Stazione di Fossano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fossano
stazione ferroviaria
Fossano stazione 01.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàFossano
Coordinate44°33′01.08″N 7°43′05.02″E / 44.5503°N 7.71806°E44.5503; 7.71806Coordinate: 44°33′01.08″N 7°43′05.02″E / 44.5503°N 7.71806°E44.5503; 7.71806
LineeTorino-Savona
Fossano-Cuneo
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualeIn uso
Attivazione1853
Binari7

La stazione di Fossano, a servizio dell'omonima città piemontese, costituisce località di diramazione fra le ferrovie Torino-Savona e la Fossano-Cuneo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione entro in funzione il 16 dicembre 1853, con l'apertura del tronco Savigliano-Fossano[1].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

L'ala più recente

L'impianto, gestito da Rete Ferroviaria Italiana, è dotato di 7 binari per il trasporto passeggeri e da un fascio merci. È presente nel fabbricato viaggiatori, la Sala Operativa della Stazione e una Farmacia. I servizi commerciali invece, trovano posto nella costruzione costruita lato Torino.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

SFM di Torino
Simbolo SFM7.svg
White dot.svg  Torino Stura Sfm 12467.jpg
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Porta Susa
White dot.svg  Torino Lingotto Interscambi lingotto 7.jpg
White dot.svg  Moncalieri
White dot.svg  Trofarello
White dot.svg  Villastellone
R  White dot.svg  Carmagnola
White dot.svg  Racconigi
R  White dot.svg  Cavallermaggiore Simbolo SFMB.svg
R  White dot.svg  Savigliano
R  White dot.svg  Fossano

Il servizio, di tipo prevalentemente regionale, è svolto da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte, che nei giorni feriali prevede treni a cadenza semioraria in tutte le direzioni inquadrate nel Servizio ferroviario metropolitano di Torino

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1884 e il 1939 sul piazzale antistante la stazione sorgeva il capolinea della tranvia Fossano-Mondovì-Villanova.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Ballatore, Storia delle ferrovie in Piemonte, Il Punto, Savigliano, 2002. ISBN 88-88552-00-6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]