sull'orientamento sessuale nella sua costituzione.

Dal 5 giugno 2010 il Portogallo è diventato l'ottavo paese del mondo a riconoscere il matrimonio egualitario.[1]

Storia del diritto penale portoghese[modifica | modifica wikitesto]

Il Portogallo ricoperto dalla bandiera arcobaleno

L'omosessualità è stata de-criminalizzata per la prima volta nel 1852, sotto la reggenza di Maria II e Ferdinando II, ma venne nuovamente criminalizzata nel 1886, con il re Luigi I, ciò porto un clima di crescente oppressione per la comunità LGBT all'interno del paese fino al periodo della dittatura Salazar. Fu solo nel 1983 che l'omosessualità venne de-criminalizzata per la seconda volta.[2]

L'età del consenso è stata parificata con quella eterosessuale nel 2007.[2]

Tutele per le coppie omosessuali[modifica | modifica wikitesto]

Il Portogallo riconosce la convivenza per le coppie formate da persone dello stesso sesso dal 5 maggio 2001 ed il matrimonio egualitario dal 5 giugno 2010. Il matrimonio per le coppie omosessuali è stato legalizzato sotto il secondo mandato del governo socialista Socrate passando dal parlamento portoghese con il sostegno degli altri partiti di sinistra. Alle coppie sposate di formate da persone dello stesso sesso sono concessi tutti i diritti delle coppie sposate eterosessuali.[3]

Dal 2016 il diritto portoghese prevede l'adozione anche per le coppie formate da persone dello stesso sesso.[4]

Leggi contro la discriminazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 sono entrate in vigore le prime leggi contro la discriminazione basata sull'orientamento sessuale nell'occupazione, in particolare nei settori di: accesso al lavoro e all'occupazione, protezione contro le discriminazioni nei luoghi di lavoro e contro le molestie sessuali[5]. Dal 2004 la costituzione vieta qualsiasi forma di discriminazione basata sull'orientamento sessuale rendendo il Portogallo uno dei pochi paesi al mondo a sanzionare il divieto di discriminazione basata sull'orientamento sessuale nella sua costituzione[6]. Nel 2007, con l'entrata in vigore del nuovo codice penale, il Portogallo ha espanso la legislazione antidiscriminatoria.[7]

Nel 2013 il parlamento del paese ha approvato una legge che aggiunge "l'identità di genere" ai crimini d'odio nel codice penale (che dal 2007 includeva "l'orientamento sessuale").[8]

Nel 2015 il parlamento portoghese approva, all'unanimità, una misura che rende il 17 maggio la "giornata nazionale contro l'omofobia e la trasfobia".[9]

Servizio militare[modifica | modifica wikitesto]

Il Portogallo consente a tutti i cittadini di servire apertamente nelle forze armate indipendentemente dall'orientamento sessuale, poiché la costituzione vieta esplicitamente ogni discriminazione in tale riguardo.

Donazione di sangue[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 il parlamento ha approvato all'unanimità una petizione per consentire agli uomini gay e bisessuali di essere autorizzati a donare il sangue. A settembre 2016 (dopo una serie di rimandi), le nuove regole sono entrate in vigore per consentire alle persone omosessuali e bisessuali di donare il sangue (dopo un anno dall'ultimo rapporto).[10]

Opinione pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Un sondaggio di Eurobarometro pubblicato alla fine del 2006 ha rivelato che solo il 29% dei portoghesi intervistati supportava il matrimonio egualitario ed il 19% si dichiarava favorevole al diritto per le coppie omosessuali di adottare.

Un sondaggio di Angus Reid pubblicato l'11 gennaio 2010, ha mostrato che il 45,5% degli intervistati si dichiarava favorevole al matrimonio egualitario mentre il 49,3% si esprimeva in maniera contraria.

Un sondaggio di Eurobarometro pubblicato nel 2015 ha scoperto che il sostegno per il matrimonio egualitario è cresciuto al 61% nella popolazione portoghese.[11]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Decriminalizzazione dei rapporti omosessuali Yes (dal 1852 al 1886; e dal 1983)
La stessa età di consenso per relazioni eterosessuali e omosessuali Yes (dal 2007)
Leggi contro la discriminazione a base di orientamento sessuale sul posto di lavoro Yes (dal 2003)
Leggi contro la discriminazione a base di orientamento sessuale nel offrire beni e servizi Yes (dal 2004)
Crimini d'odio incluso l'orientamento sessuale e l'identità di genere Yes (dal 2007 per l'orientamento sessuale e dal 2013 per l'identità di genere)
Matrimonio egualitario Yes (dal 2010)
Unione civile Yes (dal 2001)
Stepchild adoption per le coppie omosessuali Yes (dal 2016)
Adozioni per le coppie omosessuali Yes (dal 2016)
Accesso alla fecondazione in vitro per le coppie lesbiche Yes (dal 2016
Autorizzazione a prestare servizio nelle forze armate Yes (dal 1999)
Diritto di cambiare legalmente sesso Yes (dal 2011)
Maternità surrogata No (illegale per tutti, a prescindere dall'orientamento sessuale)
Permesso di donare il sangue Yes/No (dal 2016; dopo 1 anno dall'ultimo rapporto)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Portugal backs same-sex marriage, 17 maggio 2010. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  2. ^ a b LGBT Rights in Portugal | Equaldex, su www.equaldex.com. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  3. ^ Il Portogallo ratifica il matrimonio gay - Il Post, in Il Post, 17 maggio 2010. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  4. ^ (PT) Global Media Group, Cavaco promulgou adoção gay e alterações à lei do aborto, in TSF Rádio Notícias, 19 febbraio 2016. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  5. ^ Esquerda.Net - Homossexualidade é crime em 75 países (actualizado), su antigo.esquerda.net. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  6. ^ (PT) Constituição da República Portuguesa, su www.parlamento.pt. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  7. ^ (PT) Vigésima terceira alteração ao Código Penal, Alterações Lei Nº 59/2007 de 4 de Setembro. URL consultato il 12 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2014).
  8. ^ (EN) Portugal passes trans hate crime law, in Gay Star News, 21 gennaio 2013. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  9. ^ (EN) Portugal formally adopts national anti-discrimination day with unanimous vote, in PinkNews. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  10. ^ (EN) portugalpress, Gay men “finally allowed to give blood in Portugal”, says media, in Portugal Resident, 20 settembre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2017).
  11. ^ Eurobarometer 2015: Same sex marriage support in the EU [726 x 666] • r/MapPorn, su reddit. URL consultato il 12 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]