Stazione di Settimo Torinese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Settimo Torinese
stazione ferroviaria
Stazione settimo torinese lato nord.jpg
Fabbricato viaggiatori GTT
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàSettimo Torinese
Coordinate45°08′17″N 7°45′54″E / 45.138056°N 7.765°E45.138056; 7.765Coordinate: 45°08′17″N 7°45′54″E / 45.138056°N 7.765°E45.138056; 7.765
LineeFerrovia Torino-Milano
Ferrovia Canavesana
SFM 1, 2
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualein uso
Attivazione1856
Binari5
Interscambilinee della rete urbana di bus, alcune linee extraurbane
Dintornivia torino, via milano

La stazione di Settimo Torinese è una stazione ferroviaria per passeggeri sulla ferrovia Torino-Milano, a servizio delle città di Settimo Torinese e dei comuni vicini Castiglione Torinese e San Mauro Torinese. Dall'impianto si dirama la ferrovia Canavesana, gestita dal GTT.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata attivata nel 1856, nell'ambito della realizzazione del primo tratto della ferrovia.

Nei pressi della stazione si trovava il capolinea della Tranvia Torino-Settimo Torinese, attiva tra il 1884 e il 1954[1].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Fabbricato viaggiatori e vista sui binari 1 e 2

La stazione dispone di due fabbricati di stazione, in capo rispettivamente a RFI e GTT.

Il piazzale è composto da 5 binari. Per l'attraversamento dei binari è presente un sottopassaggio pedonale che collega il fabbricato viaggiatori al parcheggio a nord della stazione.

Prima degli anni Duemila, la stazione di Settimo era provvista di uno scalo merci ubicato lato Milano che disponeva di un magazzino merci e da un piano caricatore rialzato, entrambi serviti da un binario tronco. Presso lo scalo erano presenti altri due brevi binari tronchi; lo stesso venne dismesso dopo la chiusura delle Acciaierie Ferrero.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

SFM di Torino
Linea 1
White dot.svg  Pont Canavese
White dot.svg  Campore
White dot.svg  Cuorgnè
White dot.svg  Valperga
White dot.svg  Salassa
White dot.svg  Favria
White dot.svg  Rivarolo Canavese
White dot.svg  Feletto
White dot.svg  Bosconero
White dot.svg  San Benigno Canavese
White dot.svg  Volpiano
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
R  White dot.svg  Torino Porta Susa Logo Metropolitane Italia.svg
R  White dot.svg  Torino Lingotto
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Chieri
SFM di Torino
Linea 2
White dot.svg  Pinerolo
White dot.svg  Pinerolo Olimpica
White dot.svg  Piscina di Pinerolo
White dot.svg  Airasca
White dot.svg  None
White dot.svg  Candiolo
White dot.svg  Nichelino
White dot.svg  Moncalieri Sangone
R  White dot.svg  Torino Lingotto
R  White dot.svg  Torino Porta Susa Logo Metropolitane Italia.svg
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Brandizzo
R  White dot.svg  Chivasso

La stazione è servita da treni regionali in servizio sulle linee 1 e 2 del Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino per Pont Canavese e Chivasso. I binari 1 e 2 sono i binari di corsa della ferrovia Torino-Milano, utilizzati per la fermata di alcuni treni regionali e dei treni della linea 2 Pinerolo-Chivasso del servizio ferroviario metropolitano di Torino; il binario 3 è servito dai treni della linea SFM 1 Rivarolo - Chieri ed è scollegato lato Milano. I binari 4 e 5 non sono attualmente in servizio.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria Biglietteria automatica
  • Sala di Attesa Sala di attesa
  • WC Servizi igienici
  • Bar Bar

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nei dintorni della stazione ci sono le fermate delle linea della rete urbana di bus, 49 e 2 circolari SE1 e SE2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nico Molino, La tramvia interurbana Torino-Settimo, in Strade Ferrate n° 36, Editrice di Storia dei Trasporti, Colleferro (RM), luglio-settembre 1988, p. 84

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]