Giunta regionale delle Marche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giunta regionale delle Marche
Coat of arms of Marche.svg
Stemma della Regione Marche
Istituito1948
Operativo dal1970
Presidente della Regione MarcheLuca Ceriscioli
Vicepresidente della Regione MarcheAnna Casini
SedePalazzo Raffaello, Ancona
Indirizzovia Gentile da Fabriano 9
Sito websito ufficiale

La Giunta regionale delle Marche ha sede ad Ancona, presso Palazzo Raffaello. Si tratta di un organo collegiale, composto dagli assessori regionali e presieduto dal Presidente di Regione.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

È presieduta dal Presidente della Regione che nomina i singoli assessori (massimo dieci), come prevede l'articolo 7 dello Statuto regionale. Tra gli assessori il Presidente nomina un Vicepresidente con il compito di sostituirlo in caso di assenza o di temporaneo impedimento. Il Presidente può sostituire il vice presidente e gli assessori informando il Consiglio regionale.[1]

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

La Giunta è l'organo esecutivo della Regione; è composta da un massimo di dieci assessori. Le sue precise funzioni sono:

  • attuazione del programma di governo.
  • esercita la potestà regolamentare (nei casi previsti dalla Legge Regionale).
  • presenta il bilancio preventivo al Consiglio Regionale.
  • presenta delle proposte di piani e programmi generali e di settore, al Consiglio Regionale.
  • nomina e revoca i rappresentanti della Regione.
  • delibera in materia di organizzazione amministrativa.
  • guida e controlla gli altri Enti regionali.
  • delibera in materia di liti attive e passive.
  • adotta atti di indirizzo relativi all'applicazione di Leggi e regolamenti regionali.
  • svolge le altre attività di governo della Regione, non demandate ad altri enti o attribuitegli dalla Costituzione e dallo Statuto.
  • propone le Leggi regionali.

La Giunta, su proposta del Presidente, adotta un regolamento interno che ne regola il funzionamento. Le delibere della Giunta non sono valide se risulta assente la maggioranza dei suoi membri e se non sono approvate dalla maggioranza dei presenti. Generalmente le sedute della Giunta non sono pubbliche.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]