Portale:Asti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca


PORTAL ASTESAN

Voci sulla città e sulla provincia di Asti
Ast e i sò paijs


Asti · Provincia di Asti ·Immagini di Asti ·
Progetto Piemonte · Portale Piemonte


Portale Asti
Vista di Asti dal Bricco Biamini
Vista di Asti dal Bricco Biamini

Asti (AT), (Ast in piemontese) arroccata su un'altura, al confine tra langhe e monferrato, con 73 734 abitanti, è il capoluogo di una delle province meridionali del Piemonte.
Fu "Municipium" romano noto con il nome di Hasta Pompeia e sede di un ducato longobardo della Nescia.

Importante libero comune nell'età medievale, divenne uno dei più importanti centri commerciali tra XII e XIII secolo. I suoi mercanti si distinsero in tutta Europa per il commercio e sviluppando le casane, una sorta di banchi di credito. Il nome di Asti è legato in tutto il mondo alla sua produzione vitivinicola, in particolare per l'Asti spumante ed ogni anno, a settembre, vi si tiene uno dei concorsi enologici più importanti d'Italia, denominato la Douja d'Or.

Celebre è anche il suo Palio storico, festa tra le più antiche d'Italia, che si svolge a settembre e culmina con una corsa di cavalli montati "a pelo" (senza sella).

Leggi la voce


Vetrina
Torri e Palazzi dei Roero
Via Roero vista da sud, sullo sfondo la torre dei Roero di Monteu

sono edifici medievali ubicati nel Rione San Martino-Borgo San Rocco, nell'area compresa tra piazza San Giuseppe, via Roero, via Quintino Sella e piazza San Martino. I Roero, o Rotari una delle maggiori famiglie della nobiltà appartenente alle casane astigiane, cominciarono ad occupare l'area all'inizio del XIII secolo e, grazie all'aumento dei propri profitti ottenuti dal commercio e dal prestito di denaro su pegno, aumentarono in modo esponenziale la colonizzazione dell'area. Sul finire del XIII secolo, il Comune di Asti, grazie al finanziamento delle famiglie mercatali fu in grado di tessere una proficua rete di alleanze e accordi commerciali. La lega che il Comune strinse con Pavia, Genova e il Marchese di Saluzzo, portò alla disfatta dell'esercito Angioino e gli permise di dominare sulla maggior parte del Piemonte centro-meridionale. L'aumento del peso politico astigiano sul Piemonte portò di conseguenza un aumento demografico e urbanistico della città di Asti per tutto il XIV secolo. La carta del Laurus del XVII secolo mostra quante ancora erano le caseforti e le torri nell'abitato cittadino e lascia solamente ipotizzare quale fosse il reale assetto urbano nel periodo di massima espansione trecentesco.
Leggi la voce...

Immagine in evidenza
Biografia in evidenza

La maschera Gianduja
Gianduja

(in piemontese Giandoja) è una maschera popolare torinese di origini astigiane.
Il suo nome deriva dalla locuzione "Gioan dla doja" ovvero "Giovanni del boccale" (o "Giovanni dal boccale").

Leggi la voce...

Sapevi che...

L'assedio di Asti,
del 1526, ad opera del condottiero mercenario Fabrizio Maramaldo, viene ricordato dagli storici astigiani come una delle pagine più valorose della storia della città. Secondo la leggenda, la vittoria degli astigiani venne supportata grazie all'invocazione della Vergine Maria e del patrono san Secondo

San Secondo appare in soccorso degli astigiani contro le truppe di Maramaldo,
affresco settecentesco, Collegiata di San Secondo, Asti

Leggi la voce...

Approfondimenti

Il Ducato di Asti,
fu uno dei ducati istituiti dai Longobardi in Italia.
Asti apparteneva ai domini longobardi "liguri", in particolare alla regione della Neustria.
Il primo duca astese che compare attraverso i cronisti o i documenti dell'epoca è del VI secolo, nella persona di Gundoaldo fratello della regina Teodolinda.

Leggi la voce...

Asti - Novità
Architettura
Citazioni

«Diavolo rosso dimentica la strada vieni qui con noi a bere un’aranciata contro luce tutto il tempo se ne va...
(Paolo Conte in memoria di Giovanni Gerbi)

Leggi la voce...»

Enogastronomia
Tartufi

I tartufi, in dialetto Trifule,

sono funghi ipogei che appartengono al genere Tuber, appartenenti alla famiglia delle Tuberaceae, classe degli Ascomiceti. Crescono spontaneamente nel terreno accanto alle radici di alcuni alberi, in particolare querce con i quali stabiliscono un rapporto simbiotico (micorriza).

Leggi la voce...

i dintorni
Veduta di Costigliole

Costigliole d'Asti(Costiòle in lingua piemontese),
è un comune di 5 914 abitanti della provincia di Asti, a sud del Piemonte. Si estende per circa 35 kmq al confine tra Monferrato e Langhe. Da Corte Costeliolae e poi Costigliolis, non essendoci scritti precisi, si presume debba il nome alla sua posizione (su una costa) ed ad un'essenza arborea diffusa nella zona, il tiglio.

Leggi la voce...

Categorie di riferimento
Progetti
Stemma del Piemonte
Stemma del Piemonte
Piemonte
Asti sul web
Portali collegati

Europa · Italia


Piemonte Liguria Lombardia Alto Adige-SüdtirolAltomilanese Trentino Alto Adige Friuli-Venezia Giulia Veneto Emilia Romagna Toscana UmbriaMarche Lazio AbruzzoBasilicata Puglia Calabria Sicilia SardegnaVal Camonica
Val d'Ossola Valsugana


Portale BeneventoPortale BergamoPortale BolognaPortale BolzanoPortale BresciaPortale CagliariPortale CesenaPortale CuneoPortale FasanoPortale FirenzePortale ForlìPortale FrosinonePortale GenovaPortale GrossetoPortale Provincia di GrossetoPortale LeccePortale LivornoPortale MantovaPortale MilanoPortale NapoliPortale PadovaPortale ParmaPortale PratoPortale Reggio CalabriaPortale RomaPortale TarantoPortale TerniPortale TorinoPortale TrentoPortale UdinePortale VastoPortale VeneziaPortale Verona