Diritti LGBT in Austria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I contorni dell'Austria avvolti dai colori della bandiera arcobaleno.

I diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) in Austria sono diventati nel corso degli anni una realtà riconosciuta. L'attività sessuale tra persone dello stesso sesso, sia maschile sia femminile, è del tutto legale in Austria, le unioni civili registrate sono state introdotte nel 2010, l'adozione del figlio del coniuge nel 2013, mentre il pieno riconoscimento dell'adozione congiunta è stata disposta dalla corte costituzionale austriaca nel gennaio 2015. Il matrimonio tra persone dello stesso sesso non viene ancora riconosciuto.

Il paese, seppur influenzato dal cattolicesimo romano, è lentamente diventato più liberale tramite le leggi e attraverso l'evoluzione delle opinioni sociali in materia di orientamento sessuale e di identità di genere.

Leggi riguardanti l'attività sessuale tra persone dello stesso sesso[modifica | modifica wikitesto]

Manifestazione del Gay Pride 2012.

Gli atti sessuali compiuti con persone dello stesso sesso sono legali dal 1971. Nel 2002, l'età del consenso è stata equalizzata[non chiaro] da una decisione giudiziaria ed è passata da 18 a 14 anni di età[1]. Alle persone LGBT non viene vietato di svolgere il servizio militare.

Riconoscimento delle relazioni omosessuali[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo nel giudizio Karner v. Austria, pronunciata nel 2003, alle coppie conviventi dello stesso sesso sono stati assegnati gli stessi diritti delle coppie conviventi eterosessuali.

In un primo momento previste per il 2007, le unioni registrate sono state legalizzate in Austria a partire dal 1 gennaio 2010.

Il governo non ha legalizzato il matrimonio omosessuale a causa dell'opposizione da parte del Partito Popolare Austriaco (ÖVP). I Verdi (Austria) (Die Grünen) hanno tuttavia presentato un disegno di legge in parlamento, e nel 2015 è stata ideata un'iniziativa di un gruppo di cittadini, riuniti sotto la denominazione di 'Ehe Gleich!', che ha presentato una petizione in cui si chiede al Parlamento austriaco di prendere in considerazione la legalizzazione del matrimonio omosessuale. Essi, inoltre, hanno presentato una querela, sfidando la legge vigente, ma l'iniziativa giudiziaria è stata respinta dal giudice[2]. Una seconda causa è stata intentata il 21 marzo 2016 a Linz con un parere scritto da far uscire in poche settimane[non chiaro][3]. Il 15 aprile 2016, il giudice ha respinto il caso[4].

Pride 2014.

Adozione e pianificazione familiare[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 febbraio 2013 la Corte europea dei diritti dell'uomo ha pronunciato, in X and Others v. Austria, una decisione secondo cui il partner in un'unione tra persone dello stesso sesso ha il diritto di adottare il figlio biologico del proprio partner. Il 4 luglio 2013, il parlamento austriaco ha approvato un disegno di legge governativo che permette l'adozione del figlio del coniuge da parte di coppie dello stesso sesso. La legge è entrata in vigore il 1 ° agosto 2013[5][6].

Nel mese di gennaio 2015 la Corte Costituzionale ha trovato un motivo di incostituzionalità nelle norme esistenti in materia di adozione e ha ordinato di modificarle entro il 31 dicembre 2015 per poter consentire l'adozione congiunta da parte di coppie dello stesso sesso[7][8]. Il 30 ottobre 2015 il ministro della Giustizia ha annunciato che il divieto non sarebbe stato più in vigore a partire dal 1º gennaio 2016, consentendo[non chiaro] in tal modo la decisione della Corte di annullare automaticamente il divieto di adozione congiunta[9].

Inoltre, le coppie lesbiche possono ottenere l'accesso alla fecondazione artificiale.

