Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Aggelos Charisteas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Angelos Charisteas)
Angelos Charisteas
Charisteas 2008.jpg
Angelos Charisteas con la Grecia nel 2007.
Nazionalità Grecia Grecia
Altezza 191 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2014
Carriera
Giovanili
1998 Arīs Salonicco
1998 Strimonikos Serron
Squadre di club1
1998 Arīs Salonicco 9 (2)
1998-1999 Athīnaïkos 7 (1)
1999-2002 Arīs Salonicco 78 (17)
2002-2005 Werder Brema 91 (29)
2005-2006 Ajax 30 (12)
2006-2007 Feyenoord 33 (10)
2007-2009 Norimberga 48 (12)
2009 Bayer Leverkusen 16 (2)
2009-2010 Norimberga 20 (1)
2010 Arles-Avignon 7 (0)
2011 Schalke 04 5 (1)
2011-2012 Panaitōlikos 24 (4)
2013 Al-Nassr 7 (1)
2014 Sydney Olympic
Nazionale
2001-2011 Grecia Grecia 88 (25)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Portogallo 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 settembre 2015

Angelos Charisteas (gr. Άγγελος Χαριστέας, pron. /ˈaŋgelos xarisˈtɛas/; Serres, 9 febbraio 1980) è un ex calciatore greco, campione d'Europa con la Nazionale greca nel 2004

È soprattutto ricordato per aver segnato la rete decisiva nella finale di Euro 2004 contro il Portogallo (1-0), portando così la Grecia ad uno storico trionfo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Strimonikos Serron[modifica | modifica wikitesto]

Aggelos Charisteas inizia la sua carriera nelle giovanili dello Strimonikos Serron un piccolo club di Serres

Aris Salonicco e Athinaikos[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 passa all'Aris Salonicco dove totalizza 9 presenze e segna 2 goal, riportando il club nella massima serie.

Non trovando molto spazio all'Aris complice la sua giovane età, da gennaio fino a giugno 1999 viene girato in prestito all'Athinaikos di Atene, dove totalizza 7 presenze, segnando 1 gol.

Nella stagione 1998/1999, Charisteas contribuisce alla qualificazione dell'Aris Salonicco alla Coppa Uefa e nella stagione 1999/2000 in questa competizione, viene eliminato dal Celta de Vigo al secondo turno. Nella stagione 2001/2002 alcuni importanti club si interessano a lui come i tedeschi del Werder Brema e il Parma Calcio.

Werder Brema[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2002 passa ai tedeschi del Werder Brema per tre anni, dove nella stagione 2003/2004 vince il Campionato Tedesco e una Coppa di Germania. Dopo questi successi il c.t. Otto Rehhagel lo porta all'Europeo del 2004 vinto dalla Grecia dove Charisteas diventa un eroe nazionale segnando il goal nella finale. Nella Champions League 2004/2005 segna anche un paio di goal importanti per il cammino della sua squadra in questa competizione.

Ajax[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2005 si trasferisce nei Paesi Bassi nelle file dell'Ajax di Amsterdam, qui vince una KNVB beker nel 2005-2006 e una Supercoppa d'Olanda nel 2006.

Feyenoord[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2006 passa agli olandesi del Feyenoord per una stagione totalizzando 28 presenze e segnando 9 reti

Norimberga e il prestito al Bayer Leverkusen[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2007 ritorna in Germania nelle file del Norimberga, dove segna alcuni goal importanti in Coppa Uefa. Durante questa stagione molte squadre si fanno avanti per Charisteas come L'Eintracht Francoforte e gli inglesi dello Stoke City e dell'Ipswich. Dalla Grecia nel dicembre 2008, c'è un interesse da parte del Panathinaikos e l'Olympiakos mentre dall'Italia il Bologna mostra un interesse e il Chievo Verona si fa avanti per il bomber greco.

Nel febbraio 2009, il Bayer Leverkusen per colmare il vuoto dal greco Theofanis Gekas passato in prestito al Portsmouth, ingaggia Aggelos Charisteas con la formula del prestito dal Norimberga. Aggelos Charisteas con la sua nuova squadra raggiunge la finale della Coppa di Germania contro il Werder Brema sua ex-squadra, con cui aveva già vinto questa competizione.

