Godzilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Godzilla
Godzilla in un poster giapponese dell'omonimo film del 1954
Godzilla in un poster giapponese dell'omonimo film del 1954
Universo Godzilla
Nome orig. (ゴジラ, Gojira)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego Godzilla americano (controparte statunitense)
Soprannome Re Dei Mostri
Editore Toho
1ª app. 3 novembre 1954
1ª app. in Godzilla (film 1954)
Editore it. RANK
app. it. 1954
app. it. in Godzilla (film 1954)
Interpretato da
Voce italiana Enzo Liberti
Specie Gojirasauro (o Godzillasaurus) mutato
Sesso Maschio
Luogo di nascita Giappone
Data di nascita Era preistorica
Abilità
  • Controllo e manipolazione delle radiazioni atomiche
  • Raggio radioattivo
  • Alito atomico
  • Ondata nucleare
  • Forza muscolare immensa
  • Anfibio
  • Scaglie di resistenza adamantina
  • Fattore rigenerante (potenziato dall'assorbimento di radiazioni)
  • Parziale invulnerabilità, esclusa elettricità
  • Magnetizzazione
  • Volo sfruttando il proprio raggio atomico come propulsore
  • Assorbimento dell'energia degli altri mostri
Affiliazione *Rodan
Parenti
  • Ghost Godzilla (mostro creato dall'anima irrequieta del primo godzilla)
  • Minilla (figlio adottato)
  • Godzillasaurus
  • Godzilla Junior (figlio adottato)
  • Godzooky (figlio nella serie animata)
  • Mechagodzilla (copia robotica)
  • Kiryu (clone cyborg)
  • Godzilla americano (Controparte statunitense)
  • SpaceGodzilla (clone spaziale, nato dalla fusione tra le sue cellule, portate nello spazio dai resti di Biollante, e una forma di vita aliena a struttura cristallina)
  • Biollante ("figlia", nata dalla fusione tra le sue cellule e DNA umano e di rosa)
  • Orga (forma di vita aliena che ha assorbito il suo DNA)

Godzilla (ゴジラ Gojira?, Ascolta[?·info]) è un kaijū ("mostro misterioso") del cinema giapponese, protagonista di una lunga serie di film a partire dal 1954. La sua fama si è graduatamente espansa anche all'estero, tanto che è divenuto uno dei più famosi mostri del mondo e della storia del cinema di fantascienza e fantastico.

Origini[modifica | modifica sorgente]

L'origine, anche se indiretta, del mostro giapponese è situata negli Stati Uniti. Nel 1952 vi fu infatti una riedizione dello storico King Kong (1933), il cui successo spinse i produttori americani a realizzare l'anno successivo il film Il risveglio del dinosauro, incentrato sulle gesta di un dinosauro simile ad un varano che, ibernato al Polo Nord, si risveglia a causa di un'esplosione atomica e raggiunge la città di New York.

Questo film ottenne un buon successo in Giappone, convincendo Tomoyuki Tanaka, produttore della casa cinematografica Toho, a realizzare un rifacimento del film americano. Dopo una lunga gestazione, il risultato finale è appunto Gojira (trasformato in occidente in Godzilla).

Il nome del mostro deriva dal nomignolo di un dipendente della Toho, che per via della sua corpulenza era soprannominato Gojira, parola macedonia tra il termine occidentale gorilla e quello giapponese kujira, che significa balena. Secondo il progetto originale, Godzilla doveva avere l'aspetto di un'enorme piovra.

Il verso di Godzilla viene ottenuto col riverbero del suono di un contrabbasso unito a quello di una corda da strumento di un'ottava sotto la norma e strofinata con un guanto di cuoio grezzo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Godzilla è un Gojirasauro, immaginaria specie appartenente alla stessa famiglia del Tirannosauro, apparsa nel periodo Giurassico-Cretaceo e sopravvissuta fino in tempi recenti, localizzata in alcune isolette dell'Oceano Pacifico, per la precisione le isole di Odo e Ragos. Questo preistorico sopravvissuto viene mutato dalle radiazioni emanate dagli esperimenti nucleari americani che hanno investito l'isola del Pacifico dove viveva. Le radiazioni hanno aumentato smisuratamente le dimensioni di Godzilla che è così divenuto un colosso con zampe grandi come una casa. Nel reboot americano del 2014 la storia di Godzilla presenta qualche differenza, rispetto ai film della Toho: viene detto, nel film, che Godzilla è un'esemplare sopravvissuto fino ai giorni nostri di una specie di grandi rettili, vissuti milioni di anni prima dell'uomo, in un'epoca in cui le radiazioni erano molto più diffuse che ai giorni nostri ed evolutasi, grazie ad esse, fino a raggiungere dimensioni mostruose, ed infine adattatesi a vivere negli abissi marini.

