Diritti LGBT a Hong Kong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hong Kong avvolta dai colori della bandiera arcobaleno.

L'omosessualità a Hong Kong è legale e qui l'opinione pubblica mostra d'aver una maggiore tolleranza per i dritti delle persone LGBT che nel resto della Repubblica popolare cinese; esiste un'ordinanza governativa emessa dalle autorità pubbliche cittadine che protegge implicitamente contro la discriminazione fondata sull'orientamento sessuale. Non vi è ancora, tuttavia, alcun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso.

Diritto penale[modifica | modifica wikitesto]

La legislazione che penalizzava l'omosessualità maschile è stata inizialmente un prodotto del colonialismo britannico e comminava una pena che poteva arrivare fino all'ergastolo. Durante i decenni 1970-1980 vi fu un ampio dibattito pubblico sull'opportunità o meno di riformare tale legge restrittiva in linea con i principi dei diritti umani universali. Come risultato di ciò nel 1991 il consiglio legislativo dell'allora protettorato decise di depenalizzare le relazioni omosessuali private tra adulti, consensuali e non mercenarie.

L'età del consenso era stata posta a ventun anni per gli uomini gay, a differenza dei sedici anni per quelli eterosessuali; la legislazione non ha accennato invece in alcun modo al lesbismo. Gruppi che si battono a favore dei diritti LGBT hanno ripetutamente chiesto di equiparare l'età del consenso, ma è stato sempre risposto loro che la disuguaglianza giuridica era necessaria per protegger i giovani e conservare la tradizione.[1]

Nel 2005 a seguito d'una causa legale intentata contro la discriminazione d'età, il tribunale ha stabilito che l'età ineguale del consenso era anticostituzionale e che pertanto violava il diritto alla parità fra tutti i cittadini;[2][3] confermata la sentenza da parte della corte d'appello, a partire dal 2006 esiste un'età uguale del consenso posta a sedici anni per tutti.[4]

Giornata internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia nel 2010.
Shrouding (4617198979).jpg

Leggi anti discriminazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ordinanza del 1991 (Hong Kong Bill of Rights Ordinance) vieta la discriminazione fondata su una serie di motivi fra cui, tra le "Altre condizioni" è stato di fatto incluso anche l'orientamento sessuale; la legge tuttavia si applica solo al settore pubblico, tralasciando in toto quello privato.[1] Nel 1993 era stato proposto dall'ex legislatore Anna Wu un disegno di legge a favore delle pari opportunità che vietasse qualsivoglia form di discriminazione per tutta una serie di motivi tra cui sesso, razza, età, disabilità e sessualità; il suo sforzo non ha dato però alcun risultato fino al 1995 quando è stata emanata la legge sulle pari opportunità: ancora una volta tuttavia la sessualità non è stata inclusa.[5][6][7]

L'opposizione politica a una presa di posizione esplicita contro le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale viene dai conservatori sociali, spesso legati ai cristiani evangelici, che vedono omosessualità e cross-dressing come segni d'immoralità:[1] dopo che la corte ha respinto l'età ineguale del consenso il leader cattolico Donald Tsang si è pubblicamente opposto alla scelta di parità.[1] In generale i partiti politici e i loro singoli rappresentanti tendono in ogni caso a evitare di fare pubbliche dichiarazioni a favore dei diritti LGBT, anche se ciò incomincia molto lentamente a cambiare. Nel 2010, per la prima volta la parlamentare Cyd Ho Sau-lan, l'ex legislatore Fernando Cheung e il dottor Lo Wing-lok hanno partecipato a una manifestazione pubblica contro l'omofobia.

I dipendenti pubblici sono tenuti a offrire un servizio imparziale, a prescindere dalla sessualità dei loro clienti e la sua mancata esecuzione può esser interpretata come atto di cattiva condotta nel luogo di lavoro; qualsiasi persona condannata per il reato di cui sopra potrebbe affrontare una pena carceraria della durata massima di sette anni. Attualmente, la commissione indipendente contro la corruzione è l'unica agenzia governativa che dispone dei poteri conferiti dall'ordinanza del 1991 per indagare su presunti comportamenti illeciti negli uffici pubblici.[8]

Anche se non vi sono leggi specifiche rivolte ai crimini d'odio contro la comunità LGBT, la polizia ha facoltà di fermare chiunque venga trovato a intimidire qualsiasi persona a prescindere dalla sessualità della vittima, ai sensi dell'art. 24 del decreto anti crimine.[9]

