Francesco Pigliaru

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Pigliaru

Presidente della Regione Sardegna
In carica
Inizio mandato 12 marzo 2014
Predecessore Ugo Cappellacci

Dati generali
Partito politico Indipendente

Francesco Pigliaru (pronuncia Pìgliaru[1]; Sassari, 13 maggio 1954) è un economista e politico italiano, ordinario di Economia politica, prorettore dell'Università di Cagliari dal 2009 al 2014, Presidente della Regione Autonoma della Sardegna dal 12 marzo 2014, a seguito delle elezioni regionali del 16 febbraio 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Sassari, è figlio del filosofo Antonio Pigliaru.[2]

Ha studiato al Liceo classico Domenico Alberto Azuni di Sassari, militando in Lotta Continua, e si è laureato nel 1978 in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Sassari.[2] Nel 1979 ha ottenuto una specializzazione presso la Scuola Enrico Mattei di Milano, mentre nel 1981 ha conseguito un master "Philosophy in Economics" presso l'Università di Cambridge,[3] grazie a una borsa di studio.[2]

Nel 1988-89 ha insegnato in qualità di visiting scholar alla Università di Berkeley, mentre dal 1993 al 1998 ha diretto il CRENoS (Centro ricerche economiche Nord-Sud). È professore ordinario di Economia Politica all'Università degli Studi di Cagliari, di cui è stato, da novembre 2009 a marzo 2014, pro-rettore[4]. È autore di circa trenta pubblicazioni scientifiche[5].

È stato nel consiglio di amministrazione del Banco di Sardegna sotto la presidenza di Sebastiano Brusco.[2]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 si avvicina a Renato Soru, partecipando alla formazione della lista Progetto Sardegna in vista delle elezioni regionali in Sardegna del 2004 e contribuendo alla scrittura del programma della coalizione di centrosinistra "Sardegna Insieme";[2] dopo la vittoria di Soru è stato nominato assessore regionale alla programmazione e al bilancio, incarico da cui si è dimesso nell'ottobre 2006 per alcune divergenze di carattere politico con lo stesso presidente.[3][6]

Durante il suo mandato, ha contribuito in modo determinante alla creazione del programma di studi denominato Master and Back, volto a finanziare esperienze lavorative in loco di giovani che hanno ottenuto specializzazioni all'estero. È stato inoltre il principale promotore della cosiddetta "Vertenza entrate" della Regione Sardegna col Governo centrale, volta all'ottenimento di una larga parte delle entrate tributarie dovute dallo Stato alla Regione che, dal 1991, non erano mai state corrisposte; attraverso tale operazione è stata accolta una delle istanze di base dell'autonomismo e dell'indipendentismo sardo, che dagli anni ottanta sosteneva la necessità di verificare i flussi fiscali dell'Autonomia regionale.

Il 6 gennaio 2014 è stato scelto dal Partito Democratico come candidato presidente alle elezioni regionali in Sardegna del 2014 (anche se non iscritto al PD[7]), in sostituzione della vincitrice delle primarie del settembre 2013 Francesca Barracciu, ritiratasi in seguito all'indagine che l'ha vista coinvolta sull'utilizzo dei fondi ai gruppi consiliari.[3]

Presidente della Regione Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 febbraio 2014 viene eletto presidente della regione Sardegna con 312.982 voti e una percentuale del 42,45%, avendo la meglio sul candidato del centro-destra Ugo Cappellacci[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Adams, Francesco Pigliaru, Economic Growth and Change. National and Regional Patterns of Convergence and Divergence, Cheltenham-Northampton, Edward Elgar Publishing, 1999, ISBN 1858986834.
  • (EN) Adriana Di Liberto, Roberto Mura, Francesco Pigliaru, How to Measure the Unobservable. A Panel Technique for the Analysis of TFP Convergence, Cagliari, CUEC, 2004, ISBN 88-8467-182-5.
  • (EN) Alessandro Lanza, Anil Markandya, Francesco Pigliaru, The Economics of Tourism and Sustainable Development, Cheltenham-Northampton, Edward Elgar Publishing, 2005, ISBN 1845424018.
  • (EN) Fabio Cerina, Francesco Pigliaru, Agglomeration and Growth in the NEG. A Critical Assessment, Cagliari, CUEC, 2005, ISBN 88-8467-291-0.
  • Emanuela Marrocu, Raffaele Paci, Francesco Pigliaru, Gli effetti del capitale pubblico sulla produttività delle regioni italiane, Cagliari, CUEC, 2006, ISBN 88-8467-311-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Regione Sardegna Successore Flag of Sardinia.svg
Ugo Cappellacci 12 marzo 2014 - -
Controllo di autorità VIAF: (EN47683592 · LCCN: (ENn98103973 · ISNI: (EN0000 0001 1761 8841 · GND: (DE12399540X