Stazione di Torino Lingotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torino Lingotto
stazione ferroviaria
Torino Stazione Lingotto001.JPG
Facciata della stazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàTorino
Coordinate45°01′36.17″N 7°39′25.43″E / 45.026715°N 7.657063°E45.026715; 7.657063Coordinate: 45°01′36.17″N 7°39′25.43″E / 45.026715°N 7.657063°E45.026715; 7.657063
LineeTorino-Genova
Torino-Pinerolo
Torino-Savona
Caratteristiche
Tipostazione di superficie, passante, in diramazione
Stato attualein uso
Attivazione1984
Binari13 (9 passanti+4 tronchi)
Interscambilinee della rete urbana di bus e tram
autolinee extraurbane per la provincia e speciali per stabilimenti FIAT
Dintorniex mercati generali ed ex dogana, via passo buole, via giordano bruno, corso caio plinio
 
Mappa di localizzazione: Torino
Torino Lingotto
Torino Lingotto

La stazione di Torino Lingotto è la terza stazione situata nella parte sud del città sabauda, lungo la ferrovia Torino-Savona, Torino-Torre Pellice (e Pinerolo-Torre Pellice). Si trova nel quartiere Lingotto, nei pressi dello storico stabilimento FIAT del Lingotto, da cui prende il nome.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo scalo ferroviario della zona Lingotto di Torino fu un piccolo edificio, posto più a sud rispetto all'attuale stazione, eretto lungo l'appena costruita linea Torino-Genova, all'inizio del XX secolo. Si trattava di un modesto fabbricato viaggiatori, in uno stile che ricorda quello delle stazioni alpine, in funzione di fermata ferroviaria per gli operai della nascente industria del Lingotto. Durante la seconda guerra mondiale l'edificio fu bombardato parzialmente il 4 giugno 1944 e successivamente ricostruito in parte. Il fabbricato iniziale fu edificato nel 1910 circa, fungeva anche da scalo merci e deposito per la successiva ex-dogana e mercati generali di via Giordano Bruno.

Verso la fine degli Anni 1950[1] per la piccola stazione ferroviaria vi fu un primo ampliamento[2][3], mentre negli anni settanta un secondo ampliamento[4]fu deciso in funzione dell'aumento del numero dei treni che vi transitavano quotidianamente (da 240 a 270 nel giro di pochi anni), dove fu altresì quadruplicato il binario della linea fino alla stazione di Moncalieri e alla stazione di Trofarello, sempre sulla direttrice Torino-Genova.

Il vecchio edificio fu poi demolito nel 1980 e l'impianto fu completamente ricostruito e ulteriormente ampliato, con l'inaugurazione del 20 febbraio 1984[2]. Per la realizzazione fu scelta l'architettura razionalista, quindi fu dipinto di colore ocra.

In tempi più recenti, la stazione è stata inserita in un più vasto contesto di nuove opere della città non distanti da essa, come la costruzione della passerella pedonale dell'Arco olimpico di Torino, l'Oval Lingotto, edificio per fiere e mostre, il grattacielo della Regione Piemonte, l'8 gallery, edificio per attività commerciali.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Vista aerea dei binari della stazione di Torino Lingotto

La stazione dispone di 13 binari, dei quali 9 passanti e 4 tronchi. Inoltre a fianco possiede una vastità di binari e ingloba il Deposito locomotive di Torino Smistamento, è usata come deposito di locomotive speciali, per assemblaggio convogli e per manutenzioni delle carrozze.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 1
White dot.svg  Pont Canavese
White dot.svg  Campore
White dot.svg  Cuorgnè
White dot.svg  Valperga
White dot.svg  Salassa
White dot.svg  Favria
White dot.svg  Rivarolo Canavese
White dot.svg  Feletto
White dot.svg  Bosconero
White dot.svg  San Benigno Canavese
White dot.svg  Volpiano
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
Logo Metropolitane Italia.png Bus-logo.svg BSicon TRAM1.svg BSicon BAHN.svg   White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Chieri
Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 2
White dot.svg  Pinerolo
White dot.svg  Pinerolo Olimpica
White dot.svg  Piscina di Pinerolo
White dot.svg  Airasca
White dot.svg  None
White dot.svg  Candiolo
White dot.svg  Nichelino
White dot.svg  Moncalieri Sangone
White dot.svg  Torino Lingotto
Logo Metropolitane Italia.png  White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Brandizzo
White dot.svg  Chivasso
Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 4
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
Logo Metropolitane Italia.png  White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Villastellone
White dot.svg  Carmagnola
White dot.svg  Sommariva del Bosco
White dot.svg  Sanfrè
White dot.svg  Bandito
White dot.svg  Bra
White dot.svg  Pocapaglia
White dot.svg  Santa Vittoria
White dot.svg  Monticello d'Alba
White dot.svg  Mussotto
White dot.svg  Alba
Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 6
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
Logo Metropolitane Italia.png  White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Cambiano-Santena
White dot.svg  Pessione
White dot.svg  Villanova d'Asti
White dot.svg  San Paolo Solbrito
White dot.svg  Villafranca-Cantarana
White dot.svg  Baldichieri-Tigliole
White dot.svg  San Damiano d'Asti
White dot.svg  Asti
Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 7
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Villastellone
White dot.svg  Carmagnola
White dot.svg  Racconigi
White dot.svg  Cavallermaggiore
White dot.svg  Savigliano
White dot.svg  Fossano

La stazione è servita dai treni del Servizio ferroviario metropolitano di Torino, linee SFM 1, 2, 4, 6, 7. inoltre fermano i convogli regionali e regionali veloci per Genova, Savona, Ventimiglia e Cuneo.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Bar Bar
  • Fermata autobus Fermata bus e tram

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita da linee della rete urbana di bus 14, 63, 74, 41 e tram 18 (pullman per i lavori della metrò, in successivo ripristino); è il capolinea inoltre di diverse linee speciali per gli stabilimenti della FIAT di Mirafiori e di linee interurbane per la provincia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le fonti sono discordi: nel 1957 secondo Garzaro (cfr. Completato il quadruplicamento, p. 27) e nel 1960 secondo Ballatore e Masi (cfr. Torino Porta Nuova, p. 188).
  2. ^ a b Garzaro, Completato il quadruplicamento, p. 27
  3. ^ Ballatore, Masi, Torino Porta Nuova, p. 188.
  4. ^ http://www.museotorino.it/view/s/b30570d972e740e585493c3665884d1a

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano Garzaro, Completato il quadruplicamento fra Torino e Trofarello, in I treni oggi, 5 (1984), n. 39, maggio 1984, pp.  27-30.
  • Luigi Ballatore, Fausto Masi, Torino Porta Nuova. Storia delle ferrovie piemontesi, Roma, Edizioni Abete, 1988, p.  188, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]