Diritti LGBT in Canada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) in Canada sono tra i più avanzati nel mondo. Alle coppie omosessuali hanno cominciato ad esser concesse unioni civili simili a quelle relative alle coppie eterosessuali già tra la fine del XX secolo e l'inizio del XXI secolo, mentre il matrimonio tra persone dello stesso sesso viene legalizzato nei vari dipartimenti tra il 2003 e il 2005, facendo così della nazione il primo paese americano e il quarto al mondo a concedere questa possibilità ai propri cittadini.

La discriminazione basata sull'orientamento sessuale in materia di occupazione, alloggi e strutture pubbliche e private è vietata per legge a livello nazionale, mentre gli atti discriminatori sulla base dell'identità di genere ed espressione vengono perseguiti da legislazioni che possono variare da zona a zona del paese.

L'adozione da parte di coppie dello stesso sesso è stata ammessa a livello giuridico in tutto il Canada, ma secondo regole specifiche che possono variare nelle diverse province e territori.
I transessuali sono autorizzati a cambiare legalmente il proprio genere in tutte le province e territori secondo regole diverse.

L'età del consenso è attualmente ineguale: era tra il 1982-2008 posta a 14 anni ma il governo conservatore ha deciso nel 2007 di aumentarla a 16 anni per quanto riguarda il sesso orale, e allo stesso tempo ha introdotto un meccanismo grazie al quale la responsabilità penale esiste solo quando vige una differenza di età maggiore di 5 anni. Il sesso anale è vietato per e con i minori di 18 anni. Le regole sono le stesse per gli eterosessuali: ciò è stato trovato ancora in parte discriminatorio da molti esponenti politici e diverse associazioni[1].

Il Canada è stato spesso indicato come esser uno dei paesi più gay friendly dell'intero pianeta, con le sue più grandi città (Toronto, Montreal, Vancouver e Ottawa) che hanno istituito veri e propri gay village e sono state elette tra i luoghi del mondo più amichevoli nei confronti delle persone LGBT[2].

Breve storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attività sessuale tra adulti consenzienti dello stesso sesso viene depenalizzata nel 1969 a seguito di una normativa adottata due anni prima; l'allora ministro della giustizia Pierre Trudeau e divenuto in seguito primo ministro commentò con la frase divenuta poi famosa: "Lo stato non deve occuparsi di ciò che accade nelle camere da letto dei suoi cittadini"[3].

Questioni legali[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1985 in avanti gay e lesbiche canadesi sono riusciti ad ottenere una gamma sorprendente di diritti legalmente promulgati nella maggior parte dei settori, tra cui immigrazione, alloggio, occupazione, benefici per la salute, adozione, pensioni e questioni finanziarie, leggi contro i crimini d'odio e possibilità di contrarre matrimonio[4].

Leggi anti discriminatorie[modifica | modifica wikitesto]

Sia il governo federale che tutte le province e territori canadesi hanno emanato, nell'ambito delle azioni volte a favorire i diritti umani, disposizioni riguardanti il divieto di qualsiasi discriminazione (riguardante alloggio, servizi etc) ed atto di molestia per motivi di razza, sesso e religione, sia nel settore privato che in quello pubblico.
Queste leggi quasi-costituzionali annullano tutte le precedenti legislazioni ordinarie e regolamenti, contratti e accordi collettivi[5]. Esse sono generalmente fatte applicare da commissioni che si occupano esplicitamente del rispetto dei diritti umani nel territorio il quale attraverso una denuncia al tribunale fa avviare un'indagine; il processo include anche la protezione contro eventuali ritorsioni e segue la linea dell'arbitrato conciliatorio senza il bisogno di ricorrere ad avvocati.

Scuole ed altre istituzione educative[modifica | modifica wikitesto]

I diritti degli omosessuali adolescenti e del personale LGBT negli istituti scolastici possono variare notevolmente a seconda del fatto se l'ente è religioso/privato o pubblico, dal momento che gli atti legislativi riguardanti i diritti umani non vietano la discriminazione nei confronti degli alunni di scuole private e neppure quella da parte di imprese e associazioni affiliate ad una qualche chiesa od istituto religioso. Tuttavia se vengono aperte strutture su base commerciale, essi non possono rifiutarsi di affittarli a gruppi LGBT[6].

Il curriculum della scuola pubblica invece è ora modificato per incorporare anche i temi LGBT. L'istituto scolastico è oggettivamente responsabile del comportamento adottato dai propri studenti, ha quindi l'obbligo di vigilare contro qualsiasi forma di bullismo, ostracizzazione o minacce rivolte a giovani gay o lesbiche[7].
Le scuole hanno la responsabilità di fornire un ambiente educativo libero da qualsiasi forma di molestia discriminatoria e questo può richiedere loro di fornire, quando ciò si dimostri necessario, risorse e adottare un approccio educativo più ampio per affrontare le difficili questioni riguardanti l'omofobia[7].

