Alessandra Todde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandra Todde
Alessandra Todde daticamera.jpg

Vicepresidente del Movimento 5 Stelle
In carica
Inizio mandato21 ottobre 2021
PresidenteGiuseppe Conte
PredecessoreCarica creata

Viceministro dello sviluppo economico
Durata mandato1º marzo 2021 –
22 ottobre 2022
CotitolareGilberto Pichetto Fratin
Capo del governoMario Draghi
PredecessoreStefano Buffagni
SuccessoreValentino Valentini

Sottosegretaria di Stato al Ministero dello sviluppo economico
Durata mandato16 settembre 2019 –
13 febbraio 2021
Capo del governoGiuseppe Conte
PredecessoreAndrea Cioffi
Davide Crippa
Michele Geraci
SuccessoreAnna Ascani

Deputata della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato13 ottobre 2022
LegislaturaXIX
Gruppo
parlamentare
Movimento 5 Stelle
CircoscrizioneLombardia 2
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politicoMovimento 5 Stelle
Titolo di studioLaurea in scienze dell'informazione e informatica
UniversitàUniversità di Pisa
ProfessioneIngegnere, manager

Alessandra Todde (Nuoro, 6 febbraio 1969) è una politica e dirigente d'azienda italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea nel corso di laurea di Ingegneria Informatica all'Università di Pisa ottenendo il titolo di Ingegnere Informatico.

È un'imprenditrice e una manager. Fondatrice e CEO di Energeya, acquisita da FIS Global (precedentemente Sungard) nel 2015, ha ricoperto il ruolo di Senior Advisor Energy Markets in FIS Global, Sales Director South & Eastern Europe in Sungard e Client Relationship Manager Sud Europa in Nexant (precedentemente Excelergy).

È stata amministratrice delegata di Olidata dal luglio 2018 all'aprile 2019, quando si è dimessa perché candidata alle elezioni europee del 2019 con il Movimento 5 Stelle nella circoscrizione Italia insulare[1], senza essere eletta.[2]

A dicembre 2014 è stata premiata dalla delegazione sarda di AIDDA (Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti di Azienda) come imprenditrice dell’anno.

A dicembre 2018 è stata nominata tra le Inspiring Fifty italiane[3], riconoscimento alle 50 donne italiane considerate più influenti nel mondo della tecnologia.

Dal 1º marzo 2021 al 22 ottobre 2022 è stata viceministro dello sviluppo economico nel governo Draghi, dopo essere stata sottosegretario di Stato al MiSE dal 16 settembre 2019 al 13 febbraio 2021 nel governo Conte II. Il 21 ottobre 2021 viene nominata da Giuseppe Conte vicepresidente del Movimento 5 Stelle, nomina poi confermata attraverso il voto degli iscritti.

Nei tre anni di governo ha avuto le deleghe alla gestione delle crisi industriali, portando il numero dei tavoli da 150 (dicembre 2019) a 73 (agosto 2022). È l'ideatrice del Fondo Salvaguardia, del Fondo Imprenditoria femminile, del fondo ETS e del programma Smarter Italy e dell'emendamento anti delocalizzazione per la responsabilità sociale d'impresa inserito nella legge di bilancio 2021-2022

Nel mese di agosto 2022, Startup Italia l'ha inserita nella classifica delle 1000 donne più influenti d'Italia, unica politica del M5S insieme a Chiara Appendino.

Alle elezioni politiche anticipate del 25 settembre 2022 viene candidata per la Camera dei deputati come capolista nel collegio plurinominale Lombardia 2 - 01 e in quello della Sardegna, risultando eletta nel primo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandra Todde si dimette da Olidata, sarà capolista per le europee, su affaritaliani.it, 11 aprile 2019. URL consultato il 13 settembre 2019.
  2. ^ Emilia Missione, Emilia Missione, Alessandra Todde: chi è la capolista M5S alle elezioni europee 2019 e programma, su Termometro Politico, 25 aprile 2019. URL consultato il 20 ottobre 2022.
  3. ^ Italy 2018 - Inspiring Fifty, su inspiringfifty.org. URL consultato il 28 febbraio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]