Godzilla è un mostro molto malvagio e feroce, nemico dell'umanità, anche se nei film degli anni sessanta e settanta ne è diventato alleato per poi ritornare cattivissimo negli anni ottanta. Ma anche quando è pericoloso per gli umani, Godzilla si ritrova spesso nel ruolo dell'eroe, in quanto protegge il Giappone dai vari mostri che periodicamente lo attaccano. Godzilla infatti considera il Giappone il suo territorio, data l'abbondanza di cibo e di energia nucleare (sua primaria fonte di energia), e non tollera quindi che questo venga invaso (ciò avviene nel film del 2014 nel quale, pur mostrandosi pericoloso e causando immani stragi e distruzioni, si ritrova a combattere le mostruose creature note come M.U.T.O). Nel film 2014 vengono effettuati alcuni cambiamenti; seguendo un'antica leggenda Giapponese che spiega che Godzilla è una sorta di guardiano che interviene quando la natura avverte un grave squilibrio e manda lui per ristabilirlo.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Godzilla, il cui corpo è ricoperto da scaglie color grigio scuro, quasi nero, molto irte sul dorso, possiede una lunga coda, due braccia e quattro dita per mano. La forma del suo corpo è molto simile a quella di un Tirannosauro, anche se decisamente più eretta. L'aspetto ricorda vecchie raffigurazioni dell'Iguanodonte in posizione eretta, in particolare quella dipinta da Zdeněk Burian[1], i cui lavori ebbero un ruolo importante nelle ricostruzioni paleontologiche, e quella del tirannosauro di Rudolph Zallinger, dipinto nel suo murale The Age of Reptiles (L'età dei rettili). Tale conformazione fisica gli conferisce un aspetto e una postura decisamente umanoidi, ma nonostante sia piuttosto differente dagli altri dinosauri essa costituisce un vantaggio in quanto gli permette una maggiore stabilità e versatilità in combattimento. Le grandi scaglie sul dorso ricordano invece le placche dello Stegosauro, per quanto a differenza di questo siano ramificate e la loro funzione sia differente.

A causa della sua mutazione, Godzilla è diventato una creatura anfibia. È inoltre dotato di grande intelligenza (giungendosi persino a parlare di autocoscienza) e di una forza bruta enorme persino per la sua taglia (in Godzilla: Final Wars lo si vede lanciare il Kaiju Keizer Ghidorah, nemico finale del film, grande tre volte lui per circa una decina di chilometri, prima di distruggerlo con il nuclear ray sopra la stratosfera terrestre)

Al posto dello stomaco ha una ghiandola al plasma collegata al suo Cuore (più simile tuttavia ad un reattore a fusione nucleare organico che ad un muscolo cardiaco) che è all'origine della sua arma principale, ovvero il raggio nucleare che emette dalla bocca. In questa ghiandola, infatti, si verifica una reazione nucleare che fa salire il plasma lungo l'esofago, scaricando l'energia in eccesso attraverso le pinne dorsali (che quindi fungono da valvola di sicurezza) illuminandole. A quel punto il raggio atomico è pronto per essere lanciato. In caso di necessità, Godzilla può anche aumentare la concentrazione del plasma, fino a scatenare la sua arma più micidiale, il Final Ray (Raggio Finale): un raggio atomico di colore rosso anziché blu e diverse centinaia di volte più potente, tanto da poter disintegrare un altro Kaiju in un sol colpo (nella serie hensei e shinsei\shinrei, Godzilla solitamente finisce i nemici in questo modo). Comunque, grazie ad un corpuscolo presente nelle sue cellule (il Rigeneratore G1), Godzilla può manipolare l'energia nucleare a piacimento, solitamente immagazzinandola nel proprio corpo per poi liberarla come una devastante esplosione di energia. Altro potere caratteristico di Godzilla è un fattore rigenerante incredibilmente potente, che insieme alle sue scaglie di resistenza adamantina lo rende estremamente difficile da uccidere, tanto che può facilmente riprendersi da qualsiasi ferita fino a rigenerarsi completamente da poche cellule. A quanto pare non c'è nessuna arma appartenente al genere umano in grado di distruggere definitivamente Godzilla, nemmeno l'Oxygen Destroyer (Distruttore di Ossigeno) può annientarlo del tutto, in quanto riesce a rigenerarsi completamente a partire dal suo scheletro (alcune cellule infatti potrebbero essere sopravvissute agli effetti della bomba di Serizawa), come si è visto in Il ritorno di Godzilla.

