Diritti LGBT in Bosnia ed Erzegovina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'attività sessuale maschile e femminile con persone dello stesso sesso è legale in Bosnia ed Erzegovina dal 1998.

La discriminazione in base all'orientamento sessuale è vietata nel paese ma le coppie omosessuali non dispongono delle stesse tutele riservate a quelle etero.

Diritto penale[modifica | modifica wikitesto]

La Bosnia-Erzegovina è governata da due entità politiche: la Federazione della Bosnia-Erzegovina e la Repubblica Srpska e, di conseguenza, i periodi di decriminalizzazione per i rapporti tra persone dello stesso sesso sono differenti.

Qualche anno dopo il crollo dell' Unione Sovietica l'omosessualità è stata decriminalizzata nella Federazione della Bosnia-Erzegovina nel 1996 e nella Repubblica Srpska (RS) nel 1998.[1]

Età del consenso[modifica | modifica wikitesto]

L'età del consenso è stata parificata per i rapporti omosessuali a quella dei rapporti eterosessuali nel 1998.

Tutele per le coppie omosessuali[modifica | modifica wikitesto]

Le coppie formate da persone dello stesso sesso non hanno diritto alle stesse protezioni legali disponibili per le coppie eterosessuali e non dispongono di alcuna tutela legale.

Protezione dalle discriminazioni[modifica | modifica wikitesto]

La legge sull'uguaglianza dei sessi, adottata all'inizio del 2003 e ampliata nel 2009, vieta la discriminazione fondata sul sesso e sull'orientamento sessuale (articolo 2). Il divieto di discriminazione per motivi di orientamento sessuale è anche indicato nella Costituzione del distretto di Brčko, nel diritto del lavoro del distretto di Brčko, nel diritto penale in Bosnia-Erzegovina (articolo 145) e nel diritto penale della Repubblica Srpska.

Nel luglio del 2016 il Parlamento in Bosnia-Erzegovina ha adottato un emendamento di legge per la modifica delle leggi antidiscriminazione esplicitando il divieto di discriminazione basato sull'orientamento sessuale, l'identità di genere e le caratteristiche del sesso.

Opinione pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo un sondaggio Pew Research pubblicato nel 2017 il 13% degli intervistati in Bosnia-Erzegovina sostengono il matrimonio egualitario mentre l'84% si dice contrario.[2]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Attività e relazioni sessuali legali Yes (nella Federazione della Bosnia-Erzegovina dal 1996 e dal 1998 a livello nazionale)
Parità dell'età di consenso Yes (dal 1998)
Leggi anti-discriminazione sul lavoro Yes (dal 2009)
Leggi anti-discriminazione nella fornitura di beni e servizi Yes (dal 2009)
Leggi anti-discriminazione in tutti gli altri settori (inclusa discriminazione diretta ed espressioni d'odio) Yes (dal 2009)
Leggi anti-discriminazione per l'identità di genere Yes (a livello nazionale dal 2016)
Unione civile No
Matrimonio egualitario No
Adozioni No
Autorizzazione a prestare servizio nelle forze armate Yes
Diritto di cambiare legalmente sesso Yes
Surrogazione di maternità No
Permesso di donare il sangue No

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LGBT Rights in Bosnia and Herzegovina | Equaldex, su www.equaldex.com. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  2. ^ Religious Belief and National Belonging in Central and Eastern Europe (PDF), su assets.pewresearch.org.