Diritti LGBT a San Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

A San Marino pur essendo non riconosciuto il matrimonio tra persone dello stesso sesso, la convivenza tra persone dello stesso è riconosciuta per ottenere ad esempio il permesso di soggiorno[1].

Diritto penale[modifica | modifica wikitesto]

L’orientamento sessuale di una persona non è più considerato reato dal settembre del 2004 in seguito a una decisione del Consiglio Grande e Generale, sotto accusa è ancora l'articolo l’art. 274 del codice penale del 1975 che ha sostituito quello del 1865 che condannava da tre mesi a un anno di reclusione chi suscitava scandalo o aveva rapporti sessuali con lo stesso sesso "abituali", questa legge non è stata mai applicata.[2]. L'articolo è stato abrogato nel 2008[3]. L'età del consenso è 14 anni[4].

Diritti civili[modifica | modifica wikitesto]

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso non è riconosciuto[5], ma il Consiglio Grande e Generale con voto favorevole di 33 membri a 20 il 26 giugno 2012 ha concesso alle coppie dello stesso sesso di un paese estero la possibilità di richiedere il permesso di soggiorno, e quindi la residenza anche se conviventi, portando quindi al riconoscimento di fatto delle coppie omosessuali da parte dello stato sammarinese in seguito ad una Istanza d'Arengo proposta da LGBT-San Marino[6][7][8][9][10]. La decisione è stata molto contestata dal vescovo della diocesi di San Marino-Montefeltro monsignor Luigi Negri che ha definito la decisione "contro l'uomo e contro la Chiesa"[11]. Il 30 marzo 2014 l'ex console sammarinese Federico Podeschi si è sposato con il suo compagno in Galles, ma il suo matrimonio non è ancora risconosciuto dallo stato sammarinese[12], per questo è stato primo firmatario di un'Istanza d'Arengo presentata il 7 aprile ai nuovi Capitani Reggenti Valeria Ciavatta e Luca Beccari[13]. Il 19 settembre dello stesso anno è stata bocciata dal Consiglio Grande e Generale con 35 voti contrari e 10 voti a favore l'Istanza d'Arengo per il riconoscimento dei matrimoni omosessuali celebrati all'estero, contro il riconoscimento si schierata tutta la colizione di centro di San Marino Bene Comune (PDCS, PSD e AP), mentre a favore si sono schierati Movimento Civico R.E.T.E. e la coalizione di sinistra Cittadinanza Attiva formata da Sinistra Unita e Civico10[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ San Marino approva una mozione per il diritto di convivenza delle coppie gay
  2. ^ LGBT San Marino
  3. ^ San Marino dice ok alle coppie gay
  4. ^ Gay Guide Europe: Republic of San Marino
  5. ^ Gay Guide Europe: Republic of San Marino
  6. ^ San Marino dice ok alle coppie gay
  7. ^ Repubblica di San Marino: estesa la residenza ai conviventi anche se dello stesso sesso
  8. ^ San Marino apre le porte della Repubblica alle coppie gay
  9. ^ Ora i gay possono convivere sul Titano
  10. ^ San Marino approva una mozione per il diritto di convivenza delle coppie gay
  11. ^ San Marino apre alle coppie gay, Negri: «Gravissima disattesa di un valore non negoziabile»
  12. ^ San Marino, primo matrimonio gay all'estero: all'altare l'ex console Podeschi e il compagno
  13. ^ Istanze d'Arengo: "Riconoscere anche a San Marino i matrimoni gay"
  14. ^ No all'Istanza sul riconoscimento dei matrimoni gay. Si apre il confronto sui diritti civili

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]