Gli enti pubblici di governo, nell'ambito dell'istruzione, possono porre limiti anche alla libertà di espressione e religiosa in genere, quando queste violino i diritti LGBT od entrino in contrasto con questioni che li riguardino: insegnanti e dirigenti scolastici sono tenuti a garantire un ambiente accogliente e libero da ogni intolleranza[8][9].

Per fornire supporto agli alunni LGBT, diverse associazioni studentesche hanno creato gruppi appositi[10], molto spesso col sostegno delle stesse associazioni degli insegnanti[11]

Il matrimonio omosessuale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2002 e il 2005 tribunali sparsi i diverse province e territori hanno stabilito che limitare il matrimonio a coppie di sesso opposto costituisce una forma di discriminazione vietata dalla "Carta dei diritti e delle libertà": la giurisdizione canadese è divenuta così una delle prime al mondo, dopo Paesi Bassi e Belgio, ad aprire in toto le unioni tra persone dello stesso sesso e permetterne subito dopo anche il vero e proprio matrimonio.

Un recente studio condotto da Mark W. Lehman suggerisce che tra il 1997 e il 2004 l'opinione pubblica canadese, nei riguardi della legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso, ha subito un radicale cambiamento: il supporto e sostegno della maggioranza dei cittadini è stato il risultato di un significativo spostamento in positivo dei sentimenti verso gay e lesbiche[12][13]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività omosessuale legale Yes (dal 1969)
Parità nell'età del consenso sessuale No
Leggi anti discriminatorie nel posto di lavoro Yes
Leggi anti discriminatorie nella fornitura di beni e servizi Yes (dal 1998)
Leggi anti discriminatorie in tutti gli altri settori (inclusa discriminazion indiretta ed espressioni d'odio) Yes (dal 1998)
Matrimonio omosessuale Yes (dal 2005)
Riconoscimento delle coppie formate da persone dello stesso sesso Yes
Possibilità di adozione da parte di coppie dello stesso sesso Yes
Permesso di servire apertamente come gay e lesbiche nelle forze armate Yes (dal 1992)
Diritto di cambiare genere legalmente Yes
Accesso alla fecondazione in vitro per le lesbiche Yes
Maternità surrogata commerciale per le coppie gay Yes (dal 2013)
Permesso di donare il sangue Yes ma dopo un differimento di 1 anno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CanLII - 1995 CanLII 8924 (ON CA)
  2. ^ CBC News, http://www.cbc.ca/news/canada/ottawa/story/2011/11/08/ottawa-gay-village-official.html .
  3. ^ CBC News, http://www.cbc.ca/archives/categories/politics/rights-freedoms/trudeaus-omnibus-bill-challenging-canadian-taboos/topic---trudeaus-omnibus-bill-challenging-canadian-taboos.html .
  4. ^ Getting Gay Rights Straight, Mark W. Lehman (2005).
  5. ^ Winnipeg School Division No. 1 v. Craton] [1985] 2 S.C.R. 150 (S.C.C.). Accessed November 10, 2013.
  6. ^ L'Association A.D.G.Q. c. La Commission des écoles Catholiques de Montréal [1980] C.S 93 (Que. S.C)
  7. ^ a b School District No. 44 (North Vancouver) v. Jubran, 2005 BCCA 201 (B.C. C.A.) Accessed on February 18, 2006. <http://www.courts.gov.bc.ca/jdb-txt/ca/05/02/previous%20judgment/2005bcca0201err1.htm>
  8. ^ Ross v. New Brunswick School District No. 15, [1996] 1 S.C.R. 825 Accessed on April 6, 2006
  9. ^ For a recent case, see article Chris Kempling; Kempling v. British Columbia College of Teachers, 2005 BCCA 327 (B.C. Court of Appeal) Accessed on April 6, 2006; Kempling v. School District No. 28 (Quesnel) and Curr (No. 2), 2005 BCHRT 514 (B.C. Human Rights Tribunal) Accessed on April 6, 2006
  10. ^ GALE BC, "Gay / Straight Alliances in BC" URL accessed on April 10, 2006; CBC Saskatchewan, "Sask. schools hosting gay-straight clubs", June 6, 2005. URL accessed on April 10, 2006.
  11. ^ Alberta Teachers’ Association "Gay–Straight Student Alliances" URL accessed on April 10, 2006; British Columbia Teachers’ Federation, "Teachers Vote to Support Gay/Straight Alliances" March 23, 2000 URL accessed on April 10, 2006.
  12. ^ Affect Change, Mark W. Lehman (2006).
  13. ^ Copia archiviata, ipsos-na.com. URL consultato il 2 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]