Christian Solinas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christian Solinas
Christian Solinas datisenato 2018.jpg

Presidente della Regione Sardegna
In carica
Inizio mandato 20 marzo 2019
Predecessore Francesco Pigliaru

Segretario del Partito Sardo d'Azione
In carica
Inizio mandato 25 ottobre 2015
Predecessore Giovanni Columbu

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 23 marzo 2018 –
19 giugno 2019
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Lega - Salvini Premier - Partito Sardo d'Azione
Circoscrizione Sardegna
Collegio Sardegna - 01
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Sardo d'Azione
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli Studi di Sassari
Professione Imprenditore

Christian Solinas (Cagliari, 2 dicembre 1976) è un politico italiano, Presidente della Regione Sardegna dal 20 marzo 2019, segretario del Partito Sardo d'Azione dal 2015 e senatore dal 2018 al 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Cagliari il 2 dicembre 1976, da una famiglia di origini sassaresi e oristanesi ma ramificata in diversi territori dell'Isola. È attivo fin da giovanissimo nella vita sociale e culturale della comunità di Poggio dei Pini, nella quale risiede, ed è tra i fondatori della locale Biblioteca. Alle elezioni comunali del 1997 si presenta per la prima volta come candidato e diviene consigliere comunale. Viene eletto, nella consiliatura, dapprima Presidente della Commissione Consiliare Permanente in materia di Urbanistica e Ambiente ed in seguito della Commissione Speciale per la redazione dello Statuto Comunale. Nelle successive elezioni del 2001 è riconfermato e viene eletto con un'ampia maggioranza Presidente del Consiglio Comunale. Nel 2004 è nominato dal Presidente della Regione Sardegna, presidente dell'ERSU (ente regionale per il diritto allo studio universitario) di Cagliari, d'intesa con il Rettore dell'Università.[1]. Nel 2008 viene eletto a Milano con una maggioranza plebiscitaria Presidente dell'ANDISU, l'associazione nazionale di tutti gli organismi per il diritto allo studio universitario.

Consigliere regionale e segretario del PSd'Az[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 è eletto consigliere regionale nelle liste del Partito Sardo d'Azione e diviene Assessore dei Trasporti[2]. Riconfermato nel 2014 diviene capogruppo del PSd'Az in consiglio regionale. Nel 2015 è eletto Segretario nazionale del Partito Sardo d'Azione.

Elezione a senatore e candidatura alle Regionali 2019[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di un accordo elettorale tra il suo partito e la Lega di Matteo Salvini, alle elezioni politiche del 2018 è stato eletto senatore della Repubblica nelle liste della Lega nel collegio plurinominale Sardegna - 01, e per tale motivo si dimette dalla carica di consigliere regionale, dato che le due cariche sono incompatibili, optando per il seggio in parlamento.

A fine novembre viene scelto come candidato Governatore alle Elezioni regionali in Sardegna del 2019 per la coalizione di centro-destra composta, oltre che dal PSd'Az, da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Unione di Centro, Unione Democratica Sarda, Fortza Paris, Energie per l'Italia, Riformatori Sardi e due liste civiche.

Presidente della Regione[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 febbraio 2019 viene eletto Presidente con 47,81% dei voti, sconfiggendo il candidato di centro-sinistra Massimo Zedda, fermo al 32,91%. Viene proclamato nuovo presidente il 20 marzo successivo. Lascia il seggio senatoriale il 19 giugno 2019.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]