Giannīs Amanatidīs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giannīs Amanatidīs
Ioannis Amanatidis im Eintracht Frankfurt Museum.JPG
Nazionalità Grecia Grecia
Altezza 183 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2012 - giocatore
Carriera
Giovanili
1991-1995 Stuttgarter SC
1995-1999 Stoccarda
Squadre di club1
1999-2001 Stoccarda II 46 (15)
1999-2001 Stoccarda 22 (5)
2001-2002 Greuther Fürth 42 (12)
2002-2004 Stoccarda 13 (1)
2002-2004 Stoccarda II ? (?)
2004 E. Francoforte 15 (6)
2004-2005 Kaiserslautern 23 (6)
2005-2012 E. Francoforte 140 (42)
Nazionale
2002 Grecia Grecia U-21 25 (3)
2002-2010 Grecia Grecia 35 (3)
Carriera da allenatore
2016Īraklīs
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 novembre 2016

Giannīs Amanatidīs (IPA: [ˈʝanis amanaˈtiðis]), traslitterato anche come Ioannis Amanatidis (in greco: Ιωάννης Αμανατίδης; Kozani, 3 dicembre 1981) è un ex calciatore greco, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Amanatidīs è nato a Kozani, in Grecia, e aveva nove anni emigrato con i suoi genitori dal suo paese natale per stabilirsi a Stoccarda.

Inizia la sua carriera calcistica proprio a Stoccarda, nel 1991 quando entra nelle giovanili dello Stoccarda SC. Nel 1995 si trasferisce allo Stoccarda e milita nelle giovanili del club fino al 1999.

Con lo Stoccarda Amanatidīs inizia la sua carriera da professionista, tuttavia a causa del poco spazio si ritrova spesso a giocare con la seconda squadra, così nella stagione 2001-2002 viene ceduto in prestito al Greuther Fürth dove disputa una buona stagione con 12 reti in 42 presenze.

Tornato a Stoccarda Amanatidīs non riesce a conquistarsi la titolarità, gioca solo 13 partite con una rete segnata e finisce ancora nella seconda squadra, così nel gennaio 2004 viene di nuovo ceduto in prestito, stavolta all'Eintracht Francoforte, dove disputa una buono spezzone, ma con i suoi 6 gol non riesce ad evitare la retrocessione.

Nella stagione 2004-2005 si trasferisce al Kaiserslautern, con il quale segna 6 reti in 23 partite.

Nel luglio 2005 fa il suo ritorno all'Eintracht Francoforte, disputando un'ottima stagione con 12 reti segnate. Nella stagione successiva, anche grazie ai suoi gol, L'Eintracht raggiunge le semifinali in Coppa di Germania.

Nel 2007 diventa il capitano dell'Eintracht al posto di Jermaine Jones, trasferitosi allo Schalke 04.

Con l'arrivo del nuovo allenatore Michael Skibbe, nel 2009 inizia un periodo problematico per Amanatidīs: prima perde la fascia di capitano e poi anche il posto in campo da titolare. La contesa fra i due si inasprisce e Amanatidīs viene messo fuori squadra all'inizio del febbraio 2011. La situazione tuttavia migliora[1] e Amanatidīs viene reintegrato, tanto che il 17 è convocato per la partita contro il Norimberga[2]. A fine stagione rimane svincolato.[3]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale Under-21 greca prende parte agli Europei Under-21 nel 2002.

Amanatidīs fa il suo debutto con la Nazionale greca il 20 novembre 2002 in una partita contro l'Irlanda. Nel 2005 è convocato per la Confederations Cup, nella quale la Grecia è eliminata nella fase a gironi. Il 17 ottobre 2007 segna il suo primo gol in nazionale nella partita vinta per 1-0 contro la Turchia.

Viene convocato per gli Europei del 2008, nei quali la Grecia viene eliminata nella fase a gironi. Il 9 agosto 2010 annuncia il suo ritiro dalla nazionale dopo 35 partite, per dedicarsi solo all'Eintracht Francoforte[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Amanatidis spielt vorerst keine Rolle Archiviato il 16 luglio 2011 in Internet Archive. Sito ufficiale dell'Eintracht Francoforte
  2. ^ Mit Amanatidis nach Franken Archiviato il 30 maggio 2014 in Internet Archive. Eintracht.de
  3. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  4. ^ Amanatidis tritt aus Nationalelf zurück, T-Online, 9 agosto 2010. URL consultato il 9 luglio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]