Ferrovia turistica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Due treni turistici

La ferrovia turistica è un tipo di ferrovia con finalità turistiche attiva generalmente su linee chiuse al traffico commerciale. Sono in genere ferrovie storiche, ossia linee ferroviarie dismesse o comunque chiuse al normale traffico commerciale che sono spesso, ma non sempre, gestite da volontari che si dedicano anche al recupero dei rotabili storici, della loro manutenzione e del loro esercizio.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il concetto di ferrovia turistica è nato ed è stato sviluppato nel Regno Unito, dove è indicata come heritage railway o preserved railway. In questa nazione, l'11 ottobre 1950 è stata creata la prima associazione per il recupero con finalità turistiche della Talyllyn Railway nel Galles centrale. Nel 1955, una volta che il piano di modernizzazione delle ferrovie inglese prese piede, numerose locomotive a vapore vennero accantonate e preservate in ordine di marcia da gruppi di appassionati sulle centinaia di linee a scarso traffico chiuse nel corso degli anni '60. Al momento ci sono più di 100 ferrovie turistiche attive nel solo Regno Unito con oltre 2000 locomotive storiche, non solo a vapore ma anche la prima generazione di diesel ed elettriche, preservate in ordine di marcia. Il divieto di trazione a vapore sulle linee principali nel Regno Unito è stato rimosso nel 1971, permettendo così alle moltissime vaporiere preservate di uscire dagli angusti confini della ferrovia turistica e di tornare a correre sulle linee principali aperte al traffico commerciale: nel 1985 le British Rail hanno organizzato 235 treni speciali a vapore su tutto il territorio del Regno Unito

Situazione nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia è in vigore la legge 128 del 9 agosto 2017, la quale ha come obiettivo la salvaguardia e la valorizzazione delle linee ferroviarie, dismesse o sospese, di particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico comprendenti sia i tracciati ferroviari che le stazioni e le relative opere d'arte e pertinenze, sulle quali, su proposta delle Regioni di appartentenza, viene applicata una gestione del traffico di tipo turistico (art.2 comma 1)[1]. La legge individua contestualmente una prima lista di ferrovie turistiche di particolare pregio (art.2 comma 2).[1]

Al 2021 le ferrovie individuate come turistiche sono:

a) ai sensi dell'art.2 comma 2 legge 128/2017

b) ai sensi dell'art.2 comma 1 legge 128/2017

Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Un esempio di ferrovia turistica è la Ffestiniog Railway. In Irlanda funzionano brevi tracciati su linee dismesse come ad esempio la Tralee–Dingle, tra Blennerville e Ballyard, e la Listowel–Ballybunion, a Ballybunion, quest'ultima avente la caratteristica di essere una monorotaia a sella tipo Lartigue.

Stati Uniti d'America[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti molte delle ferrovie turistiche operano sui binari delle tranvie interurbane che collegavano i centri rurali con le città. Il materiale rotabile è costituito oltre che dalla dotazione originale, anche da rotabili preservati di altre ferrovie o appositamente costruiti per il servizio turistico, come la locomotiva a vapore di fabbricazione cinese 2-8-2 in servizio sulla Boone and Scenic Valley Railroad nell'Iowa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gazzetta Ufficiale - Legge 128/2017, su www.gazzettaufficiale.it. URL consultato il 23 maggio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti