Portale:Giappone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sfondo bagliore.png
Portale Giappone
Mount Fuji banner Fuji and cherry blossoms.png
Portale Giappone.jpg
Irasshaimase

Questo è il punto di partenza per una navigazione sistematica delle numerose voci che Wikipedia dedica al Giappone, la sua cultura, la sua storia e tutto quanto riguarda il paese del Sol Levante. Puoi aiutarci con contributi e inserire link alla pagina discussione (se sei un nuovo utente, ti consigliamo prima di leggere la guida essenziale e le FAQ).

Qui di seguito troverai una serie di elenchi delle voci sull'argomento finora sviluppate e degli spunti utili per la lettura o per collaborare insieme alla stesura delle voci. Puoi inoltre suggerire i titoli per nuove voci.

(Se non vedi le ultime modifiche, prova a svuotare la cache)
Sayounara!
Sfondo bagliore.png
Il Giappone
Japan-location-cia.gif
Satellite image of Japan in May 2003.jpg

Il Giappone (日本 Nihon o Nippon?, ufficialmente 日本国 Nihon-koku o Nippon-koku) è uno Stato insulare dell'Asia orientale. Situato nell'Oceano Pacifico, si trova ad est di Mar del Giappone, Cina, Corea del Nord, Corea del Sud e Russia; e si snoda dal Mare di Ohotsk nel nord, fino al Mar Cinese orientale e Taiwan nel sud. I caratteri che compongono il nome del Giappone significano "origine del sole", ed è questo il motivo per cui è spesso identificato come la terra del Sole nascente o il Paese del Sol levante. Il Giappone è un arcipelago composto da 6 852 isole; le 4 isole più grandi sono: Honshū, Hokkaidō, Kyūshū e Shikoku, che da sole rappresentano circa il 97% della superficie terrestre del Giappone. Molte isole sono montagne, alcune di origine vulcanica; per esempio, la vetta più alta del Giappone, il Monte Fuji è un vulcano attivo. Con una popolazione di circa 128 milioni di individui, il Giappone risulta essere la decima nazione più popolosa al mondo. La Grande Area di Tōkyō, che include la città di Tōkyō e numerose prefetture confinanti, è di fatto la più grande area metropolitana del mondo, con oltre 30 milioni di residenti. Ricerche archeologiche indicano che l'arcipelago è abitato dal Paleolitico superiore. La prima menzione scritta sul Giappone inizia con una breve apparizione in un libro di storia cinese del I secolo a.C. Alle influenze provenienti dal mondo esterno seguì un lungo periodo di isolamento che ha caratterizzato profondamente la storia del Giappone. Fin dall'adozione dell'attuale costituzione, il Giappone mantiene una monarchia parlamentare con un imperatore e un parlamento eletto, la Dieta. Tra le grandi potenze, il Giappone ha la terza maggiore economia per prodotto interno lordo e la terza maggiore per potere d'acquisto, è anche il quarto maggiore esportatore e il sesto maggiore importatore a livello mondiale. Inoltre il Giappone è l'unico stato asiatico ad essere membro del G8, è membro del G7 ed attualmente è un membro non permanente del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Il Paese ha un moderno apparato militare utilizzato per l'autodifesa e per missioni di pace, e ha riottenuto il diritto di dichiarare guerra (cosa che dal 1945 non poteva fare). Il Giappone è un paese sviluppato con uno standard di vita molto elevato (ottavo a livello mondiale), inoltre i cittadini giapponesi hanno la maggiore aspettativa di vita al mondo e il tasso di mortalità infantile è il terzo più basso.

Sfondo bagliore.png
Biografia in evidenza
Emperor Akihito cropped Emperor Akihito and Empress Michiko 20090715 2.jpg

Akihito (明仁?) (Tokyo, 23 dicembre 1933) è il 125º ed attuale imperatore (天皇 tennō?) del Giappone dal 1989. Il suo nome imperiale (nome del suo regno e che sarà usato come nome postumo) è Imperatore Heisei (平成 raggiungimento della pace?). Akihito è il primo figlio maschio (e quinto in totale) dell'Imperatore Hirohito e dell'Imperatrice Kōjun (Nagako) ed il primo Imperatore giapponese a salire sul trono senza godere di prerogative "divine", dopo la rinuncia fatta dal padre nel gennaio del 1946 nella celebre "Dichiarazione della natura umana dell'imperatore".

L'imperatore e sua moglie l'imperatrice Michiko hanno tre figli:

L'Imperatore si è spesso impegnato politicamente. Storiche le scuse nei confronti di Corea e Cina per i danni causati dall'occupazione giapponese o le numerose dichiarazioni di stima nei confronti della Corea. L'imperatore chiosò che gli emigranti coreani in Giappone d'un tempo contribuirono a creare importanti aspetti della cultura e della tecnologia del paese, e fece monito ai suoi connazionali di non dimenticare mai la deplorevole circostanza per cui gli scambi con la Corea non erano mai stati così amichevoli. Nel giugno 2005, l'imperatore visitò il territorio statunitense di Saipan, sito di una delle più importanti battaglie della seconda guerra mondiale, che durò dal 15 giugno al 9 luglio 1944. Fu il primo viaggio di un monarca giapponese presso un campo di battaglia. Il viaggio a Saipan fu accolto con fervore dai giapponesi, come le altre visite imperiali ai memoriali di guerra in Tokyo, Hiroshima, Nagasaki e Okinawa, nel 1995.

