Portale:Giappone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sfondo bagliore.png
Portale Giappone
Mount Fuji banner Fuji and cherry blossoms.png
Portale Giappone.jpg
Irasshaimase

Questo è il punto di partenza per una navigazione sistematica delle numerose voci che Wikipedia dedica al Giappone, la sua cultura, la sua storia e tutto quanto riguarda il paese del Sol Levante. Puoi aiutarci con contributi e inserire link alla pagina discussione (se sei un nuovo utente, ti consigliamo prima di leggere la guida essenziale e le FAQ).

Qui di seguito troverai una serie di elenchi delle voci sull'argomento finora sviluppate e degli spunti utili per la lettura o per collaborare insieme alla stesura delle voci. Puoi inoltre suggerire i titoli per nuove voci.

(Se non vedi le ultime modifiche, prova a svuotare la cache)
Sayōnara!
Sfondo bagliore.png
Il Giappone
Japan-location-cia.gif
Satellite image of Japan in May 2003.jpg

Il Giappone (日本 Nihon o Nippon?, ufficialmente 日本国 Nihon-koku o Nippon-koku) è uno Stato insulare dell'Asia orientale. Situato nell'Oceano Pacifico, si trova ad est di Mar del Giappone, Cina, Corea del Nord, Corea del Sud e Russia; e si snoda dal Mare di Ohotsk nel nord, fino al Mar Cinese orientale e Taiwan nel sud. I caratteri che compongono il nome del Giappone significano "origine del sole", ed è questo il motivo per cui è spesso identificato come la terra del Sole nascente o il Paese del Sol levante. Il Giappone è un arcipelago composto da 6 852 isole; le 4 isole più grandi sono: Honshū, Hokkaidō, Kyūshū e Shikoku, che da sole rappresentano circa il 97% della superficie terrestre del Giappone. Molte isole sono montagne, alcune di origine vulcanica; per esempio, la vetta più alta del Giappone, il Monte Fuji è un vulcano attivo. Con una popolazione di circa 128 milioni di individui, il Giappone risulta essere la decima nazione più popolosa al mondo. La Grande Area di Tōkyō, che include la città di Tōkyō e numerose prefetture confinanti, è di fatto la più grande area metropolitana del mondo, con oltre 30 milioni di residenti. Ricerche archeologiche indicano che l'arcipelago è abitato dal Paleolitico superiore. La prima menzione scritta sul Giappone inizia con una breve apparizione in un libro di storia cinese del I secolo a.C. Alle influenze provenienti dal mondo esterno seguì un lungo periodo di isolamento che ha caratterizzato profondamente la storia del Giappone. Fin dall'adozione dell'attuale costituzione, il Giappone mantiene una monarchia parlamentare con un imperatore e un parlamento eletto, la Dieta. Tra le grandi potenze, il Giappone ha la terza maggiore economia per prodotto interno lordo e la terza maggiore per potere d'acquisto, è anche il quarto maggiore esportatore e il sesto maggiore importatore a livello mondiale. Inoltre il Giappone è l'unico stato asiatico ad essere membro del G8, è membro del G7 ed attualmente è un membro non permanente del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Il Paese ha un moderno apparato militare utilizzato per l'autodifesa e per missioni di pace. Il Giappone è un paese sviluppato con uno standard di vita molto elevato (ottavo a livello mondiale), inoltre i cittadini giapponesi hanno la maggiore aspettativa di vita al mondo e il tasso di mortalità infantile è il terzo più basso.

Sfondo bagliore.png
Biografia in evidenza
SCANDAL band at AFA-X 2010 Singapore.jpg

Le SCANDAL (スキャンダル?) sono un gruppo musicale j-rock giapponese formatosi a Ōsaka nel 2006 e composto da quattro membri: Haruna Ono (voce e chitarra) Tomomi Ogawa (basso e voce), Mami Sasazaki (chitarra solista e voce) e Rina Suzuki (batteria e voce).

