Consiglio regionale dell'Umbria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Assemblea legislativa dell'Umbria
Regione-Umbria-Stemma.svg
AulaPalazzoCesaroni.jpg
L'assemblea legislativa di Palazzo Cesaroni
StatoItalia Italia
TipoConsiglio regionale della Regione Umbria
Istituito1970
Operativo dal1970
Riforme2005
2010
2013
PresidenteDonatella Porzi (PD)
VicepresidentiMarco Vinicio Guasticchi (PD)
Valerio Mancini (LN)
Eletto daCittadini dell'Umbria
Ultima elezione2015
Prossima elezione27 ottobre 2019
Numero di membri21
Umbria Assemblea Legislativa 2019.svg
Gruppi politici
  • Coalizione di centro-sinistra
  • Coalizione di centro-destra
    •      Lista civica di centro-destra (3)
    •      Lega (1)
    •      FI (1)
    •      FdI (1)
  •      M5S (2)
SedePerugia
IndirizzoPiazza Italia, 2
Sito web

L'assemblea legislativa dell'Umbria è l'organo legislativo rappresentativo della Regione Umbria. Istituito nel 1970, è composto da 20 membri, oltre al Presidente della Giunta regionale[1]. Ha sede nella città di Perugia a Palazzo Cesaroni.

Eccezion fatta per i casi di fine anticipata della legislatura, l'assemblea rimane in carica per cinque anni[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 luglio 1970 nella Sala dei Notari di Perugia, si insediò ufficialmente il primo Consiglio regionale dell'Umbria[3] che il 25 novembre dello stesso anno deliberò il primo Statuto regionale, che fu promulgato dal Presidente della Repubblica con la legge 344 del 22 maggio 1971[4]. Lo Statuto, che in armonia con la Costituzione determinò la forma di governo ed i principi fondamentali di organizzazione dell'ente, venne poi modificato attraverso la legge numero 44 del 1992[5].

Nel 2001, a seguito dell'avvenuta approvazione della riforma costituzionale che prevedeva la modifica del Titolo V della Costituzione, si è aperto anche in Umbria un processo di riforma che ha portato all'approvazione del nuovo Statuto, entrato ufficialmente in vigore con la legge regionale 21 del 16 aprile 2005[2]. L'8 maggio 2007 è stato inoltre deliberato il nuovo Regolamento del Consiglio regionale, che disciplina l'organizzazione del Consiglio, dei suoi organi interni e i procedimenti di formazione delle leggi e degli atti consiliari[6].

Funzioni ed organi[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Cesaroni, sede dell'assemblea

L'Assemblea legislativa è composta dai consiglieri, rappresentanti politici eletti dai cittadini residenti in Umbria, che si costituiscono in gruppi consiliari. Ogni consigliere è assegnato inoltre ad almeno una commissione consiliare permanente o ad una commissione di inchiesta costituitasi in seno all'Assemblea[6].

La principale funzione dell'Assemblea è quella di approvare le modifiche allo Statuto, il bilancio regionale e le leggi ed i regolamenti nelle materie di competenza regionale. Può inoltre presentare proposte di legge al Parlamento e designa, tra i consiglieri, tre delegati che partecipano all'elezione del Presidente della Repubblica Italiana Le sedute sono pubbliche ed aperte a tutti i cittadini.

L'Assemblea è presieduta dal Presidente, eletto insieme ai Vice Presidenti nella prima seduta utile dopo la convalida dei consiglieri, che ha la funzione di convocare le riunioni e dirigere i lavori d'aula, assegnando anche gli atti alle commissioni competenti. Ha inoltre il potere di decretare, sentito il parere dell'Ufficio di Presidenza, lo scioglimento dell'Assemblea al di fuori dei casi previsti dall’art. 126, comma 1, della Costituzione e verificare la ricevibilità delle mozioni di sfiducia.

Dal 2012 all'interno dell'Assemblea è stato costituito anche un collegio dei revisori dei conti, che ha il compito di vigilare sulla regolarità contabile, finanziaria ed economica della gestione dell'ente[7].

Composizione attuale[modifica | modifica wikitesto]

L'Assemblea legislativa è alla sua X legislatura, iniziata nel 2015. Il 28 maggio 2019 viene adottato il decreto di scioglimento dell'organo a seguito delle dimissioni della presidente della giunta regionale[8]; di conseguenza rimarrà in carica fino alla proclamazione dei nuovi eletti e potrà riunirsi solo per approvare atti improrogabili ed urgenti[9].

