Portale:Bergamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bergamo-Stemma.png
Provincia di Bergamo-Stemma.png



IL PORTALE DI BERGAMO
Ol Purtàl de Bèrghem

Voci sulla città e sulla provincia di Bergamo · Bèrghem e la sò tèra sö Wikipedia

Bergamo · Provincia di Bergamo · Galleria orobica
Rotonda di San Tomè Lago d'Iseo Monte Cavallo Valle di Scalve Palazzo della Ragione


Cartella blu.jpg
Bergamo-Stemma.png
Benvenuto!
Sunrise at Bergamo old town, Lombardy, Italy.jpg


« Terra che il Serio bagna e il Brembo inonda,
che monti e valli mostri a l'una mano
ed a l'altra il tuo verde e largo piano,
or ampia ed or sublime ed or profonda

Torquato Tasso »


Bergamo (Bèrghem in dialetto bergamasco) è il capoluogo della provincia omonima, delimitato da colli sul lato settentrionale. La città si divide in due parti distinte, la città bassa e la città alta. Bergamo alta (detta anche città alta o, in passato, la città, in contrapposizione ai borghi) è una città medioevale, circondata da bastioni eretti nel XVI secolo, durante la dominazione veneziana.

La parte più conosciuta e frequentata di Bergamo alta è Piazza Vecchia, con la fontana Contarini, il Palazzo della Ragione, la Torre Civica (detta il Campanone), che ancora oggi alle ore 22 scocca 130 colpi - quelli che in passato annunciavano la chiusura notturna dei portoni delle mura venete - e altri palazzi che la circondano su tutti i lati. Imponente, sul lato opposto al Palazzo della Ragione, il grande edificio bianco del Palazzo Nuovo che ospita la Biblioteca Angelo Mai ... e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal Clear action bookmark.png
Vetrina
Wikimedaglia oro.png
Nevesassi.jpg

Il Sentiero delle Orobie è un sentiero montano, o alta via, che collega diversi rifugi e bivacchi delle Prealpi Orobiche, in provincia di Bergamo.

Il sentiero si divide in due parti principali: la prima parte (occidentale) inizia dalla valle dello Stabina e si congiunge al tratto orientale presso il Rifugio Fratelli Calvi. La seconda parte (orientale), invece, parte dall’ambiente calcareo della Val Canale, si congiunge all’alta Valle Brembana, percorre l'alta Valle Seriana (passando dal cosiddetto Circo dei giganti delle Orobie tra Pizzo Redorta e Pizzo Coca), attraversa la Valle di Scalve, e si conclude nello spettacolare ambiente dolomitico della Conca della Presolana, luogo privilegiato dal movimento degli arrampicatori, non solo bergamaschi... e

... leggi la voce

___

Vota e proponi valide voci orobiche per la Vetrina Wikimedaglia oro.png

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal 128 ksnapshot.png
Immagini
Adda2.JPG
Pix.gif


Cartella blu.jpg
David face.png
Arte
Giacomo Trecourt by Giovanni Carnovali.jpg

Giacomo Trécourt, (Bergamo, 1812 - Pavia 1882), fu un pittore ottocentesco formatosi presso l'Accademia Carrara di Bergamo alla scuola di Giuseppe Diotti, esponente del neoclassicismo lombardo. Nato in una famiglia dalle condizioni economiche modeste fu costretto lavorare fin dalla giovane età ma la passione per l'arte e la pittura, in particolare, lo portò a studiare, dal 1828 al 1829, presso l'Accademia Carrara sotto la guida di Giuseppe Diotti. In questa circostanza strinse un rapporto di grande amicizia con Giovanni Carnovali detto il Piccio da cui fu ritratto in un famoso quadro emblematico dello stile del Piccio stesso...e

... leggi la voce






FCoghetti 03.JPG

Francesco Coghetti, (Bergamo, 12 luglio 1802Roma, 20 aprile 1875) fu un pittore italiano. Nacque all'inizio del XIX secolo a Bergamo, precisamente nella parrocchia di San Pancrazio, situata nella Città Alta, da Giuseppe e Caterina Balbi, appartenenti ad una famiglia benestante. Questa condizione agiata lo portò ad intraprendere gli studi presso scuole prestigiose, prima a Clusone, poi all'Accademia Carrara, posta nel capoluogo orobico, dove seguì corsi di pittura volti a migliorarne le innate capacità...e

... leggi la voce






Clemente Cassis.jpg

Clemente Cassis, (Bergamo, 18 novembre 188524 novembre 1966) fu un pittore italiano. Nacque alla fine del XIX secolo a Bergamo, nella parrocchia di San Vigilio in Città Alta, da Giovanni e Rachele Anziati. Sin da piccolo dimostrò passione per il disegno tanto che fu avvicinato da Cesare Tallone, allora direttore dell’Accademia Carrara...e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola apps filetypes.png
Sapevi che...
Tomè21.jpg

Nella Rotonda di San Tomè di Almenno San Bartolomeo si verifica, puntualmente, durante gli equinozi un fenomeno particolarmente affascinante, un raggio di sole attraversa l'edificio e colpisce il tabernacolo posto nell'abside creando così uno spettacolo magico in cui le colonne e le loro ombre sembrano muoversi come muti officianti.

Questo fenomeno prova l'attenzione posta dai costruttori nello studio della posizione della rotonda rispetto ai movimenti astronomici terra/sole.


