Diritti LGBT in Yemen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In Yemen l'omosessualità è illegale in base al sistema giuridico del paese basato sulla Shari'a, la rigida legge religiosa musulmana[1]. Le pene vanno dalla punizione corporale giudiziaria consistente nella fustigazione pubblica fino alla pena di morte[2][3]. Lo Yemen è uno dei 7 paesi al mondo ad applicare ancora la pena di morte per atti sessuali consensuali tra adulti dello stesso sesso[4].

I siti web con contenuti gay sono bloccati dal governo[5]. Non esiste alcun dibattito pubblico riguardante l'omosessualità o i diritti per le persone LGBT[6]: la posizione ufficiale è che non esistono gay in Yemen[6].

In termini di diritti umani le forze di sicurezza sono responsabili di trattamenti inumani e tortura anche in sede extragiudiziaria[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]