Stazione di Airasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Airasca
stazione ferroviaria
Stazione airasca.jpg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Località Airasca
Coordinate 44°55′40.8″N 7°29′00.24″E / 44.928°N 7.4834°E44.928; 7.4834Coordinate: 44°55′40.8″N 7°29′00.24″E / 44.928°N 7.4834°E44.928; 7.4834
Linee Torino-Torre Pellice
Caratteristiche
Tipo stazione in superficie, passante
Stato attuale in uso
Attivazione 1854

La stazione di Airasca, posta sulla linea Torino-Torre Pellice, serve l'omonimo centro abitato; fino al 1986 l'impianto costituiva altresì il capolinea settentrionale della ferrovia Airasca-Saluzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Airasca entrò in servizio in concomitanza con l'attivazione della linea Torino-Pinerolo, il 5 luglio 1854[1].

Originariamente la stazione era posta alcuni chilometri più a valle, verso Torino, dove la Ferrovia incrocia la strada che collega Airasca, con il comune di Volvera [2]. Il 6 novembre 1884, con l'attivazione del primo tronco della linea per Saluzzo, la nuova stazione divenne stazione di diramazione[1] [3]. Tale linea venne soppressa nel 1986.

La stazione è dotata di uno scalo merci non utilizzato dai primi anni novanta. Esso fu collegato nel 1962 con uno raccordo allo nuovo stabilmento SKF (già RIV-SKF) . Tale raccordo non risulta però utilizzato da decenni ed è parzialmente interrotto nel punto di intersezione con Via Piscina.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

SFM di Torino
Linea 2
White dot.svg  Pinerolo
White dot.svg  Pinerolo Olimpica
White dot.svg  Piscina di Pinerolo
White dot.svg  Airasca
White dot.svg  None
White dot.svg  Candiolo
White dot.svg  Nichelino
White dot.svg  Moncalieri Sangone
R  White dot.svg  Torino Lingotto
R  White dot.svg  Torino Porta Susa Logo Metropolitane Italia.svg
White dot.svg  Torino Rebaudengo Fossata
White dot.svg  Torino Stura
White dot.svg  Settimo Torinese
White dot.svg  Brandizzo
R  White dot.svg  Chivasso

La stazione è servita da treni regionali in servizio sulla linea 2 del servizio ferroviario metropolitano di Torino, svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 6.
  • Luigi Ballatore, Storia delle ferrovie in Piemonte, Torino, Editrice Il Punto, 2002. ISBN 88-88552-00-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]