Giulia5.JPG

Nella Basilica di Santa Giulia di Bonate Sotto si trova un'urna cineraria posta sulla colonna antistante la prima navata, urna che ha alimentato la leggenda della costruzione della basilica per iniziativa della regina Teodolinda.

In effetti si tratta di un reperto archeologico ben più antico: un'urna cineraria romana, di epoca imprecisata, che custodiva i resti di una fanciulla dodicenne di nome Tiziana e piccoli residui d'oro forse parte del suo abbigliamento.

Non testimonianza longobarda ma espressione della pietà romana.

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Capitello modanatura mo 01.svg
Musei
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola apps khangman.png
Orobie
Recastello4.jpg
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola apps kdmconfig.png
Personaggi storici
DCarpinoni01.JPG

Domenico Carpinoni, (Clusone, 1566Clusone, 11 giugno 1658), fu un pittore italiano.Della sua nascita, avvenuta a Clusone, paese della Valle Seriana in provincia di Bergamo, non si hanno molte notizie, tanto da ipotizzarne la data soltanto tramite documenti successivi nei quali veniva citata la sua età ... e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal Clear app date.png
Voce del mese
Credaro castello Trebecco 02.jpg

Castel Trebecco è un castello situato nel comune di Credaro, in Valcalepio, in provincia di Bergamo. Situato su uno sperone roccioso compreso tra il torrente Uria ed il fiume Oglio, il castello sovrasta una piana alluvionale in posizione discosta dal centro di Credaro. La sua struttura, rimasta sostanzialmente inalterata nel corso dei secoli, è un esempio di come poteva essere una piccola cittadella medievale: presenta una forma a triangolo isoscele con la base, in cui è posto l’ingresso, rivolta verso est. Il lato nord-ovest è delimitato dal corso del torrente Uria, che in quel tratto presenta un profondo alveo che ha sempre garantito inaccessibilità.

L'unico ingresso è costituito da una torre fortificata a base quadrata posta al centro del lato rivolto ad est.... e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal Clear app kteatime.png
Una voce a caso
BG MuraVenete 05.JPG

Le Mura Venete di Bergamo sono un'imponente costruzione architettonica risalente al XVI secolo. Le mura vennero costruite dalla Repubblica di Venezia nella città di Bergamo nella seconda parte del XVI secolo, epoca in cui la città orobica rappresentava l'estremità occidentale dei domini veneti sulla terraferma.

Erano tempi in cui, con la recente scoperta delle Americhe, la Serenissima stava iniziando il suo inesorabile declino nel dominio dei commerci marittimi e, a causa di ciò, rivolse una sempre maggiore attenzione ai commerci che avvenivano verso il centro d'Europa ... e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal Clear app gimp.png
Opere d'arte
Clusone oratorio disciplini interno 1.jpg
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Noia 64 apps galeon.png
Storia
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola apps juk.png
Dialetto

Il logo di Wikipedia la Wikipedia 'n bergamàsch e 'ndi óter dialècc lombàrd

Bortolo Söcalonga.jpg

I vocaboli del giorno:

ferlechinade, ferlich ferlòch (abbigliamenti superflui)

Il proverbio del giorno:

Confurma s’ somna, as’ regói

La filastrocca

tinch e tónch ghe n'o quatordes
tinch e tónch la tà-a gnàch
tinch e tónch la mularó ...

L'indovinello del giorno

Gh'è öna sciurina vestida de bianc
e coi ma 'n fianc

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola apps knotes.png
Voci, sussurri e ...

I paesaggi, la pianura, le montagne, il laghi, i fiumi, le città, la storia, l'arte, così diversi e variegati costituiscono un vastissimo campo da esplorare, e dunque ...

Municipiobg1.jpgTomè28.JPG
P6130523.JPGBarzana1.JPG

Voci orobiche

Fatemi crescere aggiungendo altre voci.

Se trovi qualche voce pertinente non inclusa nell'elenco o ne hai scritta una nuova inseriscele linkate e secondo l'ordine alfabetico, se si tratta di un abbozzo inseriscilo nell'apposito cassetto.

Non sono incluse le voci relativi ai comuni, in quanto facilmente reperibili.
























Pix.gif


Cartella blu.jpg
Crystal Clear app ktip.png
Ultime voci
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Nuvola filesystems www.png
I dintorni
GiorcesFaraolivana1.JPG

Fara Olivana con Sola è un comune di 1.167 abitanti della provincia di Bergamo, situato nella bassa pianura bergamasca, sulla riva sinistra del fiume Serio, al confine con la provincia di Cremona.


Geografia

Il suo territorio, interamente pianeggiante, si estende per 4,93 km² ad altitudini sul livello del mare comprese tra i 107 metri di Fara ed i 105 metri di Sola, e dista 29 chilometri da Bergamo, 2 da Covo e 3 da Romano di Lombardia.

Il comune comprende due centri urbani: Fara Olivana, sede dell'antica pieve di Santo Stefano, che si trova più a nord, e la frazione Sola, sede della parrocchia di San Lorenzo, situata due chilometri più a sud, lungo la ex strada Statale 11. Sono inoltre presenti alcuni grossi cascinali : la Superba, Fara Nuova, Pomi, San Vito e Bettola ... e

... leggi la voce

Pix.gif


Cartella blu.jpg
Icon tools.png
Categorie
Pix.gif


Cartella blu.jpg
Wikipedia-logo-v2-it.svg
Portali collegati
Pix.gif