Espressione dell'identità di genere[modifica | modifica wikitesto]

Il cross-dressing di per sé non è illegale;[10] è possibile inoltre il cambiamento di genere nei documenti giuridici come carta d'identità e passaporto (non consente invece di cambiare il certificato di nascita) dopo che una persona ha subito un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso.[11]

La corte d'appello ha stabilito, tramite una sentenza del 13 maggio 2013, che una donna transessuale ha tutto il diritto di sposarsi col proprio fidanzato.[12][13] Il 16 settembre 2013 una donna colombiana transgender proveniente da Taiwan è stata discriminata[14] e abusata sessualmente per più di nove ore dal personale dell'aeroporto.[15] Organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite e le ONG di Hong Kong hanno poi fornito assistenza come rifugiato a una persona transessuale diventata apolide.[16]

Riconoscimento delle relazioni omosessuali[modifica | modifica wikitesto]

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso o le unioni civili non sono attualmente riconosciute all'interno del territorio hongkonghese; nel giugno 2009 tuttavia il governo ha esteso il riconoscimento limitato e protezione alle coppie conviventi dello stesso sesso nella sua ordinanza contro la violenza domestica.[17]

Nel 2013 l'alta corte ha stabilito che una donna transgender può sposarsi col proprio fidanzato, intimando al governo di redigere entro un anno una legge apposita che permetta ai transessuali di sposarsi dopo aver eseguito l'operazione di cambiamento di sesso: il 17 luglio 2014 è stato annunciato che i cittadini transgender potranno sposarsi dopo la pausa estiva.[18]

Né il matrimonio né le unioni civili registrate all'estero sono riconosciute ad Hong Kong, tuttavia molti residenti sono anche cittadini britannici e pertanto a partire dal 2005 hanno la possibilità di registrare la propria eventuale unione omosessuale presso i consolati o le ambasciate britanniche di almeno 22 paesi esteri:[19] la registrazione impiegherà almeno un mese a diventare effettiva e dev'essere fatto di persona nel paese in cui si trova la sede diplomatica. Il consolato generale britannico a Hong Kong si astiene invee dal fornire un tale servizio ai propri cittadini a causa del dissenso da parte delle autorità cittadine.[20]

Movimenti per i diritti LGBT[modifica | modifica wikitesto]

A partire dai primissimi anni '90 sono stati istituiti i primi due gruppi che si battono attivamente per i diritti degli omosessuali, "HORIZONS" e "Ten Percent Club". A tutt'oggi esistono diverse organizzazioni, in particolare "Rainbow Action" e "Tongzhi Culture Society", svolgono campagne e organizzano vari eventi educativi e sociali pubblici.

A partire dal 2005 s'è attivato invece un ufficio costituzionale atto a migliorare le pari opportunità per le persone di diverso orientamento sessuale e identità di genere.[21] A partire dal 2012 l'ufficio ha sponsorizzato una serie di annunci trasmessi attraverso la radio, sulla necessità della parità di trattamento delle persone omosessuali operanti nel servizio pubblico.[22]

Condizioni di vita[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentazione nei media[modifica | modifica wikitesto]

Un famoso cantante folk, Chet Lam, ha fatto coming out nel 2008;[23] recentemente anche il noto artista Anthony Wong si è dichiarato essere gay durante una serie di suoi concerti, ottenendo una risposta molto positiva da parte del pubblico.[24] Nel settembre 201 il neoeletto Ray Chan è stato il primo deputato apertamente omosessuale della Cina.[25] Il 10 novembre di quello stesso anno anche la cantante Denise Ho ha annunciato il proprio orientamento sessuale sul palco durante gli eventi riguardanti il Gay Pride.[26]

Nel cinema[modifica | modifica wikitesto]

Opinione pubblica[modifica | modifica wikitesto]

In un sondaggio datato 2013 e condotto dall'università di Hong Kong, solo il 33,3% degli intervistati ha sostenuto il matrimonio tra persone dello stesso sesso, a fronte di un 43% di fermamente contrari;[27] un altro sondaggio condotto dal partito liberale ha dato invece come risultato il 29% di favorevoli contro un 59% di contrari.[28] Un dato più recente ha rilevato che il 74% degli intervistati concorda sul fatto che le coppie omosessuali dovrebbero avere almeno alcuni dei diritti e protezioni di cui godono quelle eterosessuali.[29]

