Parco Di Vittorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco "Giuseppe Di Vittorio"
Parco di vittorio torino.jpg
Il laghetto con i getti d'acqua nel 2011
Ubicazione
Stato Italia Italia
Indirizzo Torino
Caratteristiche
Tipo Parco pubblico
Superficie 12,576 ha
Inaugurazione anni cinquanta
Gestore Comune di Torino
Apertura tutto il giorno, tutti i giorni dell'anno
Ingressi via Passo Buole, via B.Allason, via D.Bachi, via G.Sidoli, via L.Spazzapan, corso Corsica
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°01′29.6″N 7°38′56.18″E / 45.024888°N 7.64894°E45.024888; 7.64894

Il Parco Di Vittorio è un piccolo parco pubblico di Torino situato nella parte meridionale della città, nel quartiere Lingotto. Viene popolarmente chiamato anche Parco del Lingotto o Giardini di Via Passo Buole.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il parco si trova nella zona denominata "Lingotto Vecchio", nucleo originario dell'attuale quartiere Lingotto[1]. Nella sezione a sud dell'asse di via Passo Buole, sorgeva il piccolo cimitero del Lingotto, qui costruito nel 1788[2] per una legge che obbligava a spostare i campisanti fuori dai centri abitati[3]. Dismesso il cimitero prima della seconda guerra mondiale[4], su pressante richiesta della cittadinanza l'area venne adibita, nei primi anni cinquanta[5], alla sua attuale funzione di parco pubblico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel secondo dopoguerra, la toponomastica dell'area fu quindi impostata su una matrice storica antifascista[6][7], a partire da Giuseppe Di Vittorio cui è intitolato il parco, passando poi per il piccolo viale alberato pedonale Augusto Monti che attraversa la parte sud, ed ospita sia il centro d'incontro comunale "La Casetta" che il piccolo laghetto-fontana, finendo con le vie che circondano il quadrilatero e che ricordano Barbara Allason, Donato Bachi e Pietro Ferrero. Questa parte meridionale, anticamente occupata dall'antico cimitero, di cui alcuni alberi delimitano ancor oggi vari angoli del quadrilatero, risulta la più vasta, contribuendo a tenere distante l'edificazione particolarmente frenetica del boom degli anni cinquanta e sessanta[8]. L'area a nord è separata dall'asse viario di via Passo Buole, ove transita anche la linea tranviaria 18, la più prossima fra quelle che portano al parco (le altre sono 2, 14, 41, 63 e 74)[9]. Quest'ultima confina con il centro civico circoscrizionale, ed è informalmente nota come "i Pizzi"[10]; una parte è altresì occupata da un piccolo campo sportivo e dallo stadio del baseball "Paschetto".

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Tutto il parco brilla per la quantità e la qualità delle attrezzature per i bambini[11], per la presenza di un percorso ginnico, di piste di pattinaggio, fontane, passeggiate, un'ampia area per i cani[12].

"I Pizzi" sono tradizionalmente luogo di ritrovo dei più giovani tra i frequentatori del parco[13] (pur se è lì installato un gioco di bocce frequentato dagli anziani).
La parte sud si caratterizza invece per un ampio laghetto artificiale con fontane[14], sormontato da un sovrappasso pedonale, con accanto la palazzina polifunzionale (ospita il Centro d'Incontro, ma anche mostre, gruppi giovanili, feste pubbliche e private)[15] che funge da centro dell'intero parco.

I giardini sono diventati recentemente sede di una centralina di rilevamento dell'ARPA Piemonte, per il controllo dell'inquinamento[16].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leonardo Gambino, Il Lingotto una volta, Torino, Città di Torino - Circoscrizione 9 Nizza-Lingotto, 1987.
  2. ^ Il vecchio borgo del Lingotto, Comune di Torino
  3. ^ Piero Pasini, Il cimitero moderno: un profilo storico per l'Italia, Bologna, Università di Bologna, 2012. URL consultato il 4 dicembre 2013.
  4. ^ Notiziario dell'associazione Piemontesi ed Amici del Piemonte di Roma, Regione Piemonte
  5. ^ La nascita del parco Di Vittorio, MemOro - La banca della memoria
  6. ^ Biciclettata delle staffette partigiane, WikiEventi
  7. ^ Cippi, lapidi e toponomastica della Resistenza in quartiere, A.N.P.I. Sez. Nizza Lingotto
  8. ^ Il veccho borgo del Lingotto, Comune di Torino
  9. ^ Parchi - indice per circoscrizione, Città di Torino - Verde pubblico
  10. ^ Estadò, Rivista InformaGiovani
  11. ^ Giochi bimbi, La Stampa
  12. ^ Parco Di Vittorio, FourSquare - recensioni
  13. ^ In9action: Pizzi-chi di magia, Animagiovane.org
  14. ^ Fontana nel parco "Di Vittorio" a Torino
  15. ^ Centro d'Incontro, Comune di Torino
  16. ^ La sentinella dello smog al parco Di Vittorio, la Repubblica

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Leonardo Gambino, Il Lingotto una volta. Voci e immagini di un sobborgo di Torino nei primi decenni del Novecento, Città di Torino - Circoscrizione 9 Nizza-Lingotto, 1987.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Torino Portale Torino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Torino