Il nutrimento di Godzilla è costituito dall'energia delle radiazioni nucleari stesse, che può assorbire sia tramite la bocca, sia tramite le creste sulla schiena, riuscendo, grazie al già citato corpuscolo cellulare, a convertire l'energia atomica in energia chimica di legame, ossia quella alla base dei processi biologici; inoltre può anche compiere il processo inverso e generare energia atomica dal proprio corpo. In ogni caso Godzilla, come ogni dinosauro teropode che si rispetti, ha dimostrato anche una dieta da carnivoro, e a quanto sembra le sue prede preferite sono le balene e i calamari giganti; addirittura, nel film Godzilla contro Biollante, al posto di Biollante ci doveva essere una creatura denominata deutalios, e nei progetti originali Godzilla la uccideva e se ne cibava, ma l'idea venne scartata perché ritenuta troppo horror. Per simili motivi finora non lo si è mai visto nutrirsi di esseri umani, ma essendo carnivoro non è detto che non sarebbero delle prede appetibili per il re dei mostri.

Nei primi film degli anni sessanta-settanta Godzilla era descritto di 50 metri di altezza e di 20.000 tonnellate di peso. Dall'era Hesei in poi le dimensioni dell'animale aumentarono raggiungendo i 100 metri di altezza e il peso di 60.000 tonnellate, un ipotetico Godzilla di 200 metri, raggiungerebbe le 500.000 tonnellate. La ragione di tali dimensioni sta nel fatto che negli anni cinquanta gli scienziati e i paleontologi non si erano ancora fatti un'idea precisa delle dimensioni che i dinosauri potevano raggiungere, e si era diffusa la credenza che i dinosauri fossero di dimensioni colossali. In seguito, con l'avanzare della scienza e la scoperta che nessun dinosauro avrebbe mai potuto raggiungere tali proporzioni, la Toho giustificò la crescita incredibile di Godzilla spiegando che sono le radiazioni che ha assorbito a renderlo tanto imponente.

Nella forma Burning Godzilla, egli è più grosso, ha le creste rosse, è coperto di chiazze incandescenti e il raggio atomico sparato dalla bocca è rosso anziché blu. Burning Godzilla può raggiungere una tempratura di 1200°.

Descrizione di Godzilla nelle tre ere[modifica | modifica sorgente]

Godzilla si presenta, nelle varie ere in cui è apparso, con caratteristiche morfologiche differenti:

Era Showa: parte dal 1954 e finisce nel 1975. Le scaglie sul dorso sono più piccole e bicolor: nere al centro, scure quasi come la pelle di Godzilla, mentre bianche ai lati (la parte che si illumina nel momento in cui Godzilla spara il raggio atomico). La coda è la più corta delle tre ere, essendo anche la più grande per massa muscolare. Gli artigli sono i piu piccoli e i meno affilati di tutte le apparizioni di Godzilla. I primi due canini nella maggior parte dei film di quest'era sono i più lunghi, caratteristica che non verrà mantenuta negli altri periodi. In più, nei primi film di quest'era Godzilla possiede anche delle piccole orecchie a punta.
La sua altezza corrisponde a 50-55 metri.

Era Heisei: va dal 1984 al 1995. Le scaglie sulla schiena sono più grandi ed appuntite, mantenendo però la medesima tonalità dell'era precedente. La sua coda è più lunga, anche se non di molto, con la fine appuntita. I denti si equivalgono quasi tutti per grandezza, mentre gli artigli risultano più lunghi ed affilati. In pochi film di questo periodo avrà le orecchie (sempre a punta) e le zampe posteriori avranno, per la prima volta, 4 dita anziché 3.
La sua altezza corrisponde a 90-95 metri (100 nella forma Burning).

Era Millennium: va dal 1999 fino ad arrivare al 2004. Questo periodo vede tre versioni differenti di Godzilla:

La prima, in cui il mostro è noto come "Godzilla 2000", presenta un muso differente alle sue rappresentazioni antecedenti. Le scaglie sul dorso sono molto più lunghe e acuminate, con un colore tendente al viola-fucsia per quanto riguarda l'esterno, e nero-bianco per la parte centrale (quest'ultima virerà verso un rosso-arancio nei momenti in cui Godzilla sparerà il suo raggio atomico). Anche in questa era l'animale presenta tre dita sulle zampe posteriori, e unghie lunghe e ancor più acuminate delle versioni precedenti. La coda viene presentata sempre più lunga ed appuntita.In alcuni casi lo si vede con le creste argento.

