Stazione di Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parma
stazione ferroviaria
Stazione di Parma.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàParma
Coordinate44°48′36.98″N 10°19′42.21″E / 44.810271°N 10.328393°E44.810271; 10.328393
LineeMilano-Bologna
Parma-Brescia
Pontremolese
Parma-Suzzara (FER)
Storia
Stato attualeIn uso
Attivazione1859
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante, di diramazione
Binari8
GestoreRete Ferroviaria Italiana
OperatoreTrenitalia Tper (1º gennaio 2020)
InterscambiAutolinee e filovie urbane e interurbane
Statistiche viaggiatori
al giorno16 893 (2019)
FonteRegione Emilia-Romagna
 
Mappa di localizzazione: Parma
Parma
Parma

La stazione di Parma è la principale stazione ferroviaria della città di Parma.

Si trova sulla linea Milano-Bologna ed è capolinea delle linee Parma-La Spezia (Pontremolese), Parma-Brescia e Parma-Suzzara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata inaugurata il 21 luglio 1859, assieme alla ferrovia Piacenza-Bologna.

Dal 2007 al 2014 l'area fu oggetto di una grande ristrutturazione, il cui progetto fu firmato da Oriol Bohigas: la cerimonia di inaugurazione della stazione profondamente modificata si svolse il 6 maggio 2014.[1][2]

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il fabbricato viaggiatori è composto da un corpo centrale più ampio e da due corpi laterali di minori dimensioni uniti tramite corridoi: all'interno si trovano la biglietteria, la sala d'attesa ed esercizi pubblici, oltre alla sede Polfer e la dirigenza del movimento. Il piano superiore è utilizzato da Trenitalia.

All'interno si contano 8 binari di cui uno tronco (il binario 8 lato Bologna): il binario 1 è quello di corsa per La Spezia, i binari 3 e 4 sono quelli di corsa della linea Milano-Bologna.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita da treni regionali svolti da Trenitalia Tper nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la regione Emilia-Romagna, nonché da Trenord (collegamenti da e per Brescia e Milano) e Trenitalia (collegamenti da e per La Spezia).

Limitatamente al trasporto ferroviario regionale, a novembre 2019 la stazione risultava frequentata da un traffico giornaliero medio di circa 16 893 persone (8 725 saliti + 8 168 discesi)[3].

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è classificata da RFI nella categoria gold.[4]

La stazione, i cui spazi commerciali sono gestiti da CentoStazioni, dispone di:

  • Bar Bar
  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Negozi Negozi
  • Posto di Polizia ferroviaria Posto di Polizia ferroviaria
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Servizi igienici Servizi igienici

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone dei seguenti interscambi:

  • Fermata autobus Capolinea autobus
  • Stazione taxi Stazione taxi

Fra il 1893 e il 1941 nell'area adiacente alla stazione era presente la stazione tranviaria capolinea delle numerose relazioni che si irradiavano verso la provincia costituite dalle linee Parma-Soragna-Busseto con diramazioni Soragna-Borgo San Donnino e Fornace Bizzi-Medesano, Parma San Secondo-Busseto, Parma-Traversetolo, Parma-Langhirano, Parma-Marzolara e Parma-Fornovo, le cui corse erano strutturate in coincidenza rispetto a quelle ferroviarie.

La stazione stessa era servita dalla rete tranviaria urbana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inaugurata la nuova stazione ferroviaria di Parma: bella, accogliente e funzionale, in Comune di Parma-notizie, 6 maggio 2014.
  2. ^ Dalla Stazione, Parma parte per un nuovo viaggio, in Città di Parma, 6 maggio 2014.
  3. ^ Passeggeri trasportati: le frequentazioni. Il conteggio dei saliti/discesi sui treni del trasporto locale, su mobilita.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 4 gennaio 2022.
  4. ^ La rete oggi in Emilia Romagna, su rfi.it. URL consultato il 2 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]