Stazione di Mantova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mantova
stazione ferroviaria
Mantova staz ferr lato strada.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Mantova
Coordinate 45°09′32″N 10°47′01″E / 45.158889°N 10.783611°E45.158889; 10.783611Coordinate: 45°09′32″N 10°47′01″E / 45.158889°N 10.783611°E45.158889; 10.783611
Stato attuale In uso
Linee Verona-Mantova-Modena
Cremona-Mantova
Mantova-Monselice
Mantova-Peschiera (1934-1967)
Tipo stazione in superficie, passante, di diramazione
Binari 10 (5+1 tronco+4 merci)
Interscambi Autolinee urbane e interurbane

La stazione di Mantova, posta lungo la ferrovia Verona-Mantova-Modena, è località di diramazione delle linee per Pavia e per Monselice. Fino al 1967 l'impianto funse altresì da capolinea della ferrovia per Peschiera del Garda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fabbricato viaggiatori con il capolinea tranviario

Fu aperta all'esercizio il 21 giugno 1873[1].

Durante la seconda guerra mondiale il fabbricato venne danneggiato, e al termine del conflitto venne ristrutturato in stile moderno, con l'aggiunta di un nuovo rivestimento e una tettoia in cemento armato; l'edificio venne riaperto nel 1951[2].

Nel 1934 venne aperta all'esercizio la ferrovia Mantova-Peschiera, concessa ad un consorzio interprovinciale e subconcessa alla SAER. La stessa fu chiusa all'esercizio nel 1967 e disarmata negli anni seguenti[3].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il fabbricato viaggiatori, a due piani, ospita la biglietteria e la sala d'attesa oltre alla dirigenza movimento.

Il piazzale è dotato di nove binari passanti ai quali si aggiunge uno tronco per il servizio viaggiatori.

I binari numerati da 6 a 9, privi di banchina, non sono utilizzati per il servizio viaggiatori.

La stazione dispone di uno scalo merci funzionante con diversi binari tronchi e, in passato, comprendeva un deposito locomotive.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita da treni regionali, svolti da Trenitalia, Trenord e Tper, e da servizi a lunga percorrenza svolti anch'essi da Trenitalia.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, che RFI classifica nella categoria gold, dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Bar Bar

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

All'esterno della stazione sono poste la biglietteria e le fermate delle linee di autobus urbani ed interurbani dell'APAM e interurbani dell'ATV.

Fra il 1908 e il 1932 davanti alla stazione era presente un capolinea della rete tranviaria di Mantova.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ digilib.bibliotecateresiana.it Gazzetta di Mantova, Cronaca e fatti diversi, 23 giugno 1873
  2. ^ Giovanni Di Raimondo, La ricostruzione delle F.S. alla fine del 1951, in "Ingegneria Ferroviaria" anno VII n. 1 (gennaio 1952), p. 6
  3. ^ Alessandro Muratori, La Ferrovia Mantova Peschiera, Roma, GRAF, 1975.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Muratori, Città e binari, Mantova, in Italmodel Ferrovie, n. 231, ottobre 1979, pp. 4-19.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]