La seconda versione è identica al Godzilla delle altre ere, tranne per la mancanza delle pupille e l'espressione della bocca. Tutte le altre caratteristiche sono identiche a quelle presenti nell'era Heisei.

Anche la terza è identica al Godzilla dell'era precedente (fatta eccezione per artigli e dita). Anche qui Godzilla presenta delle orecchie a punta e e si muove molto velocemente confronto ai Godzilla delle are ere e alle altre due versioni.

L'altezza di tutte e tre le versioni, però, non è mai costante:

  • 1° Godzilla alto 55 metri;
  • 2° Godzilla alto 60 metri;
  • 3° Godzilla alto 90-100 metri.

I due film americani[modifica | modifica sorgente]

Nel Remake del 1998 il muso di Godzilla ricorda quello del Tyrannosaurus rex, anche se molto più squadrato. Il colore del corpo è tendente al blu-grigio. Le scaglie sul dorso, simili a spuntoni, sono molto grosse e lunghe, e sono indirizzate verso l'alto (il colore è lo stesso del corpo). Questa versione di Godzilla ha 3 dita sulle zampe posteriori. Inoltre, a differenza del Godzilla originale, non ha il raggio atomico ma emette un potente getto di fuoco. Nella serie animata, sequel ufficiale del film di Emmerich, gli viene dato il raggio atomico, di colore verde. La sua altezza corrisponde a 60 metri.

Nel Reboot del 2014, invece, il muso e la corporatura di Godzilla risultano uguali a quello originale (a parte qualche particolare, come ad esempio le zampe anteriori e posteriori). I canini sono leggermente più lunghi, le scaglie sono meno appariscenti, mentre il raggio nucleare è simile ad una fiammata.
La sua altezza corrisponde a 110 metri (ufficialmente 106.8 metri ma dal confronto con il Golden Gate e i grattacieli di San Francisco risulta tra i 150 e 180 metri) e lungo all'incirca 250 metri.

Raggio atomico[modifica | modifica sorgente]

L'arma più potente di Godzilla è il raggio atomico (chiamato Atomic Breath). Tuttavia, il raggio si è rivelato non sempre efficace, inutile contro alcuni kaiju (come Rodan o Orga). Il raggio ha cambiato forma, colore e a volte anche ragione di utilizzo nel corso della saga:

  • Nel film Godzilla - Furia di mostri Godzilla non usa il raggio solo come strumento d'attacco, ma anche come propulsore per il volo.
  • In Gojira VS Mekagojira, invece, il raggio di Godzilla diviene rosso, a causa della fusione con quello di Fire Rodan, prendendo il nome di Spiral Atomic Breath.
  • Nel film Gojira tai Desutoroia il raggio atomico diviene rosso a causa della trasformazione di Godzilla in Burning.
  • In Godzilla 2000 il raggio atomico è rosso.

In più occasioni il mostro nipponico usa come arma finale il Nuclear Ray: si tratta di un raggio rosso, in cui è concentrata tutta l'energia atomica di Godzilla.

In Gojira - Final Wars Godzilla usa il Final Ray, simile al Nuclear Ray ma molto più potente, e lo emana dopo aver aumentato la concentrazione di energia atomica dell'Atomic Breath.

Nella serie animata del remake del 1998, Zilla Jr spara un raggio atomico (simile ad una fiammata) di colore verde.

Sempre nella versione americana di Godzilla (specificamente nel Rebot del 2014) l'animale spara un raggio atomico, anche qui simile ad una fiammata, che però assume una colorazione blu.

Significato simbolico[modifica | modifica sorgente]

Statua di Godzilla a Hibiya, Tokyo

Pur essendo ispirato al suddetto film americano, Godzilla vuole comunque essere una denuncia verso gli orrori della Seconda guerra mondiale, in particolare sull'uso delle armi atomiche. Infatti il mostro origina proprio da quel tipo di arma che devastò Hiroshima e Nagasaki (e nel film le rovine di Tokyo devastata dal mostro, rimandano proprio ai paesaggi devastati delle due città), e che oltre alle centinaia di migliaia di morti causate dall'esplosione, diede origine al malvagio essere che continua la sua opera di distruzione. E tutto è collegato a questo mostro che da un lato si rifà ad elementi tipici della cultura nipponica (come la minaccia che arriva dal mare) e dall'altro alla pericolosità della tecnologia usata per fini distruttivi. Il fatto poi che Godzilla sia stato creato dagli esperimenti nucleari degli americani, indica anche il sottinteso anti-americanismo che sarà sempre presente nella saga.

