Stazione di Potenza Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Potenza Centrale
già Potenza Inferiore
stazione ferroviaria
Panorama Potenza.jpg
Panoramica di Potenza con la stazione (in basso)
Localizzazione
Stato Italia Italia
Località Potenza
Coordinate 40°37′46″N 15°48′23″E / 40.629444°N 15.806389°E40.629444; 15.806389Coordinate: 40°37′46″N 15°48′23″E / 40.629444°N 15.806389°E40.629444; 15.806389
Linee Battipaglia-Potenza-Metaponto
Foggia-Potenza
Caratteristiche
Tipo stazione in superficie, passante
Stato attuale in uso
Attivazione 1880
Binari 7 (1 Tronco)
Interscambi stazione FAL, autolinee urbane e interurbane
Dintorni Stadio Alfredo Viviani
 
Mappa di localizzazione: Potenza
Potenza Centrale
Potenza Centrale

La stazione di Potenza Centrale è la principale stazione ferroviaria che serve la città di Potenza, e della regione Basilicata con un flusso di 950.000 passeggeri all'anno[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Treno in sosta in stazione.

È stata inaugurata il 29 agosto 1880.

Fino al 10 dicembre 2006 ha portato il nome di Potenza Inferiore[2].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione si trova lungo la linea Battipaglia-Potenza-Metaponto, ed è punto di origine della linea Potenza-Foggia dall'unico binario tronco della stazione.

Potenza Centrale è la stazione principale della città. È in corrispondenza con la stazione di Potenza Inferiore delle Ferrovie Appulo Lucane (fermata del servizio ferroviario metropolitano).

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita da treni regionali e a lunga percorrenza gestiti da Trenitalia.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, che RFI classifica nella categoria "Gold"[3], dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria
  • WC Servizi igienici

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Stazione ferroviaria Stazione ferroviaria (Potenza Inferiore)
  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ dati offerti da http://www.centostazioni.it/flussi.html
  2. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 289 (gennaio 2007), p. 6
  3. ^ www.rfi.it, Stazioni della Basilicata, rfi.it. URL consultato l'08-02-2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]