Stazione di Potenza Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Potenza Centrale
già Potenza Inferiore
stazione ferroviaria
Panorama Potenza.jpg
Panoramica di Potenza con la stazione (in basso)
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàPotenza
Coordinate40°37′46″N 15°48′23″E / 40.629444°N 15.806389°E40.629444; 15.806389Coordinate: 40°37′46″N 15°48′23″E / 40.629444°N 15.806389°E40.629444; 15.806389
LineeBattipaglia-Potenza-Metaponto
Foggia-Potenza
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
Attivazione1880
Binari7 (1 Tronco)
Interscambistazione FAL, autolinee urbane e interurbane
DintorniStadio Alfredo Viviani
 
Mappa di localizzazione: Potenza
Potenza Centrale
Potenza Centrale

La stazione di Potenza Centrale è la principale stazione ferroviaria che serve la città di Potenza, e della regione Basilicata con un flusso di 950.000 passeggeri all'anno[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Treno in sosta in stazione.

È stata inaugurata il 29 agosto 1880.

Fino al 10 dicembre 2006 ha portato il nome di Potenza Inferiore[2].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione si trova lungo la linea Battipaglia-Potenza-Metaponto, ed è punto di origine della linea Potenza-Foggia dall'unico binario tronco della stazione.

È inoltre in corrispondenza con la stazione di Potenza Inferiore delle Ferrovie Appulo Lucane (fermata del servizio ferroviario metropolitano).

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita da treni regionali e a lunga percorrenza gestiti da Trenitalia.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, che RFI classifica nella categoria "Gold"[3], dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria
  • WC Servizi igienici

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Stazione ferroviaria Stazione ferroviaria (Potenza Inferiore)
  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ dati offerti da Copia archiviata, su centostazioni.it. URL consultato il 4 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2010).
  2. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 289 (gennaio 2007), p. 6
  3. ^ www.rfi.it, Stazioni della Basilicata, su rfi.it. URL consultato l'08-02-2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]