Sfondo bagliore.png
Sapevi che...
Kitagawa Utamaro - Toji san bijin (Three Beauties of the Present Day)From Bijin-ga (Pictures of Beautiful Women), published by Tsutaya Juzaburo - Google Art Project.jpg

L'Ukiyo-e (浮世絵? "immagine del mondo fluttuante") è un genere di stampa artistica giapponese su blocchi di legno, fiorita nel periodo Edo, tra il XVII e il XX secolo.

Ukiyo, che significa "mondo fluttuante", si riferisce alla cultura giovane e impetuosa che fiorì nelle città di Edo (oggi Tokyo), Osaka e Kyōto rappresentando una realtà a parte. La parola è anche un'allusione scherzosa al termine omofono "mondo della sofferenza" (憂き世?), il ciclo continuo di morte e rinascita al quale i Buddhisti cercavano di sottrarsi. Questa tecnica artistica divenne molto popolare a Edo durante la seconda metà del XVII secolo a partire dalle opere monocromatiche di Hishikawa Moronobu (circa 1670). All'inizio, si utilizzava soltanto inchiostro cinese, in seguito alcune stampe vennero colorate a mano con dei pennelli, ma nel XVIII secolo Suzuki Harunobu sviluppò la tecnica della stampa policromatica per produrre nishiki-e.

Sfondo bagliore.png
In evidenza

Le isole Senkaku (尖閣諸島 Senkaku Shotō?, o anche Senkaku Rettō), conosciute in Cina come isole Diaoyutai ((釣魚台/釣魚島), formano un piccolo arcipelago disabitato nel Mar Cinese Orientale. Attualmente sotto amministrazione giapponese, fanno parte della Prefettura di Okinawa ed il loro territorio è amministrato dalla municipalità di Ishigaki. Sono reclamate sia dalla Repubblica di Cina (Taiwan) sia dalla Repubblica Popolare Cinese, che rivendicano la sovranità sull'arcipelago in base a criteri storici e geografici. Sebbene gli Stati Uniti non abbiano una posizione ufficiale sul merito delle concorrenti rivendicazioni di sovranità, ma una eventuale difesa delle isole da parte dei giapponesi può obbligare gli USA a fornire loro sostegno militare.

Sfondo bagliore.png
Dal Giappone

I robot in Giappone

Venerdì 26 ottobre 2007, è stata inaugurata presso il National Museum of nature and Science di Tōkyō, una mostra - chiamata Great Robot Exhibition: Karakuri, Anime and the Latest Robots - che si ripropone di percorrere l'intera storia giapponese dell'automazione, partendo dalle prime macchine automatizzate medievali sino ai nostri giorni, con i robot antropomorfi. Sono presenti decine e decine di automi nella "versione originale", così come era stata ideata. Questa non era l'unica mostra di robotica, ne sono state fatte altre, come quella cominciata il 25 novembre 2009, sempre nella capitale, chiamata International Robot Exhibition ed organizzata dalla Japan Robot Association. Infatti i giapponesi sono molto famosi nell'arte della robotica, unendo le tradizioni dei Karakuri (カラクリ? lett. Meccanismo) alle più innovative tecnologie.

Sfondo bagliore.png
Immagine del giorno
31 agosto
Kamakura Budda Daibutsu front 1885.jpg
Dai-butsu, Kamakura
Sfondo bagliore.png
Novità
Sfondo bagliore.png
Categorie di riferimento
Sfondo bagliore.png
Articoli di Qualità
Marina imperiale giapponese

La Marina imperiale giapponese (kyūjitai: 大日本帝國海軍 shinjitai: 大日本帝国海軍 Dai-Nippon Teikoku Kaigun[?·info] o 日本海軍 Nippon Kaigun, letteralmente "Marina dell'impero del Grande Giappone") fu l'apparato militare navale dell'Impero giapponese dal 1869 fino al 1947, quando venne disciolta in seguito alla rinuncia del Giappone all'uso della forza come mezzo per la risoluzione di dispute internazionali. Negli anni venti fu la terza più grande marina militare del mondo dopo la statunitense U.S. Navy e la britannica Royal Navy. A causa della natura insulare del Giappone fu anche la più importante e significativa arma delle sue forze militari, visto che ogni offesa al territorio nazionale doveva provenire dal mare, così come ogni materia prima per l'industria considerato che il territorio stesso ne è privo.

Le origini della Marina imperiale giapponese risalgono alle prime interazioni con le nazioni del continente asiatico a partire dall'inizio del periodo feudale fino a raggiungere un picco di attività tra il XVI e il XVII secolo in un'epoca di scambi culturali con le potenze Europee. Nel 1854, dopo due secoli di stagnazione in seguito al periodo di isolazionismo imposto dagli shogun del periodo Edo, la marina giapponese era relativamente arretrata quando il paese venne forzatamente aperto al commercio dall'intervento statunitense. Questo condusse infine alla restaurazione Meiji, un periodo di modernizzazione e industrializzazione frenetico, accompagnata dalla reintegrazione del potere dell'imperatore del Giappone. Dopo un storia di successi, in alcuni casi contro nemici molto più potenti, come nella prima guerra sino-giapponese (1894-1895) e nella guerra russo-giapponese (1904-1905), la Marina imperiale giapponese fu quasi completamente annientata al termine della seconda guerra mondiale.

Dal termine della guerra le sue funzioni sono assolte dalla Forza marittima di autodifesa giapponese (JMSDF).


In Vetrina trovi anche:

Sfondo bagliore.png
Progetti
Sfondo bagliore.png
Portali collegati
Portali dei paesi dell'Asia
Armenia · Azerbaigian · Bangladesh · Birmania · Bhutan · Cina · Cipro · Corea del Sud · Filippine · Georgia · Giappone · India · Iran · Kazakistan · Libano · Russia · Vietnam
Altri continenti
AfricaAntartideArtideEuropaOceania