Stazione di Asti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Asti
stazione ferroviaria
Facciata Stazione Asti.jpg
Facciata della stazione ferroviaria di Asti
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàAsti
Coordinate44°53′42″N 8°12′28″E / 44.895°N 8.207778°E44.895; 8.207778Coordinate: 44°53′42″N 8°12′28″E / 44.895°N 8.207778°E44.895; 8.207778
LineeTorino-Genova
Chivasso-Asti (senza traffico)
Mortara-Asti (senza traffico)
Asti-Acqui Terme
Asti-Castagnole (uso turistico)
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualeIn uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1850
Binari9 (7 + 2 senza banchina)
InterscambiAutobus urbani e interurbani, taxi, parcheggio auto e biciclette
DintorniArazzeria Scassa

La stazione di Asti è la stazione ferroviaria che serve la città piemontese di Asti.

Essa è posta sulla linea Torino-Genova, ed è punto d'origine delle linee per Acqui Terme, per Castagnole, per Chivasso e per Mortara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 il deposito locomotive annesso alla stazione venne declassato a rimessa.[1]

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, gestita da Rete Ferroviaria Italiana dispone di un fabbricato viaggiatori che si compone di tre corpi, distinti fra loro, collegati da una galleria in vetro. Il corpo centrale è strutturato su due livelli di cui soltanto il piano terra è aperto al pubblico. Le gallerie in vetro ospitano alcuni servizi commerciali e collegano il corpo centrale ai due laterali; questi due edifici sono molto simili fra loro: si tratta di due strutture su due livelli in muratura, tinteggiati di bianco e di pianta rettangolare.

La stazione dispone di uno scalo merci ed era dotata di un deposito locomotive dotato di piattaforma girevole. È inoltre presente un centro per la manutenzione dei locomotori della Siemens.[2][3]

Scorcio aereo sui binari della stazione di Asti

Il piazzale si compone di nove binari destinati al trasporto passeggeri e merci:

  • binario 1: è utilizzato per incroci e precedenze e per i treni che hanno questa stazione come capolinea; in passato era utilizzato per i treni della linea Chivasso-Asti e Asti-Casale-Mortara;
  • binario 2: è il binario di corsa della linea Torino-Genova usato dai treni in direzione Genova;
  • binario 3: è il binario di corsa della linea Torino-Genova usato dai treni in direzione Torino;
  • binari 4 e 9: non dispongono di banchina e vengono utilizzati per incroci e precedenze;
  • binario 5: è utilizzato dai treni della linea 6 del servizio ferroviario metropolitano di Torino;
  • binari 6, 7 e 8: sono utilizzati per i treni che hanno questa stazione come capolinea.

Tutti i binari, salvo il 4 e il 9, sono dotati di banchina, protetti da una lunga pensilina in ferro battuto e collegati fra loro da un sottopassaggio e ascensore.

Sono inoltre presenti numerosi altri binari, non elettrificati, dedicati al servizio merci.

Nel 2006 vennero condotti alcuni lavori di ristrutturazione che riguardarono il fabbricato viaggiatori[4] e il piazzale antistante[5].

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, le cui aree commerciali sono gestite da Centostazioni, offre i seguenti servizi:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Negozi Negozi
  • Posto di Polizia ferroviaria Posto di Polizia ferroviaria
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Servizi igienici Servizi igienici

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 6
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
Bus-logo.svg BSicon TRAM1.svg BSicon BAHN.svg Logo Metropolitane Italia.png   White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Cambiano-Santena
White dot.svg  Pessione
White dot.svg  Villanova d'Asti
White dot.svg  San Paolo Solbrito
White dot.svg  Villafranca-Cantarana
White dot.svg  Baldichieri-Tigliole
White dot.svg  San Damiano d'Asti
White dot.svg  Asti

La stazione è servita da treni regionali svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte e da collegamenti a lunga percorrenza.

La stazione è frequentata da circa 6 milioni di passeggeri annui.[4]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nel piazzale antistante il fabbricato viaggiatori sono presenti capolinea e fermate degli autoservizi urbani ASP e suburbani GTT e ARFEA, oltre che ai taxi[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Depositi soppressi, in I Treni (Salò, Editrice Trasporti su Rotaie), anno XVIII, nº 185, settembre 1997, p. 4, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  2. ^ Siemens investe nella logistica e scommette sull’Italia, su ilsole24ore.com.
  3. ^ Siemens si lancia nel trasporto merci: in Italia un network per la manutenzione dei treni, su repubblica.it.
  4. ^ a b Stazione di Asti (PDF), Centostazioni. URL consultato il 5 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2010).
  5. ^ Informativa comune di Asti Archiviato il 21 settembre 2010 in Internet Archive.
  6. ^ Interscambio Treno-Autobus Trenitalia Archiviato il 7 gennaio 2011 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Domenico Testa, Vicende storiche della stazione di Asti, Tipografia Minigraf, 1985.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]