Stazione di Moncalieri Sangone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moncalieri Sangone
già Sangone
stazione ferroviaria
Stazione di Moncalieri Sangone 03.jpg
facciata della stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMoncalieri
Coordinate45°00′01.44″N 7°40′05.16″E / 45.0004°N 7.6681°E45.0004; 7.6681Coordinate: 45°00′01.44″N 7°40′05.16″E / 45.0004°N 7.6681°E45.0004; 7.6681
LineeTorino-Torre Pellice
SFM 2 pinerolo-chivasso
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso
Attivazione1854
Binari2 di corsa; il terzo è stato disalimentato e di segnali di precedenza resi inattivi
Interscambilinee di bus della rete urbana, alcune linee extraurbane
Dintornivia pastrengo, strada carignano, parco le vallere, corso roma, corso trieste
SFM di Torino
Simbolo SFM2.svg
Bus-logo.svgTorre Pellice – Bobbio Pellice White dot.svg  Pinerolo
White dot.svg  Pinerolo Olimpica
White dot.svg  Piscina di Pinerolo
White dot.svg  Airasca
White dot.svg  None
White dot.svg  Candiolo
White dot.svg  Nichelino
White dot.svg  Moncalieri Sangone
Interscambi lingotto 2.jpg  White dot.svg  Torino Lingotto
Interscambi p.susa Torino 2.jpg  White dot.svg  Torino Porta Susa Logo Metropolitane Italia.svg
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Stura Sfm 12467.jpg
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Brandizzo
White dot.svg  Chivasso Bus-logo.svgAsti


La stazione di Moncalieri Sangone è una stazione ferroviaria per passeggeri posta sulla linea Ferrovia Torino-Torre Pellice, alla progressiva chilometrica 0+739 dal Bivio Sangone. è al servizio della città di moncalieri e della vicina città di Nichleino, distante poche centinaia di metri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, in origine denominata "Sangone",[1] entrò in servizio all'attivazione della linea Torino-Pinerolo, il 27 luglio 1854.[2]

Il 15 ottobre 1909 venne attivato il raddoppio del binario sulla tratta dal bivio Sangone con la ferrovia torino-asti-alessandria sino allo stazione[3].

L'11 dicembre 2005 assunse la denominazione di "Moncalieri Sangone".[senza fonte] dal 2012 la tratta Ferrovia Pinerolo-Torre Pellice non effettua più servizio, ed è attiva solo la tratta Ferrovia Torino-Pinerolo.

Strutture ed impianti[modifica | modifica wikitesto]

Piazzale binari della stazione

La stazione è dotata di 3 binari, di cui solamente 2 per il traffico passeggeri, mentre il terzo viene usato per il traffico merci. Fino a qualche anno fa quest'ultimo binario era usato anche per lo stazionamento temporaneo dei carri porta coils provenienti dal vicino raccordo intermodale Gleiscar, interconnesso tuttora (ma un paraurti metallico installato di recente prima del passaggio a livello dismesso ne blocca la prosecuzione su di un binario) alla linea, ma inutilizzato. Il capannone e tutto il piazzale adiacente sono adibiti ora al rimessaggio di vetture appartenenti ad una società di autonoleggio.

Un ulteriore tronchino alle spalle di un magazzino infiammabili adiacente all'ingresso carraio del fabbricato viaggiatori, è utilizzato occasionalmente da mezzi in servizio di manutenzione; nei tempi in cui era operativo lo scalo merci, era sovente vedere stazionare un Locomotore del Gruppo 245 atto proprio alla manovra di composizione / scomposizione e traino vagoni merce.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

vi transitano i treni del servizio ferroviario metropolitano di Torino della linea SFM2, Pinerolochivasso.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • Sala di Attesa Sala di attesa

Nonostante la stazione sia presenziata durante l'orario di passaggio dei treni, non si effettua la vendita di titoli di viaggio, il distributore self service è stato rimosso e nelle adiacenze, non vi è nessuna rivendita di biglietti ferroviari.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle vicinanze della stazione sono presente le fermate per l'interscambio con le linee urbane della rete di bus 39, 81, 82 e 84; alcune linee extraurbane.

Progetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel progetto per una maggiore economia di esercizio e per eliminare il superfluo, è prevista la demolizione di tutti i binari non utilizzati per la corsa dei treni passeggeri. Per consentire lo scavalco dei binari alle persone con mobilità ridotta, è in costruzione un ascensore su ambedue i marciapiedi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Citata con questo nome in Carlo Collodi, (1856) Un romanzo in vapore da Firenze a Livorno di Carlo Lorenzin, p. X
  2. ^ Guglielmo Stefani, Dizionario generale geografico-statistico degli Stati Sardi, Cugini Pomba, 1855, p.909
  3. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 305, 1909

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]