Nell'estate 2009, terminato il prestito con il Bayer Leverkusen ritorna al Norimberga appena promossa nella massima serie tedesca. Qui arrivano notizie di un ritorno in patria dopo alcuni anni all'estero da parte dell'AEK Atene. Il 13 marzo 2010 segna il goal della vittoria in trasferta dove Norimberga si impone per 1-2 contro l'Hertha Berlino del connazionale Theofanis Gekas, contrubuendo alla salvezza della squadra tedesca dalla retrocessione nella seconda divisione. Nell'estate 2010, voci lo accostano a qualche club italiano come Lazio e Bologna, ma non ci furono offerte ufficiali.

Arles-Avignon[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2010 Charisteas si trasferisce all'Arles-Avignon, società neopromossa nella Ligue 1 francese, che ne annuncia l'ingaggio insieme a quello del connazionale Angelos Basinas[1] ma dopo un inizio di stagione difficile rescinde il contratto con la società transalpina.[2]

Schalke 04[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 gennaio 2011 lo Schalke ufficializza il suo arrivo.[3] Charisteas ha firmato un contratto fino alla fine dell'attuale stagione. Con lo Schalke raggiunge la finale della Coppa nazionale battendo in semifinale il Bayern Monaco. Il 12 marzo segna la sua rete che permette allo Schalke di imporsi contro l'Eintracht Francoforte, dove militano i connazionali Ioannis Amanatidis, Theofanis Gekas e Georgios Tzavelas. Proprio quest'ultimo aveva riportato il risultato in parità, prima che Charisteas mettesse a segno il goal del 2-1. Il 13 aprile 2011 accede con lo Schalke alla semifinale di Champions League battendo ai quarti di finale l'Inter di Leonardo, campione in carica. Aggelos Charisteas entra al 32 del secondo tempo al posto del brasiliano Edu e con questo risultato, sia lo Schalke che Charisteas raggiungono un risultato mai raggiunto prima. Il 21 maggio vince nuovamente la Coppa di Germania 2010-2011, dopo quella vinta vinta con il Werder Brema nel 2004, un mese prima di laurearsi campione d'Europa con la Nazionale Greca.

Panaitolikos[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2011, dopo 9 anni passati in Europa decide di ritornare a giocare in Grecia nelle file del Panaitolikos, squadra neopromossa in Souper Ligka Ellada, arrivata prima nella Football League greca davanti al PAS Giannina. Charisteas con il Panaitolikos firma un contratto di una stagione, qui trova anche il portiere italiano Luigi Cennamo e il 14 settembre 2011 segna il suo primo goal dando la vittoria per 1-0 contro l'Asteras Tripolis. Il 21 dicembre Charisteas con la sua nuova squadra accede ai 16 della Coppa di Grecia contro il Larissa dell'ex compagno di nazionale Stylianos Venetidis con cui vincero l'Europeo 2004 in Portogallo. L'11 marzo rientra in squadra dopo una breve assenza e prende per mano la squadra segnando il goal del momentaneo 1-0 contro l'Ergotelis al 23 minuto del primo tempo, mentre nella ripresa, procura un rigore che Henri Camara trasforma per il 2-0. Il 18 aprile 2012 segna la sua 4 rete, nella vittoria per 5-1 contro l'Aris Salonicco, la squadra che lo lanciò.

Al-Nassr[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 febbraio 2013 viene riportato un interessamento sul Corriere dello Sport da parte dell'Inter[4], ma dopo qualche giorno Charisteas firma un contratto per il Al-Nassr[5][6]. A marzo ha già totalizzato due presenze.