Influenza culturale[modifica | modifica sorgente]

Stella di Godzilla sulla Hollywood Walk of Fame, Los Angeles (California)

Il personaggio di Godzilla è talmente famoso in Giappone e nel mondo da essere diventato un simbolo della fantascienza e dei mostri in generale. Infatti sono moltissime le citazioni più o meno palesi di questo mostro o dei suoi antagonisti nei vari prodotti riguardanti mostri di vario genere, oltre a divenire una metafora del mondo filmografico.

Il personaggio è stato infatti fonte d'ispirazione per i Pokemon Feraligatr e Tyranitar e il Bakugan Dual Hydranoid, e per diversi anni è stato utilizzato anche dalla Marvel Comics, che ne fece uno dei nemici principali dei Vendicatori e dello S.H.I.E.L.D., e il mostro Kongzilla, creato anch'esso dalla Marvel, è una fusione tra King Kong e, per l'appunto Godzilla.

Sul piccolo schermo sono stati spesso trasmessi i suoi film all'interno della serie televisiva statunitense Mystery Science Theater 3000, e sono innumerevoli le parodie di Godzilla apparse in diverse serie animate e fumetti: in una storia di Topolino, appare "Krongzilla", nella serie animata Mignolo e Prof appare Gonizilla, in Le avventure di Jimmy Neutron appare Bonzilla e in Daffy Duck acchiappafantasmi appare Madzilla; il personaggio appare invece di persona nelle serie I Simpson, Futurama, I Griffin, South Park, Drawn Together, Pucca, Dr Slump & Arale, Rugrats (col nome Reptar), Detective Conan, (col nome Gomera), Yin Yang Yo! e I Fantaeroi. Nel mondo videoludico, oltre ai giochi a lui dedicati, appaiono in altri titoli dei mostri con le sue fattezze, come Togera di War of the Monsters, Lizzy di Rampage, Geon di King of the Monsters, il drago Bahamut di Final Fantasy, Kojira di Destroy All Humans! 2, Edzilla di Ed, Edd n Eddy: The Mis-Edventures e un mostro anonimo nello scenario di Tokyo in SimCity. Tra le pellicole che ospitano il personaggio, lo menzionano o lo parodiano figurano L'aereo più pazzo del mondo... sempre più pazzo, Persepolis, Il professore matto, Ghostbusters, Mars Attacks!, Viaggio nell'isola misteriosa e Lamù-Beautiful Dreamer.

Viene inoltre citato o omaggiato da numerosi gruppi ed artisti musicali. A titolo di esempio si elencano, tra gli altri, i Goldfinger (nell'album Stomping Ground), i Guttermouth (nell'album Teri Yakimoto) e i Blue Öyster Cult (in un'omonima canzone dell'album Spectres). Il gruppo Gojira prende il nome da quello originale del personaggio. Nella traccia "Biotech is Godzilla" dell'album Chaos A.D. del gruppo brasiliano Sepultura la sua natura di mutazione distruttiva viene adottata come simbolo di denuncia verso i potenziali pericoli della ricerca biotecnologica e nei confronti dell'inquinamento in generale.

Nel 1996, durante lo spettacolo di premiazione cinematografica MTV Movie Awards ha vinto il premio Lifetime Achievement Award, dedicato alla carriera di natura essenzialmente goliardica, divenendo uno dei pochi personaggi di fantasia ad essere premiati insieme a Jason Voorhees e Chewbecca.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Esistono 30 film ufficiali appartenenti alla saga di Godzilla prodotti dalla giapponese Toho, suddivisi in tre ere: Showa, Heisei e Millennium. Ci sono anche il remake americano del 1998 ed un film, del 2014, prodotto dalla Legendary Pictures e Warner Bros..

Era Showa[modifica | modifica sorgente]

Era Heisei[modifica | modifica sorgente]

Era Millennium[modifica | modifica sorgente]

I film americani[modifica | modifica sorgente]

  • Godzilla (1998), di Roland Emmerich
  • Godzilla (2014), di Gareth Edwards
  • Durante una conferenza Gareth ha annunciato che l'otto giugno 2018 ci sarà un nuovo film di Godzilla dove compariranno Godzilla, Rodan, Mothra e King Ghidorah.Il che fa pensare a un remake di Ghidorah the three headed monster; intitolato Rise of King Ghidorah.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Prehistoric Animals and Plants

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]