Stefano Patuanelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Patuanelli
Stefano Patuanelli datisenato 2018.jpg

Ministro dello sviluppo economico
In carica
Inizio mandato 5 settembre 2019
Presidente Giuseppe Conte
Predecessore Luigi Di Maio

Senatore della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Movimento 5 Stelle
Circoscrizione Friuli-Venezia Giulia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento 5 Stelle
Titolo di studio Laurea in Ingegneria edile
Università Università degli Studi di Trieste
Professione Ingegnere

Stefano Patuanelli (Trieste, 8 giugno 1974) è un politico italiano, dal 5 settembre 2019 ministro dello sviluppo economico nel governo Conte II.

È stato capogruppo per il Movimento 5 Stelle al Senato fino alla sua nomina a ministro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato, ha tre figli. Dopo aver ottenuto la laurea in Ingegneria edile con il voto di 110 e lode, risulta iscritto all'Ordine degli ingegneri dal 2004 e da allora esercita la libera professione. È stato consigliere e tesoriere dell'Ordine degli ingegneri della provincia di Trieste dal 2009 al 2011.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

È iscritto alla piattaforma Meetup dal 17 luglio 2005, data nella quale ha costituito il Gruppo Beppe Grillo Trieste[1] e del quale è stato organizer per molto tempo. Dal 2011 al 2016 è stato consigliere comunale a Trieste. Alle elezioni 2018 è eletto senatore del M5S nella circoscrizione Friuli-Venezia Giulia e diventa capogruppo al Senato.

Ministro dello Sviluppo Economico (2019 - In carica)[modifica | modifica wikitesto]

Patuanelli mantiene la carica di capogruppo M5S a Palazzo Madama per tutta la durata del primo governo guidato da Giuseppe Conte, che vede i pentastellati coalizzati con la Lega. Dopo la fine dell'esecutivo e il passaggio del Movimento all'alleanza col Partito Democratico Patuanelli è designato da Conte, rimasto alla guida del governo come Ministro dello Sviluppo Economico[2], in sostituzione del leader del suo partito Luigi Di Maio passato al Ministero degli Esteri. Presta giuramento di fronte al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 5 settembre 2019[3][4].

Lo stesso giorno, nel primo consiglio dei ministri in cui Patuanelli presenzia, il governo approva su sua iniziativa un decreto che affida alle autorità statali il golden power nelle operazioni concernenti i rami strategici del settore tecnologico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ GBGT
  2. ^ Stefano Patuanelli prende il testimone da Di Maio: è il nuovo ministro per lo Sviluppo economico, su tpi.it, 4 settembre 2019. URL consultato il 4 settembre 2019.
  3. ^ Governo, Conte annuncia i ministri: Gualtieri all'Economia, Lamorgese all'Interno, Di Maio agli Esteri. Fraccaro sottosegretario alla presidenza dopo lite tra il premier e il capo politico M5S, su repubblica.it, 4 settembre 2019. URL consultato il 5 settembre 2019.
  4. ^ Cerimonia di giuramento del Governo Conte, su quirinale.it, 5 settembre 2019. URL consultato il 5 settembre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]