Dopo aver pubblicato i primi singoli con un'etichetta indipendente, nel settembre 2008 firmano un contratto con la Epic Records Japan, sotto-etichetta della Sony Music, ricevendo inviti ad esibirsi negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Nel 2009 il loro album di debutto BEST★SCANDAL esordisce al 5º posto della classifica Oricon facendo delle SCANDAL la prima girl-band giapponese a classificare un album di esordio nelle prime cinque posizioni, eguagliando il record del 2002 delle Zone. Lo stesso anno vincono il premio nella categoria “New Artist” dei Japan Record Awards. Il 2010 vede il loro secondo album Temptation Box replicare il successo del precedente e la band venire premiata con il terzo premio nella categoria “Japanese New Act” degli RTHK Pop Poll Awards, mentre le ragazze si cimentano nel loro primo ruolo da seiyū. Il terzo album BABY ACTION, del 2011, si mantiene sul livello dei precedenti e con l'uscita di Queens Are Trumps: Kirifuda wa Queen nel 2012 le SCANDAL diventano l'unica girl-band giapponese ad avere i primi quattro album pubblicati esordienti nei primi cinque posti della classifica Oricon. Autodefinitesi «la più potente girl-band pop-rock giapponese», fanno della capacità di scambiarsi il ruolo di cantante fra esse la loro principale caratteristica. Abbandonati lo stile adolescenziale e le uniformi scolastiche degli esordi, anche il loro sound si è fatto col passare degli anni sempre più complesso, fino a raggiungere una matura professionalità. Due dischi d'oro all'attivo, hanno acquisito un notevole numero di fan internazionali grazie soprattutto ai brani utilizzati come sigle di anime quali Bleach e Full Metal Alchemist: Brotherhood.

Sfondo bagliore.png
Sapevi che...
Tanabata.jpg

Tanabata (七夕? "settima notte") è una festa tradizionale giapponese derivata dall'equivalente festival cinese di Qīxī. Celebra il ricongiungimento delle divinità Orihime e Hikoboshi, rappresentanti le stelle Vega e Altair. Secondo la leggenda i due amanti vennero separati dalla Via Lattea potendosi incontrare solo una volta all'anno, il settimo giorno del settimo mese lunare del calendario lunisolare.

Sfondo bagliore.png
News dal Giappone
Vista di Sendai, 12 marzo
Sfondo bagliore.png
Articoli di Qualità
Marina imperiale giapponese

La Marina imperiale giapponese (kyūjitai: 大日本帝國海軍 shinjitai: 大日本帝国海軍 Dai-Nippon Teikoku Kaigun[?·info] o 日本海軍 Nippon Kaigun, letteralmente "Marina dell'impero del Grande Giappone") fu l'apparato militare navale dell'Impero giapponese dal 1869 fino al 1947, quando venne disciolta in seguito alla rinuncia del Giappone all'uso della forza come mezzo per la risoluzione di dispute internazionali. Negli anni venti fu la terza più grande marina militare del mondo dopo la statunitense U.S. Navy e la britannica Royal Navy. A causa della natura insulare del Giappone fu anche la più importante e significativa arma delle sue forze militari, visto che ogni offesa al territorio nazionale doveva provenire dal mare, così come ogni materia prima per l'industria considerato che il territorio stesso ne è privo.

Le origini della Marina imperiale giapponese risalgono alle prime interazioni con le nazioni del continente asiatico a partire dall'inizio del periodo feudale fino a raggiungere un picco di attività tra il XVI e il XVII secolo in un'epoca di scambi culturali con le potenze Europee. Nel 1854, dopo due secoli di stagnazione in seguito al periodo di isolazionismo imposto dagli shogun del periodo Edo, la marina giapponese era relativamente arretrata quando il paese venne forzatamente aperto al commercio dall'intervento statunitense. Questo condusse infine alla restaurazione Meiji, un periodo di modernizzazione e industrializzazione frenetico, accompagnata dalla reintegrazione del potere dell'imperatore del Giappone. Dopo un storia di successi, in alcuni casi contro nemici molto più potenti, come nella prima guerra sino-giapponese (1894-1895) e nella guerra russo-giapponese (1904-1905), la Marina imperiale giapponese fu quasi completamente annientata al termine della seconda guerra mondiale.

Dal termine della guerra le sue funzioni sono assolte dalla Forza marittima di autodifesa giapponese (JMSDF).


In Vetrina trovi anche:

Sfondo bagliore.png
Categorie di riferimento
Sfondo bagliore.png
Progetti
Sfondo bagliore.png
Portali collegati
Portali dei paesi dell'Asia
Armenia · Azerbaigian · Bangladesh · Birmania · Bhutan · Cina · Cipro · Corea del Sud · Filippine · Georgia · Giappone · India · Iran · Israele · Kazakistan · Kirghizistan · Libano · Mongolia · Russia · Tagikistan · Turchia · Uzbekistan · Vietnam
Altri continenti
AfricaAntartideArtideEuropaOceania