Tabella riepilogativa[modifica | modifica wikitesto]

Attività omosessuale legale Yes (dal 1991)
Pari età del consenso Yes (dal 2006)
Leggi anti discriminatorie sul posto di lavoro Yes Solo negli uffici pubblici
Leggi anti discriminatorie nella fornitura di beni e servizi Yes Solo in ambito pubblico
Leggi anti discriminatorie in tutti gli altri settori (inclusa la discriminazione indiretta e le espressioni d'odio) No
Matrimonio omosessuale No
Riconoscimento delle coppie dello stesso sesso No
Possibilità di adozione da parte di coppie dello stesso sesso o di single No
Adozione congiunt da parte di coppie dello stesso sesso No
Diritto legale di cambiare genere Yes
Accesso alle fecondazione in vitro per le lesbiche No
Maternità surrogata a pagamento per coppie omosessuali maschili No

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d http://www.sodomylaws.org/world/china/china.htm
  2. ^ Phil CW Chan, "Stonewalling through Schizophrenia: An Anti-Gay Rights Culture in Hong Kong?", Sexuality & Culture, 2008
  3. ^ 'Hong Kong gays fight sodomy laws, triggering debate in traditional society', The Advocate, 31 December 2005
  4. ^ Secretary for Justice v. Leung TC William Roy (CACV317A/2005)
  5. ^ Legislative Archive, entre for Comparative and Public Law, Faculty of Law, The University of Hong Kong Copia archiviata, hku.hk. URL consultato il 7 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  6. ^ Hong Kong: Legislative Council Considers Anti-Discrimination Bill, IGLHRC http://www.iglhrc.org/cgi-bin/iowa/article/takeaction/globalactionalerts/71.html
  7. ^ History, TCJM http://tcjm.org/hongkong/history/
  8. ^ http://www.parliament.uk/documents/commons/lib/research/briefings/snpc-04909.pdf
  9. ^ CAP 200 CRIMES ORDINANCE s 24 Certain acts of intimidation prohibited
  10. ^ Bolich, G. G. (2007), Transgender History & Geography: Crossdressing in Context, vol. 3, Raleigh: Psyche's Press, p. 207, ISBN 0-615-16766-7
  11. ^ Ms W vs. the Hong Kong Registrar of Marriages, Fridae.com
  12. ^ Kelvin Chan, HK Transgender Woman Wins Legal Battle to Marry, ABC News. URL consultato il 13 maggio 2013.
  13. ^ Hong Kong court supports transsexual right to wed, BBC News, 13 maggio 2013. URL consultato il 13 maggio 2013.
  14. ^ Hong Kong customs officers behaved 'like animals' during body search, in South China Morning Post, 1º novembre 2013. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  15. ^ Trans woman subjected to invasive search at Hong Kong airport, 1º novembre 2013. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  16. ^ 為換護照慘失國籍失學位失尊嚴 被海關當畜牲跨性別博士來港三失不是人 - Tragic loss of a nationality, 1º novembre 2013. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  17. ^ Pink News, "[1] Gay couples to be protected by Hong Kong domestic violence law
  18. ^ Wedding bells ring for transgender people, South China Morning Post, 17 luglio 2014.
  19. ^ Civil Partnership (Registration Abroad and Certificates) Order 2005 in the UK
  20. ^ How to register a civil partnership
  21. ^ http://www.cmab.gov.hk/en/issues/equal_gender.htm
  22. ^ http://www.cmab.gov.hk/en/issues/equal.htm
  23. ^ 林一峰承认断背谢绝透露妹妹林二汶取向_网易娱乐
  24. ^ The Wall Street Journal, http://blogs.wsj.com/chinarealtime/2012/04/25/pop-star%E2%80%99s-stadium-style-coming-out .
  25. ^ http://www.gaystarnews.com/article/hong-kong-sees-its-first-out-gay-politician110912
  26. ^ http://www.gaystarnews.com/article/pop-star-denise-ho-comes-out-hong-kong-pride101112
  27. ^ One in 10 Chinese bankers won't work with gay and lesbian colleagues | South China Morning Post
  28. ^ News (in traditional Chinese only): A survey found out that almost 60% of Hong Kong people are against the legalization of same-sex marriage., news.sina.com.hk.
  29. ^ 香港民調:多數市民支持同性伴侶權利(圖)。(2014.01.04) - ◆◇ 情逢對手☆═─ - PChome 個人新聞台

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

LGBT Portale LGBT: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di LGBT