La composizione degli organi è la seguente:

  • Presidente: Donatella Porzi (PD);
  • Vice Presidenti: Marco Vinicio Guasticchi (PD), Valerio Mancini (Lega);
  • Coalizione di centrosinistra: PD (10 consiglieri), PSI (1 consigliere), Misto (2 consiglieri);
  • Coalizione di centrodestra: Lega (1 consigliere), FI (1 consigliere), FdI (1 consigliere), Misto (3 consiglieri);
  • Altri gruppi assembleari: M5S (2 consiglieri).

Cronotassi dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti del Consiglio Regionale (1970-2015)[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabio Fiorelli (PSI) - in carica dal 7 giugno 1970 al 1977 (I legislatura);
  • Settimio Gambuli (PCI) - in carica dal 1977 al 1978 (II legislatura);
  • Massimo Arcamone (PRI) - in carica dal 1978 al 1979 (II legislatura);
  • Roberto Abbondanza (PCI) - in carica dal 1979 al 1980(II legislatura);
  • Enzo Paolo Tiberi (PRI) - in carica dal 1980 al 1985 (III legislatura);
  • Giampaolo Bartolini (PCI) - in carica nel 1985 (IV legislatura);
  • Velio Lorenzini (PSI) - in carica dal 12 maggio 1985 al 21 marzo 1990 (V legislatura);
  • Sanio Panfili (PCI) - in carica dal 17 giugno 1990 al 23 luglio 1991 (IV legislatura);
  • Claudio Spinelli (PRI) - in carica dal 23 luglio 1991 al 22 luglio 1992 (V legislatura);
  • Mariano Borgognoni (PDS) - in carica dal 22 luglio 1992 al 31 maggio 1993 (V legislatura);
  • Giampaolo Bartolini (PRC) - in carica dal 9 giugno 1993 al 28 dicembre 1993 (V legislatura);
  • Luciano Neri (FdV) - in carica dal 28 dicembre 1993 al 24 aprile 1995 (V legislatura);
  • Gianpiero Bocci (PPI) - in carica dal 30 maggio 1995 al 23 luglio 1997 (VI legislatura);
  • Carlo Liviantoni (PPI) - in carica dal 26 luglio 1997 al 3 marzo 2000 (VI legislatura);
  • Giorgio Bonaduce (PdCI) - in carica dal 30 maggio 2000 al 18 dicembre 2000 (VI e VII legislatura);
  • Carlo Liviantoni (DL) - in carica dal 21 dicembre 2000 al 15 aprile 2004[10] (VII legislatura);
  • Mauro Tippolotti (PRC) - in carica dal 15 aprile 2004 al 26 marzo 2009[11] (VII e VIII legislatura);
  • Fabrizio Felice Bracco (PD) - in carica dal 1º aprile 2009 al 30 marzo 2010 (VIII legislatura);
  • Eros Brega (PD) - in carica dal 16 aprile 2010 al 10 giugno 2015 (IX legislatura);

Presidenti dell'Assemblea Legislativa (dal 2015)[modifica | modifica wikitesto]

  • Donatella Porzi (PD) - in carica dal 20 giugno 2015 (X legislatura).

Linea temporale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L' Assemblea, su Assemblea Legislativa - Regione Umbria. URL consultato il 28 maggio 2019.
  2. ^ a b Legge Regionale 16 Aprile 2005, n. 21, su leggi.crumbria.it. URL consultato il 28 maggio 2019.
  3. ^ Primo Consiglio regionale, su Assemblea Legislativa - Regione Umbria. URL consultato il 28 maggio 2019.
  4. ^ Legge 22 maggio 1971, n. 344, su Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. URL consultato il 28 maggio 2019.
  5. ^ Legge n. 44/1992, su Istituto di studi sui sistemi regionali federali e sulle autonomie. URL consultato il 28 maggio 2019.
  6. ^ a b Statuto e regolamenti, su Assemblea Legislativa - Regione Umbria. URL consultato il 28 maggio 2019.
  7. ^ Legge regionale 19 dicembre 2012, n. 24, su Consiglio Regionale dell'Umbria. URL consultato il 28 maggio 2019.
  8. ^ Lavori d'aula (1): esecutive le dimissioni della presidente della giunta regionale. Sciolta l'assemblea legislativa dell'Umbria, su Assemblea Legislativa - Regione Umbria. URL consultato il 28 maggio 2019.
  9. ^ Daniele Bovi, Dimissioni e taglio dei vitalizi in aula tra il 28 e il 30, poi il voto anticipato: ecco date e tappe, su Umbria24.it, 20 maggio 2019. URL consultato il 28 maggio 2019.
  10. ^ La Presidente e i suoi Assessori. Note biografiche, in orvietonews.it, 30 aprile 2005. URL consultato il 28 maggio 2019.
  11. ^ Consiglio Regionale dell'Umbria, Scheda del Consigliere Mauro Tippolotti, su www.crumbria.it. URL consultato il 28 maggio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn2014065479 · WorldCat Identities (ENn2014-065479