Sydney Olympic[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 viene ingaggiato dal Sydney Olympic Football Club

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Durante la permanenza nel Werder Brema l'allenatore della Nazionale greca, il tedesco Otto Rehhagel, lo convocò per il campionato d'Europa 2004. Qui Charisteas segnò una prima rete nella seconda gara del primo turno contro la Spagna (finita 1-1), poi il gol con cui la Grecia eliminò la Francia (1-0) nei quarti di finale. Al secondo minuto del secondo tempo della finale di Lisbona contro i padroni di casa del Portogallo Charisteas spedì di testa in rete, alle spalle del portiere lusitano Ricardo, il pallone che valse la conquista del primo Europeo nella storia della Nazionale greca. Charisteas partecipa alla FIFA Confederations Cup 2005 da vincente dell'Europeo 2004 e poi partecipa alle qualificazioni all'Europeo 2008, vincendo il proprio girone con un buon distacco dalla seconda qualificata, la Turchia. Con il gol segnato alla Spagna nella fase finale dell'Europeo 2008, Charisteas diventa uno dei pochi calciatori ad aver segnato in due diverse edizioni della competizione quadriennale. Segna anche dei gol che permetteranno alla Nazionale greca di qualificarsi al Mondiale 2010. L'8 ottobre 2011 viene riconvocato in Nazionale per sfida di qualificazione agli Europei 2012 contro la Croazia, mentre l'11 ottobre gioca da titolare contro la Georgia fuori casa all'85' segna il gol della vittoria, che manda automaticamente la Grecia all'Europeo 2012. Diventa l'unico giocatore greco ad aver segnato in tre qualificazioni per tre Europei e per tre Mondiali consecutivi in Nazionale greca.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato
Comp. Pres. Reti
1997-1998 Grecia Aris Salonicco A Et. 9 2
1998-1999 Grecia Athinaikos B Et. 7 1
1999 Grecia Aris Salonicco A Et. 12 4
1999-2000 Grecia Aris Salonicco A Et. 19 1
2000-2001 Grecia Aris Salonicco A Et. 28 8
2001-2002 Grecia Aris Salonicco A Et. 19 4
2002-2003 Germania Werder Brema BL 31 9
2003-2004 Germania Werder Brema BL 24 4
2004-2005 Germania Werder Brema BL 11 5
2005 Paesi Bassi Ajax Er. 13 4
2005-2006 Paesi Bassi Ajax Er. 17 8
2006 Paesi Bassi Ajax Er. 1 0
2006-2007 Paesi Bassi Feyenoord Er. 28 9
2007-2008 Germania Norimberga BL 24 6
2008 Germania Norimberga 2. BL 14 1
2009 Germania Bayer Leverkusen BL 13 2
2009-2010 Germania Norimberga BL 14 1
2010 Francia Arles-Avignon LI 1 7 0
gen.-giu. 2011 Germania Schalke 04 BL 5 1
2011-2012 Grecia Panaitolikos A Et. 24 4
Totale 306 72

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Werder Brema: 2003-2004
Werder Brema: 2003-2004
Schalke 04: 2010-2011
Ajax: 2005-2006
Ajax: 2005

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2004

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior undici dell'europeo: 1
2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ligue1: Charisteas et Basinas sont Acéistes! AC Arles-Avignon sito ufficiale 16/8/2010
  2. ^ Riccardo Mancini, UFFICIALE: Charisteas rescinde con l'Arles Avignon, in tuttomercatoweb.com, 26 novembre 2010. URL consultato il 26 novembre 2010.
  3. ^ Schalke recruit Annan, Karimi and Charisteas Uefa.com
  4. ^ 16 febbraio 2013, Inter, Carew o Charisteas per sostituire Milito http://www.corrieredellosport.it/calcio/serie_a/inter/2013/02/16-303998/?fb_action_ids=10151712979672678&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582, Inter, Carew o Charisteas per sostituire Milito . URL consultato il 16 febbraio 2013.
  5. ^ 20 febbraio 2013, Al Nasr, colpo Charisteas http://www.tuttomercatoweb.com/altre-notizie/ufficiale-al-nasr-colpo-charisteas-426197, Al Nasr, colpo Charisteas . URL consultato il 16 febbraio 2013.
  6. ^ 28 febbraio 2013, Inter: Aggelos Charisteas ingaggiato da Al Nasr http://www.corrieredellosport.it/calcio/2013/02/28-307192/Inter%3A+Charisteas+ingaggiato+da+Al+Nasr, Inter: Aggelos Charisteas ingaggiato da Al Nasr . URL consultato il 28 febbraio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]