Protezioni contro la discriminazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel Codice del Lavoro federale è stata inserita una normativa antidiscriminazione a partire dal 2004, per dar seguito all'attuazione della legislazione dell'Unione europea che vieta la discriminazione. Sei delle nove repubbliche federali, nel loro ambito di competenza, hanno emanato delle leggi anti-discriminazione che coprono anche l'orientamento sessuale. La legge di polizia sulla sicurezza del 1993 richiede alla forza pubblica di astenersi da qualsiasi azione che possa dare l'impressione di pregiudizi o che potrebbero essere percepite come una discriminazione sulla base dell'orientamento sessuale.

Lo Stato di Vienna ha avuto la sua legge sulla protezione della gioventù dal 2002, e una città, Bludenz, nel 1998 ha adottato una dichiarazione simbolica anti-discriminazione che comprende l'orientamento sessuale. La Costituzione federale protegge, in teoria, tutti i cittadini allo stesso modo, ma la realtà è che non si applica agli orientamenti sessuali e numerose sentenze della corte costituzionale confermano queste disparità di trattamento[10][11][12].

Condizioni di vita[modifica | modifica wikitesto]

La comunità gay si sviluppa[non chiaro] in tutte le città più grandi, come Vienna, Linz, Innsbruck, Salisburgo e Graz. Ogni anno si svolge a Vienna una manifestazione di Gay Pride (Regenbogenparade-parata arcobaleno).

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività sessuale tra persone dello stesso sesso legale Yes (dal 1971)
Uguale età del consenso Yes (dal 2002)
Leggi antidiscriminatorie sul posto di lavoro Yes (dal 2004 in materia di occupazione, altre leggi variano da regione a regione)
Leggi antidiscriminatorie nella fornitura di beni e servizi No (Solo nelle aziende statali in alcune regioni)
Leggi antidiscriminatorie in tutte le altre aree (inclusa la discriminazione indiretta e i crimini d'odio) Yes
Matrimonio tra persone dello stesso sesso No (pendente)[13]
Riconoscimento delle coppie composte da persone dello stesso sesso Yes (dal 2003)
Adozione del figlio del coniuge per le coppie dello stesso sesso Yes (dal 2013)
Adozione congiunta da parte di coppie dello stesso sesso Yes (dal 2016)
Uomini gay e donne possono servire liberamente nelle forze armate austriache Yes
Diritto legale di cambiare genere di appartenenza Yes
Accesso alla fecondazione in vitro per le coppie lesbiche Yes (dal 2014)[14]
Maternità surrogata da parte di coppie gay No (Illegale per tutte le coppie indipendentemente dall'orientamento sessuale)
Permesso di donare il sangue per gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini No[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RIS Dokument, Ris2.bka.gv.at. URL consultato il 4 novembre 2008.
  2. ^ Verwaltungsgericht lehnt Klage gegen Eheverbot für LGBT ab, thinkoutsideyourbox.net, 21 dicembre 2015.
  3. ^ Oberösterreich: Lesbisches Paar und Kind klagen gegen "Eheverbot"
  4. ^ Österreich: Zweite Klage auf Ehe-Öffnung gescheitert, Queer.de, 16 aprile 2016.
  5. ^ Österreich führt Stiefkindadoption ein – Kirche poltert
  6. ^ Austria becomes the 13th European country to allow same-sex second-parent adoption, ILGA Europe, 1º agosto 2013. (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  7. ^ Adoptionsverbot für homosexuelle Partner aufgehoben, Vienna Online, 14 gennaio 2015.
  8. ^ Österreich: Adoptionsverbot für Homo-Paare verfassungswidrig, Queer.de, 14 gennaio 2015.
  9. ^ Homosexuelle dürfen künftig adoptieren – ohne Gesetzesnovelle
  10. ^ RIS Dokument, Ris2.bka.gv.at. URL consultato il 4 novembre 2008.
  11. ^ RIS Dokument, Ris2.bka.gv.at. URL consultato il 4 novembre 2008.
  12. ^ RIS Dokument, Ris2.bka.gv.at. URL consultato il 4 novembre 2008.
  13. ^ (DE) Allgemeines bürgerliches Gesetzbuch, Änderung
  14. ^ Fortpflanzungsmedizingesetz im Ministerrat beschlossen
  15. ^ Wer darf Blut spenden?

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]