Stazione di Brindisi Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brindisi Centrale
stazione ferroviaria
Brindisi railway station.JPG
Fabbricato viaggiatori della stazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBrindisi
Coordinate40°38′04″N 17°56′20″E / 40.634444°N 17.938889°E40.634444; 17.938889
LineeAdriatica
Taranto-Brindisi[N 1]
Brindisi-Brindisi Marittima †
Storia
Stato attualeIn uso
Attivazione1864
Caratteristiche
Tipostazione passante in superficie, di diramazione
Binari5
GestoriRete Ferroviaria Italiana
Interscambiautobus urbani, taxi
Dintornicentro storico

La stazione di Brindisi Centrale[1] è la principale stazione ferroviaria di Brindisi e della sua provincia. Si trova in Piazza Francesco Crispi, nel centro della città.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione intorno al 1870

La stazione nasce nel 1864 in una zona all'epoca in piena espansione. Costruita come una tipica stazione di transito, l'impianto rimase scalo terminale della ferrovia Adriatica fino al 15 febbraio 1866, giorno in cui venne aperto il tronco Brindisi-Lecce.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il piazzale binari, con treno Frecciarossa 1000

La stazione presenta cinque binari e risultava collegata con la soppressa stazione di Brindisi Marittima. Inoltre, è presente un fascio di binari dedicati al servizio merci.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Bar Bar
  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Negozi Negozi
  • Servizi igienici Servizi igienici

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ufficialmente la stazione è denominata da RFI "Brindisi", che non corrisponde con la cartellonistica che reca la specifica "Brindisi Centrale".
  1. ^ Ufficialmente la linea è denominata da RFI "Potenza-Brindisi"; in questa ed altre voci, coerentemente con la prassi di it.wiki, si utilizza la denominazione storica di "Taranto-Brindisi" in uso all'epoca dell'apertura della linea.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]